Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Madrid

Madrid e il Paseo del Arte: Museo del Prado, Thyssen e il Centro d'Arte

Pagina 1/2

Il Museo Thyssen-Bornemisza, da dove ha inizio un itinerario che passa in rassegna le arti plastiche, riunisce in tre piani una splendida pinacoteca permanente, arricchita da mostre provvisorie allestite insieme ai principali musei del mondo. Conservando intatta la facciata neoclassica del vecchio Palazzo Villahermosa, nell'anno 1992 l'architetto Rafael Moneo trasformò l'edificio in un museo contemporaneo, in grado di custodire una tra le più importanti collezioni private esistenti sul pianeta, costituita da oltre 800 quadri, sculture, arazzi e oggetti artistici che abbracciano il periodo compreso tra il XIII e il XX secolo.

A pochi metri dal Thyssen sorge il Congresso dei Deputati, edificio del XIX di Narciso Pascual y Colomer, con evidenti influssi rinascimentali.

Attraversando la Piazza del Parlamento (Plaza de las Cortes) e percorrendo la calle del Prado, s'arriva all'Ateneo di Madrid, sede abituale di diversi eventi culturali, che vanta una pregevole biblioteca e un'interessante galleria di ritratti. Vicinissimo, imboccando la calle León e continuando lungo la calle Cervantes ci s'imbatte nel numero 11, dov'è ubicata la Casa Museo di Lope de Vega. A poca distanza si trova la chiesa-convento delle Trinitarie; risale al XVII secolo e vi riposano i resti di Cervantes.

Lasciata alle spalle la Piazza di Gesù, la calle Duque de Medinaceli porta alla chiesa del Gesù di Medinaceli, oggetto di gran devozione da parte degli abitanti di Madrid. Davanti al Parlamento, l'hotel Palace richiama alla memoria l'inizio del XX secolo, con il fascino proprio dei grandi hotel europei che fanno mostra dei portieri in livrea.

Di ritorno a Piazza Cánovas del Castillo, si scopre la fontana del dio Nettuno sopra il suo cocchio marino. Nella vicinissima Piazza della Lealtà s'innalza il monumento ai caduti, accanto all'edificio classico della Borsa e all'elegante hotel Ritz, costruito nel 1910. Poco distanti sono ubicate la Reale Accademia Spagnola e la bellissima chiesa di San Gerolamo Reale: luogo che assistette al verificarsi di diversi episodi di rilievo nella storia della monarchia borbonica.

"Erede" delle collezioni reali, la pinacoteca del Museo del Prado - che funziona come tale dall'anno 1818 - non è seconda a nessun'altra.
... Pagina 2/2 ...
Sistemata in un edificio opera di Juan de Villanueva - eretto nel 1785 per ospitare il Museo di Scienze Naturali -, ha bisogno di tanto spazio che arriva fino alla chiesa dei Gerolamini. Riunisce le migliori opere di Goya, Velázquez, Murillo, Ribera e Zurbarán; assolutamente unica la raccolta di dipinti fiamminghi e italiani, frutto della tappa imperialista della Spagna in Europa. Le tre porte principali del Museo sembrano essere "sorvegliate" dalle statue di Goya, Velázquez e Murillo.

In Piazza Murillo, annesso a quello che probabilmente fu il Museo di Scienze Naturali, il Giardino Botanico è un recinto pieno di richiami romantici, che ospita una gran varietà di specie vegetali. Di fianco, la Salita di Moyano (Cuesta de Moyano) è il posto perfetto per acquistare e vendere libri usati.

Affacciato sulla Rotonda (Glorieta) di Carlo V, anche se s'accede da calle Santa Isabel, il Museo Nazionale Centro d'Arte Reina Sofía mette fine a quest'itinerario artistico; accoglie una magnifica collezione d'arte contemporanea, oltre ad esporre diverse mostre provvisorie. Innalzato sopra un vecchio ospizio, combina gli ascensori vistosi dal disegno assolutamente avanguardista con le linee neoclassiche, essendo in parte il simbolo della modernità madrilena.

Il "Guernica" di Picasso è senza dubbio tra i quadri che attirano il maggior numero di visitatori.

Fonte: Ufficio Spagnolo del Turismo
Milano 02/72004617 - Roma 06/6783106
Visita Spain.info
 

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close