Cerca Hotel al miglior prezzo

Vorarlberg (Austria): tra le rive del Lago di Costanza e le vette dell'Arlberg

Pagina 1/2

Se la superficie dell’Austria fosse un puzzle, il Vorarlberg, uno dei 9 stati dell'Austria, sarebbe una piccolissima tessera verde, incastonata all’estremità occidentale del paese. A comporla, in un patchwork colorato e mutevole, ci sono poche aree abitate, tanti campi coltivati che sembrano ricami, vaste zone di alpeggio e infine, a dominare il paesaggio, la coperta fitta dei boschi. Incastonato tra i cantoni svizzeri dei Grigioni e di San Gallo, il Liechtenstein, la Baviera e il Tirolo, Vorarlberg è uno degli stati federali dell’Austria, tra i più pittoreschi Rimane affacciato per un tratto sul magnifico Lago di Costanza e increspato di vette imponenti: il Piz Buin, al confine con la Svizzera, è il monte più elevato, con un’altezza di oltre 3 mila metri, affiancato da colossi come il Drusenfluh, il Glatthorn, il Rote Wand e lo Schesaplana. Fanno parte del Vorarlberg i distretti di Bregenz, Dornbirg, Feldkirch e Bludenz.

In un’alternanza magica di prati e rocce, la regione fa da palcoscenico allo spettacolo della natura: dalla primavera all’inverno, passando per estati splendenti e autunni infuocati, il Vorarlberg è una meta perfetta in ogni periodo dell’anno. Nel paesaggio si inseriscono le opere d’arte dell’uomo, dalle architetture più sorprendenti alle testimonianze storiche, e le tradizioni si esprimono nei sapori e nei profumi di una cucina deliziosa. La natura indossa ogni mese una veste diversa: lussureggiante quando il sole l’accarezza; candida e brillante in inverno, quando le montagne si trasformano in rinomate piste da sci.

Gli stabilimenti sciistici del Passo dell’Arlberg uniscono l’esperienza passata alla voglia di rinnovarsi: in queste piste si sono esibiti personaggi di spicco nel mondo sportivo, veri pionieri dello sci, ma oggi si può godere anche si strutture altamente tecnologiche, efficienti e all’avanguardia. Le piste, distribuite tra i 1300 e i 2800 metri di quota, sono ben 84 e sono dotate di moderne seggiovie: alcune di esse hanno addirittura i sedili riscaldati, una finezza inventata proprio qui, nel comprensorio dell’Arlberg (Arlberg Warth-Schröcken). Le discese tradizionali coprono ben 280 km, a cui si aggiungono 180 km di fuoripista, alcuni snowpark in cui divertirsi e tanti punti di ristoro. Altre zone sciistiche si trovano nella regione a nord chiamata Bregenzerwald, con montagne che raggiungono un'altitudine di circa 2.000 metri.

Ad assicurare un innevamento perfetto, ideale per le vacanze invernali, ci pensa il clima della regione, che è ovunque caratterizzato da inverni rigidi e estati fresche, con temperature più basse man mano che si sale di altitudine. Le temperature medie di Bregenz, il capoluogo, vanno in gennaio da una minima di -5°C a una massima di 2°C, mentre in luglio, il mese più caldo, si passa dai 12°C ai 23°C. Le precipitazioni sono distribuite in modo piuttosto uniforme nell’arco dell’anno, con valori medi compresi tra i 12 e i 16 giorni di pioggia mensili.

Finito l’inverno non si esauriscono le attrazioni della regione: il Vorarlberg è una realtà variegata, dove si possono distinguere diverse aree turistiche, tutte caratterizzate da tratti originali che incantano. La regione alpina di Bludenz, ad esempio, è lo scenario perfetto per chi ama le escursioni nel verde e si cimenta volentieri nel golf. Bludenz è una cittadella medievale graziosa, e la Brandnertal è una splendida vallata alpina, percorsa da un reticolo di sentieri che fendono la natura incontaminata: le camminate della Großes Walsertal vi condurranno in un viaggio affascinante, sino al Biosphärenpark, uno dei maggiori parchi del Vorarlberg e sito protetto dall’UNESCO. Da segnalare la zona del Bregenzerwald con la celebre Bregenzerwaldbahn, una ferrovia "museo", e poi la Käsestraße Bregenzerwald, una strada famosa per i caseifici dove poter compiere dei gustosissimi assaggi ed acquisti di formaggi locali.

