Cerca Hotel al miglior prezzo

Friedrichshafen (Germania): visita alla cittą dei dirigibili del conte Zeppelin

Friedrichshafen, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Friedrichshafen dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

In Germania meridionale, nel Land del Baden-Württemberg, dove il cielo fresco e le foreste si specchiano nel Lago di Costanza (Bodensee) il comune di Friedrichshafen si affaccia sulla sponda settenrionale del lago a pochi chilometri dal confine con Svizzera e Austria.

Capoluogo del circondario rurale di Bodenseekreis, Friedrichshafen si circonda di campi, alberi e prati, ma deve il suo successo e la sua fama al mondo dell’industria: è stata infatti la presenza delle celebri fabbriche di dirigibili Zeppelin a determinare il decollo economico del centro, attirando investimenti e visitatori.

Storia

La città, che oggi conta circa 60.000 abitanti, sorse nel 1811 come parte del nuovo Regno di Württemberg, al tempo alleato della Francia durante le guerre napoleoniche. Da allora Friedrischshafen si è sviluppata molto, sia architettonicamente che commercialmente, divenendo anche un'importante località di villeggiatura.

Sul finire del XIX secolo il conte Ferdinand von Zeppelin, originario della vicina Costanza (Konstanz in tedesco), fece costruire per la prima volta le sue aeronavi su una piattaforma galleggiante, posizionata sul lago, che veniva allineata alla direzione del vento per favorire la fase di decollo, estremamente delicata e complessa.

Era il 2 luglio 1900 quando il primo dirigibile si alzò in volo, e da quel momento numerose compagnie di aviazione nacquero qui per lavorare nel settore.
Fu proprio per l'importanza strategica della sua produzione industriale, alla quale lavoravano anche i prigionieri del campo di concentramento di Dachau, che la città fu ripetutamente bombardata durante la seconda guerra mondiale causando la distruzione di buona parte del centro storico.

Cosa vedere a Friedrichshafen

Oggi alcune delle maggiori attrazioni cittadine si legano alla figura del famoso industriale, che si fa conoscere dagli appassionati e dai curiosi tramite vari espedienti turistici.
Vediamo di seguito quali sono i principali punti d'interesse di Friedrischafen.
  • Museo Zeppelin: il grande Zeppelin Museum, che sorge sulle rive del lago, illustra la vita del personaggio con una ricca collezione di oggetti e documenti a tema. All'interno dell'ex Hafenbahnhof, costruita negli anni '30 in stile Bauhaus all'estremità orientale del lungolago, si trova la più importante collezione di storia della navigazione aerea del mondo, ma anche una nuovissima forma di presentazione complessiva di tecnica e arte. È quasi impossibile immaginare un palcoscenico più adatto del vecchio scalo ferroviario del porto, ristrutturato appositamente per l'allestimento del museo. Nella struttura è visibile una fedele ricostruzione a grandezza naturale (33 metri) di una parte del dirigibile LZ 129, altrimenti chiamato “Hindenburg”, la cui lunghezza totale toccava i 245 metri; nonostante il lusso che il velivolo poteva vantare, nel 1937 prese fuoco durante un atterraggio in New Jersey e causò la morte di 36 persone. Nelle altre sale è invece possibile scoprire i segreti e le informazioni della storia e della tecnica del dirigibile. I dirigibili del Conte Zeppelin furono il punto di partenza per la nascita di interi rami d'industria, come ad esempio gli aerei della Dornier, i motori della Maybach, e le trasmissioni della ZF. Tutte queste aziende derivano dall'applicazione delle tecnologie impiegate per la costruzione dei dirigibili; non a caso i loro fondatori erano collaboratori e compagni del conte. Un'intera sezione del museo è dedicata a quest'interessante ma spesso dimenticato capitolo della storia industriale della Germania.
  • Monumento a Zeppelin: i ricordi della fabbrica cittadina continuano con la fontana eretta in onore di Zeppelin, miracolosamente sfuggita alla distruzione dei bombardamenti nel secondo conflitto mondiale. Non lontano dalla fontana, nel cuore dei giardini, si innalza un monumento dedicato al conte, opera dello scultore Schneider-Manzell.
  • Schlosskirche: all'estremità occidentale del lungolago, a pochi passi dall'antico pontile, la chiesa del castello è un capolavoro barocco realizzato in arenaria, la cui facciata è incorniciata da due torri alte 55 metri e sormontate da possenti cupole a bulbo. Al momento della costruzione, nel 1702, era il più grande edificio religioso barocco sul Lago di Costanza. Attualmente questa bella chiesa evangelico-luterana è l'unica parte visitabile del castello realizzato nel 1654 come priorato del monastero benedettino di Weingarten, tuttora abitato dalla famiglia dei duchi di Wurttemberg.
  • Dornier Museum Friedrichshafen: un altro museo aeronautico, questa volta ospitato in una moderna struttura in Claude-Dornier-Platz 1. Il museo è dedicato alla storia dell'azienda Dornier-Werke GmbH e del suo fondatore, l'ingegnere da cui prende il nome anche la piazza. Il percorso di visita racconta lo sviluppo della compagnia e delle altre aziende con cui ha collaborato, e propone una mostra di aerei, modelli e motori che hanno fatto la storia dell'aviazione.

