Cerca Hotel al miglior prezzo

Coira (Chur), week end nella pił antica cittą della Svizzera

Coira, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Il capoluogo del Cantone dei Grigioni, la deliziosa Coira (Chur, in tedesco), è una cittadina di circa 37.000 abitanti attraversata dal fiume Plessur, che in corrispondenza della periferia settentrionale della località si getta nelle acque del Reno.
In questa zona, le montagne che circondano la vallata del Reno, per millenni hanno protetto e conservato le tradizioni del Cantone; Coira è infatti la più antica città della Svizzera, come dimostrano i reperti archeologici rinvenuti, databili 3000 a.C.

Storia

Già nell'antichità, infatti, gli uomini scelsero questa zona per la sua posizione strategica, all’ingresso di rotte commerciali e valichi alpini.
Successivamente Coira divenne un insediamento romano con il nome di Curia Raetorium e fu contesa anche da altri popoli barbari, per poi accrescere la propria importanza sotto la protezione del Sacro Romano Impero.
La città fu in gran parte distrutta nel 1464 da un incendio, in seguito al quale numerosi artigiani di lingua tedesca arrivarono per ricostruirla: fu così che si impose proprio il tedesco come lingua principale a discapito del romancio.

Cosa vedere a Coira

Il centro storico, l'Altstadt, si trova nella parte meridionale della città ed è molto pittoresco: è infatti attraversato da stradine acciottolate, graziosi cortili nascosti, la grande cattedrale di St. Mariä Himmelfahrt, una torre medievale – la Obertor – e altri punti d'interesse turistico. Passeggiando per le sue strade si possono scoprire i simboli di Coira: la Obertor, ad esempio, assieme alla Sennhofturm e alla Maltesertor rappresenta ciò che rimane delle antiche mura del borgo.

La St.Martinkirche, con il suo famoso campanile dotato di orologio, è una delle tappe imprescindibili di una visita nel capoluogo dei Grigioni: la chiesa attuale è il frutto di una ricostruzione in stile tardogotico avventa nel 1491. Caratteristica di pregio della chiesa è la presenza di tre vetrate colorate, realizzate da Augusto Giacometti nel 1918.
Altre opere suggestive dello stesso artista, e non solo, si possono ritrovare presso il Bündner Kunstmuseum (Bahnhofstrasse n°35). La pinacoteca è collocata presso Villa Planta e accoglie, occasionalmente, anche opere di artisti contemporanei.
Sulla stessa via di St.Martinkirche, continuando la passeggiata in salita, potrete ammirare la dominante Kathedrale St.Mariä Himmelfahrt, realizzata in stile gotico tra il XII e il XIII secolo nel cuore della corte vescovile, la cittadella fortificata nota come Hof.

Un’altra sosta da non perdere, per scoprire la storia locale, è quella al Rätische Museum. Il museo è ubicato dietro alla chiesa di St.Martin, dentro un incantevole palazzo in stile barocco. Al suo interno si possono trovare pezzi di artigianato, macchine rurali e oggetti di varia natura che permettono ai visitatori di conoscere gli usi e i costumi del Cantone.

Da un punto di vista più frivolo, invece, Coira è una meta ideale per gli amanti dello shopping: nel centro storico, completamente pedonalizzato, c'è una grande varietà di negozi e mercati che la rendono uno dei principali centri commerciali del paese. Chi ama la vita notturna, invece, può trascorrere la serata nell'animato quartiere Welschdörfli.

I dintorni di Coira: sci, escursioni e gite in treno

Coira è un ottimo punto di partenza per una gita lungo le Ferrovie Retiche, la cui tratta che attraversa il paesaggio dell’Albula/Bernina – nello specifico da Thusis a Tirano – è parte del Patrimonio Mondiale dell'Umanità dichiarato dall'UNESCO: sono 122 km da percorrere a bordo del treno che tra ponti, tunnel e borghi alpini per un tragitto davvero unico.

La città possiede un proprio comprensorio sciistico, quello del Chur-Brambuesch, raggiungibile direttamente dal centro, ottimo sia per gli sport estivi e invernali. L'area sciistica è raggiungibile tramite la funivia del Brambrüesch, situata in Kasernenstrasse, che la collega alla città.
Nel paesaggio alpino in cui è inserita Coira non mancano e opportunità di compiere trekking ed escursioni a piedi fino al Brambrüesch (1600 metri s.l.m.), oppure – per gli scalatori più esperti – fino alla vetta del Dreibündenstein (2174 metri s.l.m.).

Eventi e manifestazioni

Sono numerosi gli eventi che ogni anno si svolgono a Coira, come la tradizionale Festa della Città in agosto, con il raduno alpino dei barbuti e l’elezione del campione, la degustazione di ricette tipiche della zona e le musiche tradizionali.
All’insegna della musica è anche la Schlagerparade, che in settembre richiama in città grandi artisti di fama internazionale, mentre è il teatro a fare da padrone nella rassegna Autunno di Coira, che tra ottobre e novembre propone un programma fitto di esibizioni recitate o danzate.
Ma l’appuntamento più magico è certamente rappresentato dal mercatino di Natale che viene allestito al Märlibus nel periodo dell’Avvento, il Churer Advent, corredato da spettacoli gospel all’aperto e accompagnato dalla pista per il pattinaggio su ghiaccio.

Clima

Il clima contribuisce a creare un’atmosfera speciale, tipica delle zone alpine, mite d’estate e frizzante in inverno. Le temperature medie di gennaio, il mese più rigido, vanno da una minima di -5°C a una massima di 2°C, mentre in luglio e agosto, i mesi più caldi, la massima media non supera i 23°C.
Le precipitazioni sono distribuite nell’arco dell’anno in maniera piuttosto uniforme, ma toccano il picco massimo in giugno e luglio, quando piove mediamente per 16 giorni al mese.

Come arrivare a Coira

Si può raggiungere Coira/Chur in auto viaggiando sull’autostrada svizzera A13 del San Bernardino e uscendo a Chur.
La stazione dei treni di Coira si trova in Bahnofstrasse, immediatamente a nord del centro storico. Qui una grande volta di vetro e acciaio copre anche l'adiacente stazione degli autobus.
La città è comodamente raggiungibile in treno dalle località di Arosa, Davos, San Gallo, St.Moritz, Klosters e Zurigo.
Coira è anche il punto di partenza del famoso Bernina Express, che viaggia lungo uno dei più spettacolari tragitti ferroviari della Svizzera prima di arrivare a Lugano.

A chi viaggia in aereo, infine, ricordiamo che l’aeroporto di riferimento è quello di Zurigo, distante circa 125 km.
  •  

News più lette