Cerca Hotel al miglior prezzo

San Pietro in Bevagna (Puglia): spiagge e mare nel Salento tarantino

San Pietro in Bevagna, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

La frazione di San Pietro in Bevagna corrisponde al prolungamento sul mare del paese di Manduria, posto nell’immediato entroterra del lato ionico della Puglia in provincia di Taranto.

Meta del turismo balneare che tanto ama il tacco d’Italia, la località si estende lungo un litorale costiero dove la sabbia soffice accoglie per prima i visitatori risultando un invito troppo ghiotto: il mare, d’altronde, qui è pulitissimo e cristallino e il panorama, specialmente d’estate, è fra i più belli che si possano umanamente desiderare entro la fascia di competenza territoriale del Salento, celebrato in tutto il mondo.

Storia e origine del nome

Il nome della frazione evidenzia una storia leggendaria che si lega al primo Apostolo, il quale sarebbe in tempi antichi naufragato nel preciso punto dove attualmente è ubicata la caratteristica Chiesa Rupestre, altresì conosciuta come Cripta del Redentore. Proprio qui, San Pietro s’imbatté in una statua pagana rappresentante Zeus e, facendo il segno della croce, la sgretolò sotto gli occhi di alcuni viandanti, che si convertirono al Cristianesimo per effetto del poderoso miracolo iniziando lentamente a stanziarsi in quella zona e dando così vita a una fiorente comunità.

Le spiagge

San Pietro in Bevagna si è rapidamente ingrandita, investita da un modernismo edilizio cavalcante e numerosi stabilimenti che non hanno comunque abusato dello spazio a disposizione lasciando che fosse l’immensità della spiaggia libera a parlare ai turisti che ogni anno, sia stranieri che italiani, si riversano sulla costa per passare brevi o lunghe vacanze all’insegna del sole e dei bagni rinfrescanti.

L'unicum di questo lido è la presenza della foce del fiume Chidro, che regala un paesaggio incontaminato (Riserva Naturale) nel cuoro della borgata, con la possibilità di bagnarsi in acque dolci, alternando così i bagni salati nel mar Jonio.

Gli appassionati di snorkeling e immersioni possono spingersi un po’ più a largo per ammirare dei vetusti sarcofagi adagiati sui fondali da quando una nave romana colò a picco intorno al III secolo d.C.

Cosa vedere a San Pietro in Bevagna

La Chiesa Rupestre è annessa alla Torre di San Pietro, una fortificazione di guardia e difesa posta un tempo a controllo della costa per prevenire e contrastare le incursioni dal mare dei pirati saraceni. Costruita in stile rinascimentale in laterizio nel corso del XVI secolo, è divenuto un monumento, si trova in Piazza delle Perdonanze e contraddistingue sola e trionfale il centro di San Pietro in Bevagna. Sullo stesso tratto ma più distanti e da ambo i lati s’ergono anche la Torre delle Saline, Torre Colimena e Torre Borraco.

Tecnicamente, la spiaggia sfrutta un raggio d’azione rappresentato da scogliere assai basse e un sistema sinaptico di dune immerso nella vegetazione confinale: lunghe distese di verde viaggiano perciò in parallelo con la lingua di sabbia che prolunga per chilometri senza trovare ostacolo alcuno ma, al contempo, attrezzandosi con chioschi, punti di noleggio ombrelloni e aree ristoro più grandi. Il mare è caldo, digrada delicatamente ed è perciò ideale per le famiglie con fanciulli al seguito.


Sembra incredibile, ma ad oggi questi 4 km ca. di meraviglia sabbiosa restano ancora poco conosciuti rispetto alle marine di Otranto, Gallipoli e Torre dell’Orso, per questo non conviene lasciarsi scappare l’opportunità di vivere una vacanza amena in quello che potrebbe fra qualche anno essere un luogo preso letteralmente d’assalto dalle masse.

Già abbastanza densa di intrattenimenti, la frazione rimanda a ogni modo a località molto vicine dove la movida è certamente più intensa e febbrile, basti pensare a Manduria (12 km), Porto Cesareo (24 km) e Campomarino (10 km).

Pare incredibile, ma dal punto di vista ricettivo il paese si fa trovare molto preparato, ergo fioccano i consigli per i villeggianti o futuri tali, che potranno soggiornare sia in appartamenti freschi e ampi, sia in strutture alla mano ma eleganti come i B&B Villa Lucia, Villa Elvira, Macchia Mediterranea e Franziska Mare, tutti a ridosso della spiaggia.

Come arrivare a San Pietro in Bevagna

A San Pietro in Bevagna si arriva in auto percorrendo la comoda litoranea salentina SP 122; la frazione non possiede una stazione ferroviaria, quindi occorre giungere prima a Manduria e da qui avvalersi delle tratte coperte dagli autobus SITA; l’aeroporto più vicino è quello di Brindisi.

  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close