Cerca Hotel al miglior prezzo

10 cose da non perdere a Lione

Pagina 1/2

Lione è la seconda più grande area metropolitana della Francia, e gode dell'indubbio vantaggio di essere abbastanza vicina all'Italia, ideale quindi per chi volesse vivere un week end oltralpe, anche viaggiando con la propria auto, per lo meno chi abita nel nord-ovest dell'Italia. Lione, che rimane a circa 3 ore da Torino, ed a circa metà strada tra Nizza e Parigi, è per lo più conosciuta come la capitale gastronomica della Francia.

Quindi senza dubbio una ghiotta occasione per un fine settimana, ma senza dimenticare arte e cultura che fanno di Lione una delle città più interessanti d'Europa. Trovandosi sul fondovalle, alla confluenza del Rodano con la Saona, in estate Lione è una città piuttosto calda ed afosa, e fredda al mattino d'inverno: meglio quindi l'autunno o la primavera, i periodi giusti per scoprire questa città, che ha sempre qualche appuntamento culturale da non perdere.

La gastronomia è un altro punto importante a suo favore, e se volete mangiare ottima cucina francese, la capitale del Rodano-Alpi rivaleggia con Parigi in termini di qualità dei suoi ristoranti, tuttavia ci sono molte più attrazioni rispetto ai ristoranti, e sopratutto potrete scoprire la storia romana di Lione ed i suoi bellissimi parchi. Inoltre, grazie ai suoi importanti siti storici e culturali, Lione è stata dichiarata patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1998. E nel designare il sito storico di Lione, l'UNESCO ha ribadito il fatto che la città ha dato una testimonianza eccezionale della continuità dell'insediamento urbano per più di due millenni, in un sito di grande importanza strategica e commerciale.

Le zone della città designate come parte del sito storico sono la Fourvière, il quartiere romano, il distretto della seta (Croix-Rousses), la Presqu'ile, ed il distretto rinascimentale (Vieux Lyon), tutte aree da non perdere, ma in un weekend non si può riuscire a vedere tutto. Ecco quindi alcuni dei luoghi ed eventi fondamentali, le 10 cose da non perdere nella città di Lione, anche se avete poco tempo a diposizione. Se poi non avete paura delle folle, Lione da il megli di se a trada primavera, con il Festival delle Nuits Sonores, e alla fine dell'autunno con la celebre Fete des Lumieres, la festa delle luci di Lione.

La Fourvière

Chi viene transita anche solo per due giorni a Lione non può esimersi da visitare la collina della Fourvière, che si trova in riva sinistra della Saona, appena ad ovest del centro città. E' la parte più antica della città, ed è proprio qui che i romani costruirono l'insediamento di Lugdunum nel 43 a.C. anche se qui gli insediamenti dei galli fanno risalire l'origine di Lione al sesto secolo avanti Cristo. Gran parte delle vie e dei quartieri di questo distretto fanno parte del Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco, ed è un piacere passeggiare per queste contrade. Se avete poco tempo a disposizione potete superare i 120 metri di di dislivello della Fourvière utilizzando una delle due funicolari disponibili. Non dimenticate di vedere la Tour métallique de Fourvière, ultimata nel 1894. E' alta 85,9 metri, ma i lionesi sono orgogliosi di segnalare che la sua cima raggiunge i 372m di altezza (utilizzando il contributo della Fourvière) superando in assoluto la Torre Eiffel di Parigi.

Il Teatro Romano

Sopra alla Fourvière troviamo il Teatro Romano, che è il luogo più antico della città, risalente al I secolo avanti Cristo. Fu costruito quando l'imperatore Augusto regnava su tutta la Gallia ed è straordinariamente ben conservato. Ci sono altre tre rovine storiche di strutture romane che condividono la stessa zona della Fourvière, ma di certo il teatro è in grado di impressionare anche il turista più distratto. Quando era al massimo del suo splendore, poteva accogliere fino a 10.000 spettatori. Oggi è un sito turistico, ma viene ancora utilizzato per degli spettacoli: fa parte dei luoghi utilizzati dal Festival delle Nuits de Fourvière, che si svolge in estate, ogni anno.

Cattedrale di St-Jean

E' una delle due chiese principali di Lione, e si erge alla base della collina della Fourvière. Dedicata alla figure di San Giovanni Battista e Santo Stefano, fu eretta a partire dal 12° secolo, in pieno periodo romanico, e in effetti la zona dell'abside è costruita in questo stile, che però durante la costruzione fu abbandonato per un più audace gotico fiammeggiante, che si può ammirare sulla sua bella ed imponente facciata. Oltre a due importanti organi, la Cattedrale Saint Jean è famosa per il suo orologio Astronomico, del 14° secolo.

