Cerca Hotel al miglior prezzo

Aradeo (Puglia): cosa vedere nel borgo del Salento e il suo mare

Aradeo, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Aradeo dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

Il borgo di Aradeo ha tutto ciò che un nucleo urbano può desiderare: una popolazione contenuta di 10.000 abitanti che lo rende estremamente vivibile e tranquillo, una posizione geografica ideale in una delle aree più belle della Puglia – il Salento – gli afflati del vento che deliziosi lo mettono in comunicazione con il Mar Ionio, un clima gradevole e infine la rassicurante vicinanza a Lecce, capoluogo posto a soli 28 km dal centro (Gallipoli è a 12 km di distanza).

Storia ed origine del nome

Ha insomma i tratti distintivi di un paradiso baciato dalla grazia divina, e ci piace pensare che non sia un caso la derivazione del nome dall’unione dei termini latini Ara arae e Deus dei, che insieme significano "altare di Dio" volendo sottolineare una gestazione cristiana coltivata nei secoli. Aradeo vanta antiche origini, al punto da permettergli di conoscere diverse civiltà, in primis quella greca e, successivamente, quella romana e la cultura saracena, arrivando a saggiare le dominazioni spagnola, francese e tedesca. Vivide tracce le lasciarono in epoca feudale i Montefusco, cui succedettero gli Orsini del Balzo che deposero a favore del monastero di Santa Caterina d’Alessandria di Galatina.

Nel corso del tempo il paese si è via via trasformato, evolvendosi senza tuttavia abbandonare quel genius loci arcaico capace di plasmarne fortuna e originalità, caratteri funzionali all’emanazione di un fascino immortale.

Cosa vedere ad Aradeo

Ecco allora rivelarsi al turista un centro storico costellato di tipiche abitazioni “a corte”, ben inserite in un contesto dominato da imponenti edifici come l’ottocentesco Palazzo Anghelè e il ben più vecchio Palazzo Grassi, risalente al Seicento. Per le sue buone condizioni e il magnetismo suscitato, risulta quasi interamente visitabile il Palazzo Baronale Tre Masserie, le cui dimensioni lo fanno assomigliare più a un castello che a una dimora nobiliare.

Madre di tutti i monumenti si rivela essere indubbiamente la Colonna di San Giovanni Battista, che Fra’ Giovanni da Napoli fece erigere nel 1658 affidandosi alla solidità della pietra leccese, materiale che ha consentito a questo simbolo di perdurare. Su di essa svetta la statua di San Giovanni Battista con il Vangelo in mano. All’interno della Masseria La Corte, ascrivibile al ‘700, si colloca una cappella la cui estetica architettonica sposa delicatezza e armonia. Abbiamo così accesso alla prima di tante strutture religiose di cui l’abitato va assai fiero, e fra queste spicca la settecentesca Chiesa della Santissima Annunziata (al cui interno si possono ammirare l’altare maggiore barocco, le tele della Pentecoste e della Madonna dei Fiori oltre alla scultura in cartapesta della Santissima Trinità), giovincella rispetto alla Cappella di San Nicola di Myra che ha visto la luce nel Cinquecento.

La Parrocchiale di San Nicola Vescovo ha ricevuto consacrazione nel 1961, possiede perciò un impianto moderno, avvalorato da una pianta quadrata, una cupola piuttosto maestosa e un campanile di dignitose dimensioni. Gli interni della chiesa mostrano svariati mosaici incentrati sulla vita di Maria e Gesù. Nell’abside trionfa la tela raffigurante San Nicola. Da ricordare infine la Parrocchia di San Rocco e a poca distanza il Teatro Domenico Modugno.

Mare e spiagge

Pur trovandosi abbastanza lontana dal mare, la citadina di Aradeo comunque possiede il vantaggio di trovarsi nel cuore del Salento, e quindi di avere due possibili coste da usufruire, quella jonica e quella adriatica. Le spiagge ioniche più vicine sono quelle comprese tra Gallipoli e Santa Maria al bagno, mentre in caso di scirocco e libeccio è meglio puntare alle spiagge adriatiche come Cala dei Turchi e Torre dell'Orso.

Eventi, sagre e manifestazioni

Aradeo si vive visitando le sue attrazioni ma anche attraverso le tante manifestazioni organizzate per dare nerbo alla comunità, desiderosa di festeggiare ricorrenze, riti e omaggi. In calendario primeggia naturalmente il coloratissimo Carnevale Aradeino ma non è da meno la Festa della Santissima Annunziata, giorno delegato il 30 marzo di ogni anno. La Festa di San Nicola ricorre puntualmente la seconda domenica di maggio e conta due eventi di grande importanza, ovverosia la Fiera del Bestiame e la suggestiva processione serale su una barca rigorosamente di cartapesta, a ripercorrere il viaggio che il Santo compì da Myra a Bari. Nei due giorni successivi il Ferragosto si tiene la Festa di San Rocco, 48 ore di fantastiche luminarie e spettacoli musicali risonanti in tutto il borgo.

Dove mangiare ad Aradeo

Per fruire della celeberrima cucina pugliese ci sono diversi templi del gusto da saggiare, ma una menzione speciale va al Ristorante Araknos, trattoria specializzata in tipici piatti salentini e intrattenimento live. Se per il soggiorno in loco si vuol spendere poco senza rinunciare a comodità e qualità si può optare per la masseria Piccinna, b&b molto confortevole.

Aradeo è la terra d’origine dei genitori di Emma Marrone. La stessa famosa cantante ha vissuto in paese per molti anni.

Come arrivare ad Aradeo

Dall’Autostrada A14 uscire a Taranto Nord per imboccare la SS 101 Lecce – Gallipoli (uscita Galatone), la SS 16 Adriatica (uscire a Corigliano) oppure la SP 367 (uscita Galatina); le stazioni più vicine sono quelle di Seclì – Neviano – Aradeo e Galatina; l’aeroporto di Brindisi è quello di riferimento.

  •  
27 Novembre 2020 I laghi pił belli della Russia

Ammettiamolo: quando si pensa alla Russia non ci si si immagina di sicuro ...

NOVITA' close