Cerca Hotel al miglior prezzo

Sharm el Sheik (Egitto), vacanze nel Mar Rosso

Sharm El Sheikh, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Sulla punta meridionale della penisola del Sinai, Sharm el Sheikh è oggi uno dei luoghi più apprezzati al mondo da chi cerca una vacanza all'insegna del mare strepitoso, del sole 365 giorni l'anno, e dell'incredibile numero di offerte alberghiere con possibilità di scegliere tra hotel super-lussuosi e strutture alberghiere di buon livello e dai prezzi accattivanti. Tutto questo è Sharm, forse uno sviluppo troppo rapido ed esplosivo, forse una meta ormai inflazionata, ma nonostante qualsiasia pregiudizio ancora in grado di sorprendere il visitatore con la sua luminosa bellezza.

Fino a qualche decennio fa Sharm non altro che un porto sperduto in una landa desertica, che si affacciava sulle rive del Mar Rosso. Definitivamente passato in mani egiziane nel 1982 ha subito un rapido sviluppo in questi ultimi anni, diventando popolarissimo trra i vacanzieri europei, israeliani e di altre parti del mondo.
I voli che conducano a Sharm sono numerosissimi, di fatto l'Ophira Airport è il secondio scalo della nazione dopo l'aeroporto del Cairo, e molti voli charter provengono dall'Italia. Il volo ha una durata compresa dalle 3,5 alle 4 ore, necessarie a coprire i circa 3.000 lm che separano Sharm dall'Italia.

L'offerta alberghiera è eccezionalmente varia: Sharm offre un infinità di sistemazioni di vario livello e ci sono offerte per avere trattamento di mezza pensione oppure dei convenientissimi all inclusive. Si possono trovare sistemazioni a Sharm centro oppure nella vicina Naama bay, quest'ultima in forte espansione negli ultimi anni. Oltre che hotel ed alberghi Sharm è famosa per la sua vita notturna, tra le più intense di tutte le località del Mar Rosso. I locali sono aperti fino all'alba e c'è una grande scelta tra pub, bar, discoteche, night club e club privati che si snodano lungo i chilometri di costa che da Sharm attraversano i sobborghi di Ras Umm Sid, Na'ama bay, Gardens bay,Tiger Bay, Shark's bay, Ras Nasrani e Nabq bay.

Cosa fare a Sharm el Sheik? Se siete volati nel sud del Sinai lo avrete fatto essenzialmente per due cose: il sole e il mare. Qui davvero il sole splende 365 giorni all'anno e le giornate sono davvero esaltanti se accompagnate dalla certeza di un tempo soleggiato. A volte tira un forte vento, tipico delle zone desertiche, ma tutto sommato la zona di Sharm è meno ventosa rispetto ad altre che s'affacciono sul Mar Rosso.
Il mare è l'altro 'must' di Sharm, il richiamo per migliaia di appassionati che vengono ad ammirare lo spettacolo della barriera corallina, davvero a portata di mano, a pochi metri dalla riva. Di sicuro lo sviluppo demografico esplosivo non ha aiutato a mantenere intatto il tratto di costa cittadino, ma basta spostarsi ad occidente, nel territorio del parco nazionale di Rad Mohammed per poter godere di acque ricche di coralli e pesci, in un tripudio di colori. Il Mar rosso è fantastico per i coralli, l'unico neo, specie in inverno, è dato dalla temperatura delle acque che si mantiene bassa per il fenomeno dell'upwelling e cioè il richiamo di acque fresche profondo che si manifesta in presenza di venti di terra.

I punti migliori per le immersioni o per praticare lo snorkelling lungo il parco di Ras Mohammed (consigliata sempre la presenza di una guida) sono Yolanda beach e il Shark Observatory. Il parco è anche interessante fuori dall'acqua, presentando caratteristiche naturali uniche, con foreste di mangrovie, ambienti costieri vari con dune di sabbia, lagune e abitato da vari tipi di animali tra cui gazzelli e volpi del deserto.

Altre escursioni molto popolari sono ovviamente quelle via aereo verso il cuore archeologico dell'Egitto, con visita delle piramidi di Giza e le crociere sul Nilo intorno a Luxor. Oppure potete scegliere di andare a visitare uno dei luoghi religiosi più affascinanti del mondo, il Monastero di Santa Caterina che si trova hai piedi del Monte Sinai. Per chi ha gambe buone e voglia di svegliarsi prima dell'alba, è assolutamente consiglibile compiere l'ascesa notturna al monte Sinai e da qui ammirare l'alba di un nuovo giorno, in uno spettacolo unico ed entusiasamante in un contesto assolutamente esclusivo.

  •  

 Pubblicato da - 09 Ottobre 2010 - © Riproduzione vietata

close