Cerca Hotel al miglior prezzo

Crociera alle Kornati (o Incoronate), perle della Dalmazia

Le isole Kornati (o Incoronate) se ne stanno al largo della Dalmazia, dove disegnano un dedalo di rocce, scogli e faraglioni sparpagliati su un mare cangiante. Viene voglia di credere alla leggenda che le riguarda: pare che Dio, una volta conclusa la creazione dell’universo, si trovasse con una manciata di rocce avanzate. A caso le lanciò in mare, e fu così contento del risultato che decise di lasciarle là dove le aveva gettate: così nacque uno degli arcipelaghi più affascinanti della Croazia, oggi Parco Nazionale e riserva marina. Una corona di quasi 150 isole, isolotti e scogli, baciate dal dolce clima mediterraneo e accarezzate da un Adriatico limpidissimo.

Le isole hanno coste frastagliate, fatte precipizi e dirupi inaccessibili, che sembrano respingere e allo stesso tempo sedurre i visitatori. Con un soggetto così è facile scattare fotografie spettacolari, benché nessuna immagine renda davvero giustizia alle selvagge Kornati. Anche l'entroterra riserva belle sorprese: basti citare i muretti di pietre a secco che delimitano i pascoli e le varie proprietà agricole, srotolandosi per centinaia di chilometri sulla terra aspra dell'arcipelago. Proprio così: anche su questo remoto gruppo di isole adriatiche l'uomo è riuscito a lasciare il segno, senza guastare l'incatevole paesaggio. Alle Kornati si sono trovati preziosi reperti archeologici, e vi si incontrano le rovine di un castello degli Illiri, i resti di una villa romana a Mala Proversa, la chiesa cristiana di Santa Maria e altre costruzioni di epoca medievale.

L'isola di Kornat è tra le più grandi e importanti dell’arcipelago, insieme alle isole di Kurba, Piskera e Zut Vela. A Kornat la roccia calcarea disegna geometrie surreali che si stagliano contro il cielo, per poi gettarsi a picco nel mare.
Da ricordare Murter, un isolotto di meno di 20 kmq collegato alla terraferma da un ponte girevole di soli 12 m di lunghezza, situato nella località di Tisno. Ma anche Zlarin, già nota nel medioevo per i suoi coralli e per le spugne di grande qualità. Oggi è possibile visitare il museo che racconta la storia della lavorazione della spugna.

Poi c’è Zirje, la più lontana dalla costa, che appartiene all'arcipelago di Sibenik. Vi fanno tappa velisti e appassionati di pesca, attirati dalle acque molto pescose, ma anche gli amanti dell'arte e della cultura potranno togliersi lo sfizio di visitare i resti della fortezza veneziana. Infine merita una visita Krapanj, che è l'isola più densamente popolata delle Kornati e il luogo giusto per chi cerca un po’ di “vita”.

  •  
loading...
close