Cerca Hotel al miglior prezzo

Cospicua (Cospicuna), visita alla cittÓ fortificata di Malta

Passeggiando per le Tre Città, lungo la costa dell’isola di Malta, si ha la sensazione che le antiche mura abbiano trattenuto il sapore del passato, le atmosfere di una storia affascinante, e circondino tuttora un mondo a sé. Le fortificazioni che uniscono Vittoriosa, Senglea e Cospicua vennero erette per proteggerle dagli attacchi via mare, e ancora adesso preservano la genuinità e la gloria di tre località magiche. Tra queste Cospicua è la più grande e l’ultima ad essere stata fondata, incastonata tra le altre due, affacciata sull’ampio porto a est della capitale La Valletta.

Il nome maltese Bormla, che deriva da Bir-Mula, significa ‘pozzo del Signore’, ma i Cavalieri di San Giovanni lo cambiarono in Cospicua per il coraggio dimostrato dalla popolazione locale durante il Grande Assedio del 1565: era il 1722, e l’ideatore del nuovo nome era il Grande Maestro Marc’Antonio Zondadari; qualche decina di anni più tardi, nel 1776, i Cavalieri Ospitalieri inaugurarono la costruzione del porto, che sarebbe divenuto un punto focale per lo sviluppo delle città sia da un punto di vista storico che commerciale.

Ancora oggi Cospicua è una piazza commerciale interessante, situata proprio nel cuore della zona portuale maltese, fiorente di commerci e costellata di alcune testimonianze architettoniche notevoli. Meno sviluppato, in questa parte dell’isola, è il settore turistico, che preferisce le aree di Malta più animate, più ricche di locali e di spiagge accoglienti in cui assaporare le atmosfere mediterranee. Il clima mediterraneo, infatti, invita a trascorrere le giornate all’aperto, bagnandosi in un mare cristallino o assorbendo le carezze del sole sugli scogli, o sulla sabbia tiepida degli arenili: estati calde e soleggiate e inverni miti sono le carte vincenti della località. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di 10°C a una massima di 14°C, mentre in luglio e agosto passano dai 23°C ai 29°C. Le precipitazioni sono scarse in estate e si concentrano in autunno e inverno: il mese più piovoso è dicembre, con una media di 13 giorni di maltempo.

Ma a Cospicua non ci sono vere e proprie spiagge: la limpidezza del Mediterraneo è più godibile dal molo oppure durante una gita in barca, magari partendo dal porticciolo turistico che è stato ricavato dal vecchio arsenale ristrutturato. Per trovare le spiagge attrezzate più vicine basta spostarsi verso ovest, dalla parte opposta della baia: il litorale di Sliema, brulicante di bagnanti, è un unico terrazzo roccioso frastagliato di calette, con alcuni massi piatti e levigati su cui stendersi e rilassarsi.

Il centro di Cospicua, al contrario, ha da offrire soprattutto architetture affascinanti: all’interno della cinta muraria si scoprono gli alberghi utilizzati in passato dai Cavallieri, chiese graziose e palazzi eleganti dalle linee orientali, in un dedalo di strade dominate da colori caldi e luminosi. L’edificio più interessante da un punto di vista artistico è la Collegiata dell’Immacolata Concezione, arricchita da opere pittoriche e scultoree notevoli, ma non sono da meno le Fortificazioni di Fiorenzuola del 1638 e le Margherita Lines, unico frammento dell’antica Cospicua rimasto intatto dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale.

Nonostante il sapore antico, i ritmi pacati e il silenzio magico, dato dalla quantità ridotta di turisti, Cospicua non è certo una città fantasma. Tutt’altro: si tratta di una località accogliente, capace di stupire i visitatori con piccole feste e appassionanti eventi ludici o culturali. Tra gli appuntamenti più attesi c’è il Cospicua Bastions Festival di inizio ottobre, che vuole rendere omaggio alla tradizione portuale e commerciale del borgo: tra concerti, spettacoli di vario tipo e visite guidate alla città fortificata, le strade si riempiono di bancarelle, cariche di prodotti en gastronomici tipici e di oggetti artigianali.

Chi decide di visitare Cospicua, o in generale di trascorrere una vacanza sull’isola, può atterrare all’aeroporto internazionale di Malta da varie città d’Italia, ad esempio Catania, Milano, Bologna, Palermo, Reggio Calabria e Roma. Da numerosi porti italiani si può raggiungere l’isola via mare con traghetti o aliscafi, e una volta approdati a Malta si può contare su un servizio navetta che collega porto, aeroporto, i vari alberghi e il casinò.
  •  

 Pubblicato da - 11 Ottobre 2010 - ę Riproduzione vietata

close