L’arte e la cultura sono invece le protagoniste della Bodensee, un’area traboccante di eventi e manifestazioni vivaci. Feste, gare sportive e convegni internazionali si susseguono costantemente, nello scenario d’eccezione di alcune belle città: il Feldkirch Festival, gli spettacoli di danza di primavera e il Festival lirico di Bregenz sono solo alcune delle occasioni imperdibili.
... Pagina 2/2 ...
Bregenz è il capoluogo del Vorarlberg, una pittoresca città incastonata in una baia del lago, in un punto accogliente riparato dai venti. Il lungolago è l’ideale per chi ama passeggiare tra natura selvaggia e cultura, e i più curiosi di storia e tradizione potranno visitare il Museo Regionale, nella parte bassa del centro: qui numerose opere d’arte e di storia aiutano i visitatori ad apprezzare la quotidianità locale. In città c’è una costruzione fatata, il grande anfiteatro sul lago, dove si svolgono i celebri festival musicali, ma non è questa l’unica zona un po’ magica di Bregenz: da novembre a Natale, infatti, il centro è invaso dai mercatini di San Nicolò e dell’Avvento, che contemporaneamente rallegrano anche Dornbirn e Feldkirch. Mostre, bancarelle di prodotti artigianali, assaggi di specialità gastronomiche e melodie natalizie rendono indimenticabile l’atmosfera delle feste.

Per sperimentare il connubio sublime tra natura e cucina prelibata, basterà avventurarsi alla scoperta della KäseStrasse, la “Via dei Formaggi”. E’ una collana formata da 22 borghi montani, agghindati di balconi fioriti e adagiati tra pascoli fragranti, abbracciati da percorsi escursionistici di vario livello: si va dai percorsi tematici alle esplorazioni dei colli prealpini, sino a vere e proprie imprese di trekking in alta montagna. Tra una fatica e l’altra, nelle osterie contadine che costellano la zona, ci si può ristorare con le prelibatezze locali e, ovviamente, con i pregiati formaggi.

Un altro lembo interessante del Vorarlberg è la Kleinwalsertal, raggiungibile in auto soltanto dalla Germania, dominata da montagne imponenti che superano i 2000 metri e incorniciano la vallata su tre lati. Qui il traffico è inesistente, e il paesaggio è davvero incontaminato. L’unica traccia umana, apprezzabile durante le escursioni estive, è la presenza di vari giardini ben curati, dove si coltivano erbe officinali preziose per un benessere naturale.

Infine, nella vallata più meridionale della regione, si estende la zona di Montafon, che da Bludenz giunge alla strada del Silvretta. Il lago Silvretta, un incantevole specchio d’acqua artificiale, è il più elevato d’Europa e offre un servizio barche regolare, e nei dintorni si possono visitare i Sentieri delle Acque e le centrali idroelettriche, per comprendere l’importanza fondamentale dell’acqua. Chi ama le macchine d’epoca non deve lasciarsi scappare l’annuale Rally Silvretta Classic, che si svolge proprio in questa zona dell’Austria.

Visto l’incremento turistico vissuto dalla regione nell’ultimo periodo, stanno aumentando i voli europei verso gli aeroporti locali, e una volta atterrati si può contare sugli autobus di linea o i bus-navetta, pronti a condurvi verso la Valle del Reno o le aree sciistiche. Gli aeroporti regionali e internazionali più comodi, per raggiungere il Vorarlberg, sono il Bodensee-Airport Friedrichshafen, in Germania, a soli 32 km da Bregenz; l’Allgäu-Airport Memmingen, sempre in Germania, collegato a Roma e Napoli; l’aeroporto di Innsbruck, collegato a Vienna e altre città europee; infine l’aeroporto di Zurigo, in Svizzera, che garantisce anche voli intercontinentali.
close