Cerca Hotel al miglior prezzo

Manarola, vacanza nel piccolo villaggio delle Cinque Terre

Manarola, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Manarola, un villaggio aggrappato alle rocce a strapiombo sul mare e una delle estremità di uno dei sentieri più celebri d'Europa: è qui che termina la Via dell'Amore, un percorso spettacolare ma non impegnativo che collega il borgo con Riomaggiore, due delle più importanti località delle Cinque Terre.

La piccola Manarola (seconda solo a Corniglia) è splendida dal mare, il suo porto naturale rimane difeso a oriente ed occidente da due speroni rocciosi, mentre le tipiche casette colorate a torre in stile ligure si affastellano alla foce del torrente Groppo. Più in alto i verdi terrazzamenti disegnano soavi geometrie, che si stringono al borgo, come serrate dal turchese del cielo e dal cobalto del mare.

Manarola si raggiunge via terra, via ferrovia e in barca. La strada conduce fino alla periferia nord della cittadina, dove si trova un ampio parcheggio. In estate il traffico può essere intenso e risultare difficile trovare da parcheggiare. Manarola si raggiunge seguendo le indicazioni per Riomaggiore partendo da La Spezia. Arrivando in treno si scende alla stazione di Manarola che si trova ad est del borgo. Una galleria consente di superare il promontorio ed arrivare quasi magicamente in centro, tra cornici di case color pastello. Molti tour in partenza dalle principali località della Riviera di Levante consentono di arrivare in barca, e l'approdo presso il porticciolo di Manarola è sempre una emozione grazie alla bellezza del paesaggio.

Il monumento più noto della città è senza dubbio alcuno la Chiesa di San Lorenzo, ed il Santo è anche il patrono della cittadina. La chiesa si trova nella parte alta della città, a circa una settantina di metri d'altitudine rispetto al livello del mare. L'austera facciata in pietra grigia è coronata al centro da un ampio rosone, ed è una bella testimonianza di gotico ligure. La facciata è completata da un bel portale ogivale. Interessante anche l'interno, a tre navate, con alcune opere d'arte da ricordare come un polittico che rappresenta la Madonna con Santi e un bel crocifisso del 15° secolo.

Manarola è piacevole da passeggiare godendo dei particolari delle case e dei suoi “carugi”. A volte le barche tirate a riva, e lungo le vie, offrono degli scenari perfetti per delle fotografie d'autore. La Via di Mezzo è il percorso che conduce direttamente al mare, un tempo questo era il percorso del torrente Groppo, che ora è stato completamente ricoperto. A Manarola esisteva anche un castello, ma ora tutto ciò che rimane della struttura è una abitazione, che tradisce la sua antica e nobile origine dalla forma circolare delle sue mura. La si può scorgere in Via del Baluardo.

Un'altra strada da percorrere è la Via Belvedere, spettacolare, che si conclude presso una piccola piazza da cui si gode di uno splendido panorama. Il luogo è dedicato al poeta Eugenio Montale ed una targa ricorda alcuni suoi versi poetici.
Manarola ha anche dedicato una piazza e un monumento al cantautore genovese Fabrizio De Andrè.

Una passeggiata da non perdere è quella che conduce alla Punta Bonfiglio, il luogo migliore da dove scattare delle belle fotografie della cittadina. Sulla sommità della punta si trova il cimitero cittadino.

Il villaggio è comunque luogo privilegiato per gli appassionati di trekking, e chi ama camminare trova davvero pane per i propri denti. Da qui passa il cosiddetto sentiero Azzurro che proprio nel tratto Manarola-Riomaggiore prende il nome di Via dell'Amore. In una giornata di sole è possibile ammirare le rocce spettacolari a strapiombo, con i colori del mare e della macchia mediterranea a fare da cornice. Anche le giornate uggiose hanno comunque il loro fascino, e le rocce su cui si infrange il mare creano degli effetti straordinari. Manarola si raggiunge anche dalla Alta Via delle Cinque Terre, il sentiero n°1 che percorrere la parte più sopraelevata della costa. Ci sono segnalate alcune di deviazioni che da qui si staccano fino ad arrivare sulla costa (sentieri 2 – 6 e 6/a).

Eventi e manifestazioni.
Manarola diventa particolarmente suggestiva durante il periodo del natale, quando la vicina collina della Collora si trasforma in un gigantesco presepe luminoso. E' la rappresentazione della Natività più grande del pianeta. Nel periodo pasquale viene invece creata una via crucis, sempre con luci e sagome di ferro. Sullo stesso genere è da ricordare la figura di San Lorenzo che viene accesa per il 10 agosto, ricorrenza del santo messo a morte sulla graticola. E' anche il giorno della festa patronale e Manarola in quelle ore vede svolgersi un processione del santo, che effettua anche una escursione in barca. Foto wikipedia, cortesia:S. Merler, F. Crippa, D. Papalini, C. Muller
  •  

 Pubblicato da - 07 Maggio 2009 - © Riproduzione vietata

close