Cerca Hotel al miglior prezzo

Davos (Svizzera): inverno, neve e sci; estate, lago e wind-surf

Pagina 1/2

Davos, una delle località di punta dello sci elevetico, si trova nel cuore del Canton dei Grigioni, nella testata della valle del fiume Landwasser, posta a nord e grossomodo parallela all'Engadina di St. Moritz, da cui rimane separata dai contrafforti della catena delle Alpi dell'Albula.
Davos è da sempre stata resa famosa dalle suo montagne adatte alla pratica dello sci, con personaggi famosi, specialmente nobili inglesi, che già nel diciannovesimo secolo venivano a trascorrere le vacanze sulle sue nevi. Oggi è una dinamica località turistica che assieme alla vicina Klosters propone vacanze sulla neve all'insegna dello sport, benessere e cultura, oltre che essere la sede del Forum Economico Mondiale, un evento annuale di risonanza planetaria.

La città consta in realtà di due villaggi distinti: a monte troviamo Davos-Dorf e più a valle Davos-Platz. I villaggi con le casette in legno di un tempo hanno lasciato spazio a numerosi alberghi moderni e lussuosi, e l'offerta alberghiera è oggi davvero completa per tutte le tasche, anche se Davos è una destinazione che nel complesso rimane di elevato livello. Ci sono però ancora dei monumenti storici importanti: a Davos-Platz si trova la Chiesa di S. Giovanni Battista, datata 1285 ma completata verso la fine del '400, e l'edifico storico della Rathaus, il Municipio. A Davos-Dorf troviamo un'altra chiesa antica di St. Theodulus (14° secolo) e una casa storica, la Altes Prundhaus, che vi fa vedere come dovevano essere le case di Davos di una volta.

Davos offre una serie di interessanti musei permanenti, molto utili quando il tempo meteorologico sconsiglia di uscire a sciare o compiere escursioni in montagna, visto che a luglio ed agosto piove spesso. Segnaliamo il moderno museo Kirchner celebre pittore locale, il museo degli sport invernali (Wintersport-Museum Davos) sito nel vecchio ufficio postale, l' Heimatmuseum Davos, il museo dei giochi (SpielzeugMuseum) e per gli appassionati di rocce e minerali il notevole Bergbauverein Silberberg Davos.

In estate Davos offre un notevole numero di sentieri per un totale di 700 km di tracciati tutti da esplorare, sempre accompagnati da magnifici paesaggi e panorami. Da segnalare la Schatzalp (1861 m) la montagna che ha ispirato Thomas Mann, lo scrittore tedesco del romanzo “La montagna incantata”. Qui si trova il giardino alpino Alpinum Schatzalp dove ammirare 800 varietà di piante (fioritura tra giugno e luglio) che provengono da varie parti del mondo. Qui, sempre in estate, è in funzione una pista per lo slittino estivo. Da scegnalare anche il suo campo da Golf da 18 buche, molto rinomato tra gli addetti del settore.

Dove sciare?

Da Davos sono raggiungibili, nel raggio di 30km, 6 comprensori sciistici: il comprensorio sciistico Davos Fine stagione (di cui fa parte), il comprensorio sciistico Arosa-Lenzerheide Fine stagione (a 12 Km), il comprensorio sciistico Tschiertschen Fine stagione (a 18 Km), il comprensorio sciistico Chur - Brambruesch Fine stagione (a 24 Km), il comprensorio sciistico Grusch Fine stagione (a 24 Km) e il comprensorio sciistico Savognin Fine stagione (a 30 Km).

Per le nevicate previste e l'innevamento delle piste consultate:
» il Bollettino neve Davos.
» il Bollettino neve Arosa-Lenzerheide.
» il Bollettino neve Tschiertschen.
» il Bollettino neve Chur - Brambruesch.
» il Bollettino neve Grusch.
» il Bollettino neve Savognin.
... Pagina 2/2 ... Il comprensorio sciistico di Davos è parecchio articolato e si congiunge con quello della vicina località di Klosters. Consta di 5+1 ski area, e cioè quelle di Parsenn/Gotschna, Jakobshorn, Pischahorn, Rinerhorn e Schatzalp, nella zona di Davos e Madrisa più vicino a Klosters.
Gli impianti sono accessibili con lo stesso pass, ma purtroppo non sono collegati tra di loro, ed è forse questo l'unico punto “debole” di Davos c'è da dire però che una formula amata da molti è quella di cambiare, durante la settimana bianca, una area ogni giorno, e ritornare su quella preferita l'ultimo giorno di vacanza. Gli impianti si trovano sia a sud che a nord dei due villaggi: in destra idrografica del fiume Landwasser, e quindi a nord di Davos troviamo Parsenn/Gotschna, Schatzalp e Madrisa, mentre in sinistra idrografica si trovano le aree di Pischa, Jakobshorn e Rinerhorn.

Jackobshorn è la montagna alta 2590 m che domina a sud Davos-Platz, e questo comprensorio consiste di una dozzine di piste (3 nere) con un dislivello massimo complessivo di circa 1.000 m. E' considerata una montagna tra le più interessanti per lo snowboard grazie ad una half-pipe ed una monster-pipe che assicurano grande divertimento. Sempre da Davos-Platz ma in direzione nord troviamo la Schatzalp, paradiso per gli amanti dello slittino. Da Davos-Dorf si può invece salire al grande complesso di Parsenn/Gotschna, sul versante a nord e collegato a Klosters e di Pischa posto invece a sud. Il Parsenn vanta la cima più alta tra i vari comprensori, la vetta del Waissfluhgipfel a 2.844 m. Sempre sul versante a sud ma più ad ovest, presso il vicino villaggio di Glaris si sale alla ski area del Rinerhorn.

Dal punto di vista climatico Davos presenta condizioni meteo tipicamente alpine. In inverno fa freddo, specie a dicembre gennaio e febbraio, con massime che non superano in genere i 0-1°C e minime mediamente intorno ai -5°C. Le precipitazioni non mancano, anche se mediamente l'estate apporta i quantitativi più abbondanti, con valori oltre i 120 mm mensili da giugno a settembre. La primavera è la stagione più secca con il mese più asciutto che è statisticamente quello di aprile, con soli 55 mm di pioggia, ma anche febbraio e marzo non si discostano molto da questi valori.

Davos non dista molto dall'Italia, sopratutto da Livigno (Lombardia) da cui è facile raggiungere le sue piste attraverso il Ponte del Gallo. Da qui si segue per Zernez e poi per il Fluelapass che si trova a 14 km a sud-est di Davos Dorf. Sempre per arrivare dall'italia o si utilizza gli ingressi dell'Engadina, e cioè il passo di Maloja o il Bernina, per poi salire attravero lo Julerpass o l'Albulapass, oppure si segue dal Canton Ticino il percorso autostradale del traforo del San Bernardino, in direzione di Chur (Coira). Prima di arrivarci, in corrispondenza di Thusis, si devia per Tiefencastel, da dove poi in 30 km si raggiunge Davos.
loading...
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close