La Basilica di Notre Dame-de-Fourvière

Questa imponente struttura è stata costruita 1872-1876 ed è considerato tra le aggiunte più recenti nella regione. La scintillante basilica è ben visibile da lontano, in quanto si trova sulla cima della collina di Fourvière. La maggior parte delle persone che lo vedono da lontano la scambiano più per una fortezza che una chiesa, a causa delle torrette ai quattro angoli dell'edificio, e per le mura merlate. Ma quando ci si avvicina i dubbi svaniscono: si tratta di una magnifica chiesa! L'interno della basilica è affascinante, con magnifiche vetrate, marmi e mosaici colorati.

Presqu'île

Di fatto è questo il vero centro di Lione, e il suo nome tradotto ha il significato di “Penisola”: Si tratta infatti di quella porzione di territorio che si estende dal quartiere della Croix-Rousse fino alla confluenza tra il Rodano e la Saona. E' il luogo ideale per una bella passeggiata per negozi di alto livello, dedicarsi allo shopping del sabato pomeriggio, e vivere una delle vie storiche più importanti di Lione, la Rue Merciere, oltre che ammirare i sontuosi palazzi delle sue varie piazze.

Basilica Di San Martino d'Ainay

Questa chiesa particolare della Presqu'île, se osservata dalla sua facciata. sembra di fatto un grande campanile circondato da una piccola chiesa. E' uno dei monumenti di arte romanica meglio conservati di Lione. Il piccolo edificio, che colpisce per le sue massicce mura, il campanile a stregua di una torre di guardia, le strette aperture delle finestre strette e le pesanti porte, sembra apparentemente essere stato costruito con in mente un concetto militare, e in effetti ci ricorda del periodo turbolento, ricco di guerre e lotte intestine, in cui venne eretta la chiesa.

... Pagina 2/2 ...
Parc de la Tête d'Or

Questo parco si trova nel centro di Lione, e dispone di un grande lago dove la gente può godere di rinfrescanti gite in barca, durante l'estate. Si tratta di una delle mete preferite per i ciclisti, gli amanti della corsa e del jogging. Il parco, che è di grandi dimensioni e copre una superficie di circa 117 ettari, ospita anche uno Zoo, ed è meta perfetta per le famiglie con bambini.

Giardino Botanico

Il giardino botanico viene spesso incluso nel Parc de la Tête d'Or , ma in realtà merita di essere segnalato a parte. Contiene un numero incredibile di piante, si stima oltre 15.000 tipi, inserite a partire dalla sua creazione, avvenuta nel 1857. Tra le varie segnaliamo ben 750 varietà di rose, 200 tipi di peonie, ben 3500 piante provenienti da regioni temperate, 1800 dalle Alpi e cinque serre, di cui 3 veramente grandi e con specie provenienti dai paesi tropicali

Place Bellecour

Con le sue grandi misure di 312 per 200 m, si tratta di una delle piazze più grandi d'Europa, la più vasta tra quelle non dotate di giardini al loro interno, e tra quelle pedonali. E' il vero centro geometrico di Lione: per le strade che si dipartano da qui, Place Bellecour rappresenta il chilometro zero. Al centro della piazza si trova il monumento equestre di Luigi XIV, cui si accompagnano due statue allegoriche, che rappresentano i fiumi Saona e Rodano, che si incontrano no ndistante da qui. C'è anche un'altra statua che raffigura Antoine de Saint-Exupéry seduto davanti al Piccolo Principe: l'opera fu installata per il centenario della nascita dell'aviatore-scrittore, avvenuto nel 2.000.

Place des Terreaux

Altra piazza imperdibile di Lione, qui la bellezza degli edifici rende questo luogo davvero monumentale: lungo il perimetro di questa piazza rettangolare si evidenziano il Palazzo Municipale (Hotel de Ville), il Museo delle belle Arti e una importante galleria commerciale. Da non marcare la Fontaine Bartholdi, lo stesso autore della Statua della Libertà di New York City . La sua collocazione doveva essere provvisoria, ma è invece rimasta li dal 1888. E non sta affatto male!

Museo delle Belle Arti

Se viaggiate a Lione non dimenticate di visitare il museo principale della città, nonché uno dei più grandi di tutta la Francia. E 'ospitato in un antico convento del 17 ° secolo ed ha in mostra dipinti di grandi artisti del calibro di Rembradt, Francis Bacon, Picasso e Rubens. Qui troverete una vastissima raccolta di disegni, arti decorative, antichità greche e romane. Il Museè des Beaux-Arts è anche famoso per la sua collezione di 50.000 pezzi, tra monete e medaglie.

Volete approfondire un progetto di un week-end a Lione: ecco qui un Tour di Lione, cosa fare e visitare in due giorni

 Pubblicato da il 13/06/2016 - - ® Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close