Cerca Hotel al miglior prezzo

Zara (Zadar) la porta culturale della Dalmazia

Zadar (Zara), l'antichissima città greca di Idassa o la romana Jadera, passando attraverso una storia tormentata ed alternando diversi dominatori, si è sviluppata grazie all'eccezionale posizione garantita dal suo entroterra sicuro e dai suo porto ancor più protetto. Anche oggi viene annoverata tra le più belle e significative città della Dalmazia. È situata sulla strada maestra che scorre lungo Il litorale adriatica, la cosiddetta mastrala, che valorizza ulteriormente i suoi attributi di luogo di transito dì grande interesse, di centro economico e culturale di questa parte della Dalmazia. La sua area confina con i territori di tre parchi nazionali: Paklenica, Velebit e Kornati.

Per chi arriva in automobile dall’Istria, una volta superata la regione di Fiume (Rijeka), Zara (Zadar) è la prima grande città Dalmata che si incontra, una città ricca di una lunga storia, impregnata di tradizione e con un notevole patrimonio artistico. Le origini di Zara sono lontane nel tempo, gli archeologi le fanno risalire a circa tremila anni fa, e grazie alla sua posizione geografica ha sempre rivestito una importanza strategica sia nel passato sia nella storia moderna della Croazia, quale faro culturale, ma anche economico e commerciale della Dalmazia del nord, oltre che essere un crocevia tra il nord e il sud della regione. Zadar conserva ancora un notevole patrimonio di resti archeologici , a partire dal periodo antico, passando per il medioevo fino al rinascimento ed ai periodi artistici più recenti. Il nucleo primordiale è stato il Foro Romano attorno al quale si è sviluppata la città che poi ha raggiunto la sua maturità urbanistica nel rinascimento quando il centro fu racchiuso da una magnifica cinta muraria, tuttora bene conservata. Gli appassionati di storia possono esplorare i documenti presenti negli archivi storici, nelle sue biblioteche e anche nei musei e scoprire un incredibile patrimonio fatto di arte, letteratura e tradizione musicale.

Non a caso si trova qui l’Università croata più antica, attiva da più di 600 anni, e tutta la città è un fervore culturale continuo con mostre permanenti (come ad esempio la mostra permanente di arte sacra visitabile presso il monastero delle monache Benedettine), od alcune peculiarità come il celebre Teatro dei burattini, oltre che ad un’infinità di manifestazioni musicali, culturali finanche sportive che vi si svolgono in tutti i periodi dell' anno. Per gli appassionati di musica è doveroso segnalare : le serate musicali estive che si svolgono in luglio e Agosto presso San Donato e il famoso Festival della canzone che si svolge regolarmente nel mese di ottobre. Se Zara ha quindi un anima artistico - culturale, non bisogna però dimenticare che questa città d’arte si trova immersa in un paesaggio splendido, ricco di attrazioni naturali . Nella regione di Zara infatti si possono visitare 4 Parchi Nazionali (Isole Coronate, Krka, Paklenika, e il celeberrimo Plitvice) e una cinquantina di località turistiche.

La costa della regione di Zara, è lunga circa 1200 km con una varietà di splendidi paesaggi bagnati da un mare cristallino e una costellazione di almeno 300 tra isole e isolette che possono offrire rifugio anche ha chi cerca la tranquillità assoluta. Scegliere zara come meta della propria vacanza ha come ricompensa la scoperta dei suoi paesaggi montani, nascosti tra le Alpi Dinariche, godere delle spiagge magnifiche offerte dalla sua costa, apprezzare il panorama delle pareti scoscese del monte Velebit, ed immergersi negli scenari assorti e contemplativi delle sue tante isole remote. L'isola di Silba, a sud-ovest dell'isola dì Pag, vanta differenti spiagge tutte adatte alla pratica del naturismo, possibile anche sulle isole dì Olib, Premuda, Iz, Molatili e Viri. Tante isole antistanti la città di Zadar possiedono tutti i presupposti per uno sviluppo turistico di qualità, ma sinora non hanno sfruttato Il loro potenziale e l'unicità della loro bellezza naturale. Capofila tra le località conosciute e valorizzate da un punto di vista turistico sono Paàman, Silba, Premuda, Ist, Molati, Iz, Dava, ma anche gli splendidi parchi Telascica e Miri In un grandissimo numero d'insenature su tutte le isole citate e non, ma anche sulla parte continentale della riviera frastagliata di Zadar, si trovano anche spiagge per naturisti.

  •  
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close