Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a San Sebastián

Donostia-San Sebastián: festival, feste e tempo libero

Pagina 1/2

La città di San Sebastián riesce a combinare le sue tradizioni festive con progetti innovativi, migliora la sua qualità di vita dal rispetto al medio ambiente e, ogni anno, apre una varietà di attività culturali adatte a tutto il pubblico.

La Fiera Internazionale di Teatro a San Sebastián è un appuntamento immancabile per il settore delle Arti Sceniche. Evento culturale consolidato come un dei più importanti appuntamenti teatrali, è da anni in testa alle fiere di tutta la Nazione, è anche la gran festa delle arti sceniche con epicentro nel rinnovato Teatro Vittoria Eugenia. Luglio è il mese dei ritmi strumentali. Il Jazzalia o Festival Internazionale di Jazz, presenta un programma brillante e completo. Un gran numero di rutilanti stelle e gruppi musicale di enorme interesse sfileranno per palcoscenici così diversi come la Sala Club del Teatro Vittoria Eugenia, l'Auditorio Kursaal, la piazza della Trinidad o le terrazze del Kursaal.

Il gran flusso di pubblico che si concentra davanti alle biglietterie del Kursaal in ogni edizione della Quindicina Musicale dimostrano il piacere dei donostiarras per la musica sinfonica. Concerti di orchestre di nome internazionale concentrano giovani e adulti, e quasi sempre si colloca il cartello di "tutto esaurito". Però il grande appuntamento culturale, che la città aspetta ogni mese di settembre, è il Festival internazionale del Cinema. Niente da invidiare ad altre competizioni - né come stelle, né in qualità di modelli -, le sale si riempiono di pubblico durante mattina, pomeriggio, e notte.

Un altro festival che cresce di più ogni anno è la Settimana del Cinema Fantastico e di Terrore che insieme ad altre attività completano un anno pieno di eventi culturali per tutti i gusti.

Inaugura il calendario festivo la popolare tamburata, che si celebra il 20 di gennaio, giorno di San Sebastián - patrono della città -. La festa comincia a prepararsi alla vigilia, con cene in ristoranti e società gastronomiche. A mezzanotte si issa nella piazza della Costituzione la bandiera della città, indica l'inizio del giorno di San Sebastián. La mattina, centinaia di bambini e bambine vestiti da tamburini partecipano nel defilé infantile. L'ammainabandiera è il 20 gennaio a mezzanotte che mette fine ai festeggiamenti. In febbraio si celebra l'arrivo del carnevale, la festa più importante del periodo invernale. Lo annunciano i chiassosi calderari che, come narra la canzone popolare, "vengono dall'Ungheria". La comparsa di iñudes e artzaias ricorda il gioco tra le bambinaie e i pastori che le corteggiavano. E il carnevale, con l’apparizione del dio Momo, riempie le strade di colori, e donostiarras e visitanti competono nell’originalità delle sue maschere.

L'arrivo dell' estate si festeggia il 23 di giugno, vigilia del solstizio, quando si benedice l'albero di San Giovanni nella piazza della Costituzione. Dopo l'atto si balla l'aurresku - ballo tradizionale basco -, e a mezzanotte si accendono i falò per tutta la città.

... Pagina 2/2 ...Verrà in seguito la festa maggiore donostiarra, Settimana Grande, che celebra le festività della Vergine dell’Assunzione, per tutta la settimana del 15 di agosto. Un ampio programma di appuntamenti popolari, spettacoli, e avvenimenti culturali e sportivi completano la giornata. Però l'atto per eccellenza ha luogo di notte: è il Concorso Internazionale dei Fuochi Artificiali, con una mostra pirotecnica di gran qualità che è ammirata da donostiarras e forestieri.

A settembre arriva la festa con le Euskal Jaiak e col suo ampio programma festivo di sport rurali e balli che immerge la città in un gran festeggiamento popolare. Le due prime domeniche del mese, il festeggiamento si completa con la Bandiera della Concha, il primo trofeo del circuito de "traineras" imbarcazione tipiche del Cantabrico.

Per terminare l'anno, la fiera di san Tommaso, che si celebra il 21 di dicembre, è una della più attese per i donostiarras. Questa festa ricorda l'antico mercato che si celebrava in San Sebastián, nel quale agricoltori e allevatori della provincia si avvicinavano alla capitale per pagare i suoi tributi e per esibire i maggiori prodotti.

La cosa più complicata è annoiarsi a San Sebastián. Questa città è rimasta fedele alla filosofia, che la ha trasformata già cent'anni fa in uno dei posti più cosmopoliti d'Europa. "La Bella Easo" è una città moderna e aperta a influenze esteriori e dispone di un'ampia offerta di infrastrutture per passare il tempo libero. Non fa differenza se si visita la città con la famiglia o con il partner, da solo o in gruppo, con intenzioni di rilassarsi o di praticare sport, la città è preparata a tutto e più. L'offerta contiene inoltre delle zone commerciali che insieme a negozi di tutti i tipi impediranno che il tempo a San Sebastián passi senza far niente.

Fonte: Ufficio Spagnolo del Turismo
Milano 02/72004617 - Roma 06/6783106
Visita Spain.info
 



loading...
25 Maggio 2017 Il Palio di Ferrara

È il più antico del mondo e corsa di festa che a differenza ...

NOVITA' close