Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Sibenik

Sibenik (Sebenico), cosa vedere tra spiagge e vita notturna

Pagina 1/2

Šibenik (o Sebenico, in italiano) è una cittadina costiera della Dalmazia centrale, presso la foce del fiume Krka.
Poco meno di 50.000 abitanti, ma tate cose da vedere: un centro storico medievale ben conservato, chiese, una fortezza e numerose attrattive naturali che circondano la città hanno trasformato negli anni Šibenik in un'importante località turistica della Croazia.

Storia

Si ha certezza dell'esistenza di Šibenik fin dall'XI secolo, quando il nome comparve per la prima volta su un documento scritto, ma il villaggio fu fondato molto prima da tribù croate.
In epoca medievale la conquista da parte di Venezia fece prosperare la città, che mantenne il controllo della città fino alla fine del XVIII secolo, quando Šibenik divenne austriaca.
La realizzazione nel 1895 di un impianto idroelettrico sul fiume Krka – uno dei primi in assoluto a livello mondiale – permise alla città di dotarsi di un sistema di illuminazione stradale assolutamente all'avanguardia per quei tempi.

Il Novecento è stato un secolo molto turbolento per tutta la regione: le guerre mondiali e il passaggio al Regno dei Serbi, Croati e Sloveni, poi alla Jugoslavia e anche all'Italia nel biennio 1941-43, prima di tornare nuovamente jugoslava fino all'indipendenza della Croazia nel 1991; ancora la Guerra dei Balcani negli anni '90 e i bombardamenti dell'esercito federale hanno lasciato un impatto negativo soprattutto dal punto di vista economico, con una disoccupazione dilagante che si è protratta per anni fino a quando l'arrivo del turismo non ha risollevato le sorti dell'economia locale.

Cosa vedere a Šibenik

La città si allarga intorno al porto e sulle colline affacciate sul golfo formato dalla foce del fiume Krka. Il golfo, a sua volta, comunica con il Mare Adriatico attraverso un canale lungo 2,5 km.
Nella parte più antica della città si trovano le fortificazioni e i vicoli medievali, mentre la zona più nuova è quella che sorge nella parte orientale dell'agglomerato urbano.

La Cattedrale di San Giacomo (Katedrala Svetog Jakova) dal 2000 è parte del Patrimonio dell'Umanità dichiarato dall'UNESCO. Fu costruita nel XV secolo, ma fu consacrata solo nel 1555. Tra le sue caratteristiche più evidenti, il fatto di essere stata costruita interamente in pietra, senza l'ausilio di alcun sostegno di legno o di mattoni: è anche la più grande al mondo per questa specifica peculiarità.
L'architettura del duomo fonde elementi gotici ad altri tipicamente rinascimentali: proprio questo è uno dei motivi che hanno contribuito all'ottenimento del riconoscimento dell'UNESCO, come esempio storico del passaggio storico tra i due stili.

Su piazza della Repubblica, a lato della cattedrale, si trova la Loggia Grande, già sede del consiglio comunale durante l'epoca veneziana, costruita in origine nel XVI secolo e in seguito ricostruita nel XX secolo dopo i danni subiti durante la Seconda Guerra Mondiale. Sopra la Loggia sorge Chiesa di Tutti i Santi, mentre nella parte settentrionale della piazza si nota la statua bronzea di Ivan Mestrovic di fronte a Palazzo Orsini.

La chiesa di San Francesco è invece un complesso monastico francescano del XIV secolo dove si possono ancora apprezzare gli affreschi e alcuni dipinti barocchi veneziani, così come il bellissimo soffitto ligneo dipinto del 1674.
Sono in tutto 24 le chiese in città: un passeggiata per il centro permette di scoprire le più belle e caratteristiche e farsi un'idea di come potesse presentarsi Šibenik nei secoli scorsi, considerando anche la grande quantità di edifici storici presenti come Palazzo Rossini, Palazzo Divnic, il Palazzo del Conte, il Palazzo Vescovile e Palazzo Divnic.
... Pagina 2/2 ...
La scoperta del centro storico continua proprio davanti all'abside meridionale della Cattedrale di San Giacomo, dove si trova il Museo Civico (Muzej grada Šibenika), all'interno del Palazzo del Rettore: qui si può approfondire la conoscenza della storia del territorio attraverso le collezioni di antichi manufatti e didascalie in inglese.

Imperdibili, per chi è in vista a Sebenico, i resti della fortezza di San Michele che dominano la città dall'alto:dai bastioni si può godere di una spettacolare vista panoramica sulle isole antistanti la costa e sul fiume Krka.
Il controllo dell'accesso al porto di Šibenik era invece affidato alla fortezza di San Niccolò (Tvrđava Sv. Nikole), situata all'imbocco del canale che collega il mare aperto al golfo. Questo forte marittimo dalla forma triangolare fu costruito dalla Repubblica di Venezia nel XVI secolo presso l'isola di Ljuljevac e dal 2017 è riconosciuto dall'UNESCO come Patrimonio dell'Umanità.

Le spiagge di Šibenik

Il tratto costiero di Šibenik misura circa 100 km ed è ricco di spiagge naturali, rocce e luoghi in cui rilassarsi a prendere il sole
La spiaggia cittadina si chiama Banj: è fatta di ciottoli, è attrezzata ed è quindi ottima per famiglie.
Chi invece preferisce una spiaggia di sabbia può recarsi al Solaris Beach Resort. Anche questa è ovviamente attrezzata ed è sempre molto frequentata.
Spostandosi di qualche chilometro, si può raggiungere la spiaggia di Jadrija (di ciottoli, attrezzata) o la spiaggia Rezaliste a Brodarica.

Vita notturna

La notte di Šibenik, come spesso accade nelle località turistiche, è particolarmente accesa durante la stagione estiva. Cocktail bar, ristoranti e pub animano il centro storico, mentre le discoteche e i locali notturni si trovano nelle zone delle spiagge, sia in città che nelle vicine località balneari come Primosten, Murter e Pirovac.

Escursioni nei dintorni

Šibenik è una località strategica per chi vuole compiere gite imperdibili nei dintorni: la più semlice è quella che conduce al Parco Nazionale della Krka, a soli 13 km di distanza in direzione nord. Qui si possono ammirare le suggestive cascate del fiume e fare il bagno immersi in questo spettacolo naturale.

Chi sceglie di spostarsi in mezzo al mare, invece, non ha che l'imbarazzo della scelta: 242 tra isole e isolette sorgono davanti alla costa, anche se solo una manciata di queste sono abitate. Alcune fanno parte del Parco Nazionale delle Kornati, visitabile con gite in barca che conducono negli angoli più incantati dell'arcipelago.

Come arrivare

Šibenik dista circa 350 km da Trieste e 250 km via mare da Ancona, percorribili in circa 9 ore con i traghetti che dal capoluogo marchigiano salpano per Zara (Zadar) o per Spalato (Split), da dove poi si può proseguire via terra in macchina o in autobus.
La stazione degli autobus di Šibenik è servita da linee che collegano la città alle principali località della Croazia, tra cui Fiume (Rijeka), Zagabria, Dubrovnik e le stesse Spalato e Zara.
L'aeroporto di riferimento è quello di Spalato, distante circa 60 km.
close