Cerca Hotel al miglior prezzo

Idaho: viaggio nello stato della Sun Valley e delle Rocky Mountains

Pagina 1/2

  • Bear Lake
  • Hells Canyon
  • Pocatello
  • Dog Bark Park
  • Silver Wood
L’Idaho è uno stato di quasi 1.400.000 abitanti situato nella parte nord-occidentale degli Stati Uniti confinante a nord con la provincia canadese della Columbia Britannica, ad ovest con l’Oregon e lo stato di Washington, a sud-ovest con il Nevada, a sud-est con lo Utah e ad est con il Wyoming ed il Montana. Una curiosità è legata alla toponomastica dello stato; la storia narra infatti che al momento della decisone del nome del nuovo territorio, il lobbysta George M. Willing suggerì Idaho, un termine che egli disse di aver recuperato dalla lingua di una tribù indiana locale, ed il cui significato avrebbe dovuto essere “perla delle montagne”. Poco dopo però si scoprì che il termine era stato assolutamente inventato dall’eccentrico personaggio, e la regione venne inizialmente ribattezzata Colorado, per poi tornare Idaho nel 1863, al momento della proclamazione ufficiale del nuovo stato. Chiamato Gem State per l’abbondanza delle risorse naturali presenti nel sottosuolo, l’Idaho è il più inaccessibile tra gli stati delle Rocky Mountains (Montagne Rocciose); le sue numerose bellezze naturali, spesso situate in luoghi isolati e desolati, possono a volte risultare troppo intense per i visitatori, trasformando un viaggio che non sia stato ben programmato in una poco piacevole esperienza di solitudine e disagio.

Nel 1805, Meriwether Lewis e William Clark, partiti da Saint Louis per raggiungere il Pacifico, furono i primi esploratori ad avventurarsi nel territorio dell’Idaho. Soltanto trent’anni dopo però, quelle terre abitate dagli indiani accolsero a Fort Hall il primo vero e proprio insediamento stabile di Nathaniel Wyeth. Dal 1860 l’Idaho fu meta di esplorazioni da parte di coloni in cerca di terra e di cacciatori di pelli, attratti dalla gran quantità di castori, anche se in generale la corrente migratoria, proveniente non dall’Est ma dall’Ovest ormai saturo, fu favorita dalla scoperta di giacimenti auriferi lungo l’Orofino Creek. Nel 1890, in corrispondenza di un periodo caratterizzato da una crescita demografica senza precedenti, lo stato fu il quarantatreesimo ad entrare a far parte dell’Unione.

Il territorio è prevalentemente montuoso, occupato da imponenti catene come la Rocky Mountains. Nella parte meridionale si estende invece l’altopiano basaltico dello Snake River, che scorre in un lunghissimo canyon dalle pareti di lava. In questo fiume confluiscono quasi tutti i corsi d’acqua della parte meridionale dello stato, mentre le province settentrionali sono molto ricche di laghi di ogni dimensione. Le foreste di conifere, che ricoprono circa un terzo del territorio, sono una meraviglia rara da vedere, rara come le specie vegetali che crescono solo in determinati luoghi: il giglio viole delle montagne nella regione dell’Owyhee River, la fritillaria gialla nel canyon dello Snake River e la genziana blu nella regione centrale. La fauna annovera molti predatori, tra cui coyote, orsi neri e puma, ma si possono incontrare anche antilopi ed alci.

La capitale è Boise, una città di 198.000 abitanti situata nella parte sud-occidentale dello stato presso le rive dell’omonimo fiume a circa 65 chilometri di distanza dal confine con l’Oregon. Oltre ad essere la sede del governo statale, Boise è il maggior centro culturale e commerciale dell’Idaho. Tra le attrazioni cittadine da visitare spiccano diversi interessanti musei: il Boise Art Museum, l’Idaho Historical Museum, il Cultural Center, il Basque Museum ed il Discovery Center of Idaho. A questi si affiancano tantissimi parchi, specchio del ruolo di grande importanza ricoperto dalla natura nello stato. Da non perdere il Julia Davis Park, che ospita anche lo zoo. A pochi chilometri di distanza dalla città si trovano diversi interessanti siti dai quali godere a pieno delle bellezze naturali; su tutti spiccano il Peregrine Fund World Center for Birds of Prey, dimora di falchi predatori ed aquile, e lo Snake River Birds of Prey Natural Area, dove dimorano molti rapaci.

