Cerca Hotel al miglior prezzo

Namibia meridionale: dal Sossusvlei a Lüderitz

Delimitata dall'Atlantico e dal deserto del Namib a occidente e dalle dune arancioni del Kalahari ad oriente, la Namibia meridionale è un paese dai grandi e solitari spazi aperti. La sua offerta comprende una grande varietà di attrazioni ineguagliate, dagli edifici storici alle città fantasma, ai fossili e le foreste di quiver tree (Aloe pillansii).

L'attrazione principale della parte meridionale è lo spettacolare Sossusvlei, una conca d'argilla formatasi quando le dune migranti del Namib blocco il percorso del fiume Tsauchab. Circondata da dune maestose a forma di stella e con colline ondulate, il bacino e le dune circostanti offrono uno spettacolo assolutamente mozzafiato nelle prime ore del mattino. Il bacino può restare asciutto anche per un decennio, ma dopo le inondazioni di maggiore portata può conservare l'acqua per quasi un anno. Nei dintorni si trova lo spettacolare Dead Vlei con il suo terreno in pura argilla e i tronchi morti di acacia rivolti verso il cielo.

Il Sesriem, sulla strada per il Sossusvlei, riceve il suo nome da un canyon profondo 30 metri scavato nei detriti del fiume Tsauchab. Il nome significa "sei cinghie" - un riferimento al fatto che i primi colonizzatori dovettero usare sei cinghie dei buoi per immergere i secchi nelle pozze dello stretto canyon.

La Namib Rand Nature Reserve, 60 km a sud di Sesriem, è la più grande riserva privata della Namibia. La varietà dei panorami del Namib Rand rappresenta praticamente tutte le sfaccettature del deserto del Namib. I visitatori della riserva hanno ottime probabilità d'incontrare camosci (orici, iene, antilopi, zebre e alcune delle oltre 120 diverse specie di uccelli registrate. I misteriosi "cerchi magici" sono una caratteristica onnipresente nel Namib Rand.

Accanto al mare di dune, verso est, c'è il massiccio di Naukluft con profonde vallate, canyon, colline ondulate e scarpate rocciose. Santuario per la zebra Hartmann di montagna dal passo infallibile, queste scoscese montagne sono un paradiso per gli entusiasti dell'attività all'aperto, con possibilità di passeggiate, hiking di 8 giorni e piste da 4 × 4. La fauna visibile comprende camosci, cudù, gazzelle e antilopi saltarupi.

Il castello di Duwisib è un'altra famosa attrazione del sud del paese. Costruito nel 1908-1909 dal Capitano Hans-Heinrich Von Wolf, il castello si annida tra colline ondulate, nel sud-ovest del Maltahöhe. Esso è oggi aperto ai visitatori, mentre per i pernottamenti sono disponibili dei campeggi.

Sgomentante è forse un'espressione troppo moderata per descrivere la brutale bellezza del Fish River Canyon che si classifica tra i più grandi del mondo. La sezione più spettacolare del canyon è lunga 65 chilometri e raggiunge la profondità di 549 metri. La Ai-Ais Resort è famosa per le sue fonti termali e marca la fine degli 85 chilometri della pista di hiking del Fish River Canyon, uno dei percorsi più elevati di tutta l'Africa meridionale.

L'area protetta del Fish River Canyon e il vicino Richtersveld National Park del Sudafrica sono stati designati come la prima area protetta transfrontaliera della Namibia. Il fiume Orange, che forma un confine naturale tra i due paesi, offre condizioni favorevoli alla canoa ed al rafting.

In viaggio verso ovest da Aus verso Lüderitz, il panorama è caratterizzato da pianure apparentemente sconfinate che in lontananza si confondono con l'orizzonte. Questo è l'ambiente dei cavalli selvatici della Namibia, una delle poche popolazioni di cavalli selvatici del deserto al mondo.

Costruita tra le rocce affioranti lungo la costa meridionale del Namib, Lüderitz deve la sua esistenza alla scoperta dei diamanti nel 1908. Con la sua abbondanza di edifici coloniali tedeschi, Lüderitz è sopravvissuta al tempo ed agli agenti atmosferici, a differenza dei precedenti stanziamenti minerari di Kolmanskop, Elisabeth Bay e Pomona, che si sono trasformati in città fantasma.

L'area circostante Keetmanshoop è nota per le sue foreste di quiver tree, per le formazioni rocciose di dolerite modellate nelle forme più strane dall'erosione, e per i fossili di pesci preistorici. Spostandosi da Keetmanshoop verso nord, un elemento caratteristico del paesaggio è la catena vulcanica del Brukkaros.

Hardap Dam Resort, a nord di Mariental, è situata su alti dirupi che predominano la più grande diga del paese. Oltre ad essere una meta popolare tra i pescatori e gli amanti degli sport acquatici, il parco faunistico offre la possibilità di vedere una vasta gamma di specie selvatiche e nel loro habitat naturale. Foto www.fotoseeker.com, cortesia: Ute von Ludwiger, Debbie Walker

Fonte: Namibia Tourism Board (NTB)
Visita Namibiatourism.com.na
 
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittà World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close