Cerca Hotel al miglior prezzo

La Skeleton Coast e la restante costa della Namibia diventa parco nazionale

La Namibia è una nazione che deve il suo successo turistico ad un ambiente naturale straordinario, ricco di paesaggi diversificati, e che la possibilità di vedere tantissime specie di animali nel loro habitat naturali. Da oggi la Namibia è diventato il primo paese ad avere designato la sua intera costa come un parco nazionale!

Il nuovissimo Namib-Skeleton Coast National Park copre ben 26.600 mila ettari, il che lo rende addirittura più grande di una nazione come il Portogallo. Si estende per 1.570 km, dal fiume Kunene, al confine nord con l'Angola, fino all fiume Orange, che segna il confine con il Sud Africa, e dovrebbe essere promosso come una destinazione turistica unitaria. La nuova linea costiera protetta consolida tre parchi nazionali: la Skeleton Coast, il Namib-Naukluft e il parco Sperrgebiet. L'ultimo è il sito delle miniere di diamanti della Namibia, che sono stati a lungo chiusi al pubblico.

Inoltre le zone protette non si fermano ai confini nazionali: il parco a sud si collega con il Sud Africa Richetersveld National Park, mentre a nord di fatto prosegue nel Iona National Park dell'Angola. A livello di collegamenti interni al parco, alcune strade costiere risultano buone, soprattutto nella zona Dorob National Park, ma non c'è un autostrada pan-Namibia che attraversi tutta la costa e la cosa rende un po' più complessa la visita di questo enorme parco naturale.

Storicamente, la Namibia è stato un pioniere nell'uso del turismo per finanziare la conservazione dei beni naturali, ed ha incoraggiato le comunità tribali a creare delle aree di conservazione, da gestire in modo sostenibile, al fine di tenere a bada il bracconaggio e per attrarre turismo. L'obiettivo del nuovo parco è quindi quello di tenere sotto controllo l'ambiente, impedire le attività dannose e incoraggiare il turismo.

La Namibia è il più arido paese nel sud dell'Africa e i suoi parchi nazionali sono costituiti da deserto e savana. Nel deserto della Skeleton Coast, la fauna selvatica include iene ed abbondanza di uccelli. Elefanti e rinoceronti neri si trovano lungo i corsi d'acqua della zona, mentre recentemente si segnala, con orgoglio, il ritorno di qualche leone. Lungo la costa ci sono importanti comunità di pinguini africani e una vasta colonia di otarie del Capo. La Namibia non può competere con l'Africa Orientale in termini di volume di fauna selvatica, qui non si possono vedere mandrie di milioni di gnu, ma si ha la possibilità di vedere una serie di specie che non si incontrano altrove, alberi vecchi più di mille anni, lo sciacallo dal dorso argentato ed animali strani, come la talpa dorata. Ed oggi anche un grande parco nazionale che include tutta la costa della Namibia.

Fonte: www.telegraph.co.uk
  •  

 Pubblicato da il 15/02/2011 - 3.315 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close