Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a San Sebastián

Itinerario nel parco di Cristina Enea. San Sebastián, Paesi Baschi

Pagina 1/2

In una delle colline che circondano la città si incontra il Parco di Aiete, probabilmente il più spettacolare di San Sebastián. Disegnato da Pierre Ducasse, giardiniere francese residente in San Sebastián, accoglie il palazzo costruito nel 1878 dai Duchi di Bailén, nel quale alloggiarono la regina María Cristina, il re Alfonso XIII, e il dittatore Franco, inoltre molte personalità della politica e aristocrazia. Durante decenni, l'acceso al parco rimase accessibile solo a questi visitatori di categoria, fino a quando nel 1977 i suoi giardini aprirono al pubblico. San Sebastián sommò quindi alle sue molte attrazioni un luogo tranquillo, pieno di vita, ricco di natura, che si esibisce con i suoi fiori in primavera. Oggi, accoglie i passanti e coppie di innamorati. I giardini nascondono stagni, e una grande varietà di specie botaniche d'interesse, come magnolie, araucarie, sequoie, gingkos, rovi, faggi, olmi, sicomori, ecc. La parte del pendio rimane selvaggio e ombroso, conservando l'incanto di un bosco umido naturale.

Meno sofisticato, però con tutto l'incanto della natura nella sua forma più pura, il Parco di Cristina Enea permette di confondersi tra i suoi boschi, dimenticando che ci troviamo a pochi metri dal centro urbano. Fu donato alla città per il suo antico proprietario, il Duca di Mandas, e il suo nome onora Cristina, la donna di questo gentiluomo. Accoglie una grande estensione di alberi, la cui varietà più rappresentativa sono il gingko, i caki, la sequoia gigante, il cedro e il falso cipresso. Lo riempiono anche specie più facili da trovare, come piccoli banani, castagni d'india, tigli, olmi o magnolie. I pavoni reali dividono la propria residenza con cigni e altre specie animali. Attualmente il parco conta con una zona di gioco infantile e circuiti per praticare sport.

Uno dei più visitati è il Parco del Miramar, che si alza in un luogo privilegiato tra le spiagge di La Concha e Ondarreta. L'influenza inglese si plasma nel palazzo, opera di stile "cottage inglese" dell'ingegnere Selden Wornum, e la francese nei giardini disegnati per Pierre Ducasse. La splendida panoramica della baia della quale si gode da questa zona si completa con la delizia di distinte specie d'alberi. Curati sentieri ci guidano tra fiori ed alberi, percorrendo un intorno di grande bellezza.

Fuori dalla città troviamo ampi spazi verdi come il Parco di Miramón. Sede del museo kutxaEspacio della Scienza e di un parco tecnologico delle imprese. Competendo con i moderni edifici di uffici si trova la collezione Gipuzkoa in Miniatura, composta da curiosi plastici delle più emblematiche costruzioni gipuzkoane, come il Santuario di Aránzazu, la Università di Oñate, o la sede della Diputación Foral di Gipuzkoa. In fondo si vedrà un palazzo, sono le Torri di Arbide, che nel 1974 si trasferirono interamente dal centro urbano fino a questa nuova ubicazione, tornando a collocarsi le sue 6.300 pietre tali come stavano in origine. Più lontano, nel donostiarra quartiere di Alza, il parco e Lau Haizeta (che in euskera significa "quattro venti") riceve il vento dai quattro poli, è il principale polmone del denso nucleo urbano che lo circonda.
... Pagina 2/2 ...
I tre monti che custodiscono San Sebastián, e l'isola che corona la baia, mantengono alcuni spazi naturali, autentiche vedette sopra l'orizzonte marittimo. Una passeggiata per i boschi del Monte Ulia conduce fino alle rocce dell' Aquila, del Re e del Baleniero, da dove le sentinelle scrutavano l'orizzonte in cerca delle balene, avvertendo al porto mediante un falò l'avvistamento di alcuna vittima. Da Igeldo (Igueldo) otterrà una panoramica di San Sebastián e suo circondario, con il Cantábrico a un lato e la catena montuosa all'altro. Il torrione, che serviva da vedetta, fu ricostruito come attrazione turistica, e la sensazione da sopra è spettacolare. Urgull nasconde gradevoli cammini tra le rovine medievali e ricordi bellici, che scendono fino al Sacro Cuore, statua di 30 metri di altezza che domina la città. È il miglior posto per immaginarsi le battaglie tra truppe, per godersi un riposo tranquillo, circondato dalla natura, senza allontanarsi dall'intorno urbano.

Situato ad una decina di chilometri da San Sebastián , Artikutza è un bosco fitto con faggi, querce e pini che fu acquistato dal municipio della città agli inizi del XX secolo. Si tratta di una riserva selvaggia e quasi vergine che può essere visitata grazie ai percorsi segnalati e le visite guidate che si organizzano nei mesi autunnali.

Fonte: Ufficio Spagnolo del Turismo
Milano 02/72004617 - Roma 06/6783106
Visita Spain.info
 

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittŕ World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close