Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Malcesine

Malcesine, visita al borgo tra il Lago di Garda e il Monte Baldo

Pagina 1/2

Il celebre pittore Gustav Klimt la immortalò in una delle sue tele più belle, malauguratamente andata distrutta; Goethe ce ne parla nel suo “Viaggio in Italia”, descrivendo con toni rapiti l’imponenza dell’antico castello. Eppure il nome del paese significava in origine “pietra malfatta”, come se si trattasse di un gioiello grezzo, in attesa di essere raffinato. E’ proprio quello che è accaduto a Malcesine, cittadina veneta di 3700 abitanti in provincia di Verona, che col tempo è diventata una perla preziosa dell’alto Lago di Garda, ambita dai visitatori di tutta Italia e oltre.

Situata 60 km a nord-ovest del capoluogo provinciale, Malcesine è il paese più settentrionale della costa veronese del lago, distribuito su un territorio variegato che presenta un forte dislivello, dalle piatte sponde del Garda alla vetta imponente del Monte Baldo, e su cui scorre il fiume Aril, che con i suoi 175 metri di lunghezza è uno dei corsi d’acqua più corti del mondo. Chiamato anche Ri, il fiume nasce nel giardino della Villa Rizzardi, nella frazione di Cassone, e forma un piccolo bacino lacustre.

In questo scenario naturale incantato, reso luminoso dai bagliori del lago e sublime per l’asperità delle alte montagne, il borgo si inserisce come una scultura di case e viuzze intrecciate, dominato da un castello abbarbicato alla roccia e intessuto di vicoli medievali. La passeggiata più bella è quella del lungolago, soleggiato e romantico in ogni momento della giornata, con negozi colorati e ristorantini vivaci, pronti a posizionare i tavolini proprio ad un passo dall’acqua.

L’esplorazione di Malcesine può cominciare proprio dal castello, che insieme al maniero di Sirmione rappresenta uno degli esemplari meglio conservati di architettura militare scaligera. Fondato in epoca medievale ma rimesso a nuovo dagli Scaligeri, l’edificio è dotato di un mastio massiccio che regala un panorama fantastico sul borgo sottostante e sul Lago di Garda. All’interno è allestito il Museo Pariani, con una ricca sezione di archeologia, una parte dedicata alle antiche armi e una parte storica sui traffici navali che un tempo ricamavano il lago. Nel cortile si può vedere il busto del celebre Goethe, che conobbe la cittadina durante il suo soggiorno italiano. Scendendo nella parte centrale di Malcesine vale la pena di visitare il Palazzo dei Capitano del Lago, oggi sede municipale, in raffinato stile fiorentino. A breve distanza si erge invece la chiesa di Santa Maria della Fontana, edificata nel Settecento, a cui si aggiungono la chiesa parrocchiale e la chiesa di Santo Stefano.

Se la cultura, l’arte e la storia occupano un posto di rilievo tra le bellezze del paese, non è da meno il paesaggio circostante, che oltre ad offrire panorami splendidi dà la possibilità di fare escursioni, rilassarsi sulle rive del Garda o praticare molti tipi di sport. Le frazioni di Cassone e Navene sono tra gli angoli più suggestivi del territorio comunale, così come le spiaggette che costellano la riviera lacustre e aspettano impazienti i visitatori in cerca di relax. In piena estate non c’è niente di meglio di una sosta sull’arenile, per non parlare del windsurf e delle esplorazioni in barca a vela.

Una volta assaporate le atmosfere mediterranee delle rive ci si può servire della moderna funivia, che velocemente conduce a un ambiente montano di tutt’altro respiro ma di uguale fascino. Qui ci si può sbizzarrire in escursioni e sport invernali, sfruttando le piste e i sentieri del Monte Baldo, che in estate si colora di piante rigogliose e in inverno si trasforma in un paradiso candido.
... Pagina 2/2 ...
All’offerta così ricca di attività sportive si aggiunge un repertorio sorprendente di eventi e manifestazioni, che colorano le strade locali nell’arco dell’anno e avvicinano i turisti alle tradizioni di Malcesine. Nella stagione estiva il fermento culturale è al culmine, con numerosi concerti organizzati presso il Teatro Lacaor, l’arena naturale ai piedi del castello, e con diverse mostre temporanee di scultura e pittura.

Da non perdere la festa di Sant’Anna, con i fuochi d’artificio sull’acqua, e il tradizionale Triduo che in febbraio si svolge nella chiesa parrocchiale: per ben tre giorni di fila i fedeli pregano ininterrottamente per anime del purgatorio, alla luce tremula e suggestiva di centinaia di candele, disposte per l’occasione a formare una vibrante scenografia luminosa. Ad anni alterni si organizza in città un importante concorso nazionale e internazionale per voci bianche, affiancato da un concomitante concorso di composizione di musica corale.

Info utili: il clima a Malcesine e come arrivare

Ad incorniciare il tutto c’è un clima decisamente piacevole, che si mantiene dolce grazie all’azione mitigatrice del Lago di Garda. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di 0°C a una massima di 6°C, mentre in luglio e agosto, i mesi più caldi, si passa dai 17°C ai 29°C. Le precipitazioni, unico neo della stagione calda, toccano il picco massimo in giugno, quando piove in media per 10 giorni sul totale.

Per arrivare a Malcesine si possono valutare diverse opzioni. Chi viaggia in auto e viene da nord deve percorrere l’autostrada A22, uscire a Rovereto Sud e imboccare la statale SS249, per poi seguire le indicazione fino alla meta. Chi viene da sud, sempre dall’autostrada A22, deve invece uscire ad Affi e continuare in direzione Bardolino, mentre chi viene da ovest deve percorrere l’autostrada A4, uscire a Peschiera e proseguire sulla SS249 fino a Malcesine. Chi viaggia in treno può scendere a Peschiera e continuare in autobus, mentre gli aeroporti più vicini sono il Valerio Catullo di Verona Villafranca e l’Orio al Serio di Bergamo.
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close