Cerca Hotel al miglior prezzo

Nel Golfo di Sibenik (Sebenico), crociera tra 365 isole

Con tutta la bellezza selvaggia della bianca pietra carsica e dell'azzurro del mare cristallino, il golfo di Sibenik (Sebenico) - vero e proprio paradiso nautico - vanta ben 240 tra isolotti e scogli, ognuno dei quali a suo modo interessante. Se desiderate conoscere i più famosi corallari dell'Adriatico, non dovete far altro che approdare a Zlarin; se siete interessati ad una località famosa perla pesca delle spugne di mare, l'isola di Krapanj è quello che fa per voi. Se amate, invece, vivere esperienze uniche ed irripetibili, non dovrete far altro che andare verso il mare aperto e scoprire le Kornati.

"Dio, l'ultimo giorno della Creazione, a coronamento della propria opera, diede vita alle isole Kornati (Incoronate) dalle lacrime, dalle stelle e dall'alito'', ebbe occasione di scrivere un George Bernard Shaw ispirato da questo fantastico arcipelago. Per dare un'idea di quest'irripetibile creazione della natura, la più numerosa sequela di isole del Mediterraneo, è sufficiente dire che di queste divine lacrime stellari, pietrificate nel mare, ce ne sono proprio tante quanti sono i giorni dell'anno. Qui vale davvero quel detto che dice: "Un isola per ogni giorno dell'anno". Centocinquanta di queste 365 bellezze costituiscono un nucleo tutto particolare: il Parco nazionale delle Kornati. Questa sorta di merletto di pareti rocciose verticali, imbiancate dal prezioso sale adriatico e battute dalla bora profumata, che calano a strapiombo nell'azzurro del mare, sono uno spettacolo epico senza pari, mentre i docili porticcioli, le calette romantiche e le spiaggette nascoste sono un vero e proprio paradiso nautico per i moderni Robinson, desiderosi di una natura vergine ed incontaminata.

Seguendo i sentieri da favola del meraviglioso regno carsico del fiume Krka sino al mare, verrete condotti sino alle porte del più riparato porto naturale dell'Adriatico centrale e potrete conoscere la fiera città del re Kresimir: Sibenik (Sebenico). Lungo questo percorso, in cui permangono antichi insediamenti rurali, si trova il meraviglioso habitat di oltre 222 specie d'uccelli, e l'unico centro per la tutela dei falchi dell'intera Croazia: qui il limpido fiume Krka riversa le proprie preziose acque per ben sette cascate. E proprio nel mezzo delle due cascate più belle, quella di Roski slap e quella di Skradinski Buk (vedi foto), la mano dell'uomo ha nobilitato la natura con due famosissimi edifici: il monastero ortodosso di Sant'Arcangelo ed il convento di Visovac. Proprio come la mitica Avalon, resa unica per la sua incredibile ubicazione su un isolotto nel bel mezzo delle acque smeraldine di un lago formato dal fiume Krka, il convento francescano di Visovac custodisce una preziosa biblioteca, opere d'arte ed una gran quantità di altri oggetti di valore, tra i quali anche la sciabola di un valoroso guerriero. Fonte: Ente Nazionale Croato per il Turismo
  •  
loading...
close