Oltre alla capitale, all’interno dello stato non si trovano altre città con più di 100.000 abitanti, tanto che le tre maggiori sono nell’ordine Nampa (76.000 abitanti), Meridian (59.000) e Pocatello, (54.000). Buona parte della superficie dell’Idaho è infatti ricoperta da grandi estensioni verdi. Gli amanti della natura troveranno il proprio habitat ideale visitando la Sun Valley, posta tra la Sawtooth e la Challis National Forests, che deve la propria nascita ad Averil Harriman della Union Pacific Railroad che, nel 1930, mandò il conte austriaco Felix Schaffgotsch alla ricerca di un’area da trasformare in una stazione sciistica in grado di competere con i villaggi austriaci e svizzeri. La scelta cadde sulla cittadina di Ketchum e da allora la Sun Valley si è trasformata in una famosa località mondana, ricca di moderne attrezzature: il primo skilift del mondo è nato proprio qui. Le colline intorno a Ketchum sono ricche di sorgenti d’acqua calda che possono essere raggiunte solo a piedi, mentre il Silver Creek offre la possibilità di dedicarsi alla pesca, l’attività preferita dello scrittore Ernst Hemingway, che si suicidò sparandosi in testa proprio nel soggiorno della sua casa di Ketchum, dove oggi giace al cimitero comunale. La parte più pittoresca del corso dello Snake River, che nasce all’interno del Parco di Yellowstone, è senza dubbio l’Hells Canyon, l’ultima profondissima gola attraversata dal fiume prima di raggiungere il bacino del Columbia. Per più di 100 chilometri lo Snake River si apre infatti un passaggio molto stretto tra le alte pareti di lava: è questa la voragine più profonda dell’America settentrionale. Le pareti del canyon toccano i 2436 metri di altitudine, persino più elevate dello stesso Grand Canyon del Colorado!

... Pagina 2/2 ... Altro fiume degno di nota è il Salmon River, famoso per essere il fiume più lungo d'America, se si considerano solo quelli che nascono e terminano all'interno di uno stesso stato.
Una menzione particolare va poi data alle Shoshone Falls, delle imponenti cascate ubicate nei dintorni di Twin Falls. La loro caduta supera di una quindicina di metri il dislivello delle Niagara Falls, anche se la portata non è certamente paragonabile.

L’ultima destinazione da visitare sono i Craters of the Moon National Monument, situati circa 20 chilometri ad ovest della cittadina di Arco. La zona deve il proprio nome all’analogia con la superficie della luna: si tratta infatti di un vero e proprio museo di forme vulcaniche con ben 55 coni dai nomi fantasiosi, come ad esempio il Grassy Cone, il “Cono Erboso”, il Silent Cone, il “Cono Silenzioso”, e la Big Cinder Butte, la “Grande Collina di Brace”.

Il clima, piuttosto variegato all’interno dello stato, nella parte più occidentale risulta essere mitigato dalla vicinanza dell’Oceano Pacifico. In queste province le temperature sono decisamente superiori a quelle della parte orientale dell’Idaho, nelle quali i valori sono particolarmente bassi anche a causa dell’altitudine mediamente alta. Le estati sono generalmente calde in tutto lo stato, con temperature massime che a livello assoluto possono oscillare intorno ai 37/38 gradi. Gli inverni invece sono freddi, nevosi e umidi.

Gli aeroporti più trafficati dell’Idaho sono il Boise International Airport e lo Spokane International Airport, anche se quest’ultimo è amministrativamente appartenente allo stato di Washington. Lo stato è anche attraversato da due grandi linee ferroviarie: la Burlington Nothern Santa Fe (BNSF) e la Union Pacific Railroad. Per quanto riguarda i percorsi carrabili, le autostrade interstatali I-15, I-84 e I-86 sono i principali assi dello stato.
loading...
24 Febbraio 2017 Garda by bike, la pista ciclabile tra Capo ...

Pronti all'arrivo della primavera e le sue tentazioni? Se siete amanti ...

NOVITA' close