Cerca Hotel al miglior prezzo

Kithnos (Thermia), viaggio nell'isola di Apollo

Kithnos, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Kithnos, ovvero l'isola di Apollo, è una splendida isola montuosa situata nella parte occidentale del gruppo delle isole Cicladi. E’ un posto tutto sommato verde, ricco di alberi di olivo che compongono la scenografia di un paesaggio composito, impreziosito dal bianco acceso delle case, dal rosso vivo dei loro tetti, il fucsia acceso delle bouganville che si uniscono al turchese e blu di mare e cielo.

Kithnos, detta anche Thermia, è la prima isola che si incontra lungo il percorso dall’Attiva verso la Cicladi occidentali. L'isola è una splendida destinazione turistica che unita alla proverbiale ospitalità dei residenti è in grado di rendere unica la vostre vacanza, che verrà resa per altro indimenticabile dalle innumerevoli spiagge incontaminate dell’isola.

I reperti archeologici ritrovati nella regione di Maroylas, testimoniano che l'isola era addirittura già abitata durante il periodo del Mesolitico e cioè 10,000 anni fa. Non stupisce quindi che l’isola abbia parecchie testimonianze interessanti della sua lunghissima storia ed offra quindi parecchi spunti per le cose da fare e vedere nel campo artistico.

La Chora di Kithnos è estremamente pittoresca, con stradine e piazzette vhe rendono la visita entusiasmante. Ci sono alcune chiese che rendono particolarmente interessante la visita: ad esempio la chiesa di Agia Triada che è la più antica della città, la chiesa di Agios Prodromos, la chiesa di Metamorfosis, quella di Agios Panteleimonas, ed anche la chiesa di Ioannis. Una particolarità di queste chiese che venivano utilizzate contemporaneamente da ortodossi e pellegrini cattolici, semplicemente usando lati diversi dello stesso edificio.

Vicino alla Hora di Kithnos si trova Loutra, appena a soli 4,5 km dalla città, ed è famosa per il suo centro termale con acque calde che si ritiene possano avere proprietà curative, attirando centinaia di visitatori ad ogni momento, tra giugno ed ottobre.

Anche in altri parti dell’isola di Kithnos si può visitare un sacco di chiese e monasteri tutti con interessi storico-architettonici. Ad esempio da segnalare la splendida iconostasi lignea della chiesa di Ai Minas nel villaggio di Dryopida, oppure il monastero di Panayia Kanala (Nostra Signora dei canali), in una splendida posizione vicino all’insediamento di Kanala.

L'isola ha parecchie spiagge tutte da godere durante la lunga estate delle Cicladi. Una delle più belle spiagge di Kithnos è lontra, dove si può nuotare in determinati punti utilizzando i flussi e le correnti delle vicine terme.
Vicino a Loutra incontriamo le spiagge di Ayia Irini e Schinari. L'isola è disseminata da un sacco di piccole spiagge come ad esempio che è Kavouroheri situata tra la spiaggia Potamia e la regione di Maroylas.

Kouri è una pittoresca spiaggia posizionata vicino a Naoussa Zogaki. Seguendo invece la strada che conduce a Kalo Livadi si incontrerà la piccola spiaggia presso Liotrivi. Passando invece per Merihas, sulla strada verso lontra, potrete fare un bagno rilassante nella piccola spiaggia di Martinakia.

Spostandoci nel versante meridionale dell'isola vicino al villaggio di Ayios Dimitrios troviamo una delle più belle spiagge sabbiose di Kithnos. Da lì si può raggiungere la piccola spiaggia di Petroussa. Sempre sul lato meridionale, vicino le spiagge di Naoussa e Kouri troverete quella di Zogaki, e le spiagge rimangono collegate tra di loro da sentieri a gradoni.

Per arrivare a Kithnos è da ricordare che l’isola non possiede alcun aeroporto, e quindi non ci sono voli diretti, che possono essere effettuati verso l'aeroporto più vicino, quello internazionale di Atene. Da lì si può arrivare con uno dei traghetti giornalieri che collegano i porti di Pireo o quello di Lavrio con il porto di Merihas, situato appunto a Kythnos. Il viaggio dura circa 2-3 ore. Altri collegamenti conl’isola si possona vaere da Serifos, con tempo di navigazione di circa 1 ora, da Naxos che dista circa 4 ore di barca, e da Syros a circa 2 ore e mezzo di traversata. Ci sono poi alcuni traghetti a lunga percorrenza (e meno frequenti) che collegano Kithnos a Paros e Tinos (ambedue a 5 ore di distanza) e le più remote isole di Ios e Santorini, rispettivamente a 7 e 9 ore di navigazione.
  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close