Cosa fare a Friedrischshafen e dintorni

Friedrichshafen si presta a chi ama gli sport acquatici e il contatto con la natura: si può prendere il sole in spiaggia oppure cimentare con la canoa, la vela, le immersioni, il windsurf, lo sci d'acqua e il wakeboard, tra le attività più praticate.

I turisti possono però provare l'ebbrezza di un volo su dirigibile a bordo di un moderno Zeppelin NT da 12 passeggeri. I prezzi sono certamente cari, ma non è un'esperienza che si possa fare ovunque.
I sorvoli del territorio sono essere più o meno lunghi a seconda delle proprie preferenze (e della disponibilità del portafoglio) e conducono anche nelle vicine Svizzera e Austria regalando una splendida vista panoramica sull'Isola di Reichenau, le Alpi e tutto il Bodensee.

Per chi cerca qualcosa di più tranquillo e accessibile, a 27 km da Friedrichshafen, nel comune di Uhldingen-Mühlhofen, è possibile visitare le Pfahlbauten, sito dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.
Il Museo delle Palafitte (Pfahlbaumuseum Unteruhldingen) accoglie la ricostruzione delle abitazioni preistoriche su palafitta che erano tipiche di questa zona delle Alpi nel periodo compreso tra il 4000 e l'850 a.C. raccontando la vita e le abitudini delle popolazioni che ci vivevano.

Per maggiori informazioni su attività, luoghi ed escursioni si può contattare l'Ufficio Turistico di Friedrichshafen in Bahnofplatz, all'esterno della Stadtbahnhof.

Eventi

Oltre alle numerose testimonianze storiche e culturali che narrano la storia della città, Friedrichshafen si fa amare dai visitatori per la vivacità degli eventi annuali.
Tra le manifestazioni che affollano il calendario locale spicca il Festival Internazionale del Lago di Costanza, che invade diverse località posizionate sulle sue rive e prevede una rassegna di spettacoli, addolciti dalle specialità culinarie del luogo.

In estate si svolge il Kulturufer, che letteralmente significa “sponda della cultura”: si tratta di un evento che si svolge nei giardini lungo il lago nei mesi di luglio e agosto, ed è caratterizzato da una ricca offerta di concerti, spettacoli ed esibizioni di artisti di strada.
La Festa del Porto fa invece risplendere la notte con i fuochi d’artificio e anima la zona intorno al lago con concorsi e spettacoli per grandi e piccoli.

Assolutamente da non perdere, infine, sono i mercatini di Natale di Friedrischshafen (Bodensee-Weihnacht), durante il periodo dell'Avvento.

Clima. Quando andare?

Una volta arrivati a destinazione si è accolti da un clima solitamente fresco e adatto alle passeggiate in estate, oppure più rigido - ma reso affascinante dalla neve - in inverno.
Le temperature medie variano infatti tra una minima di -5°C e una massima di 2°C in gennaio, mentre vanno dai 12°C ai 23°C in luglio e agosto.
Le piogge sono piuttosto frequenti: ogni mese piove in media dai 12 ai 16 giorni, ma si tratta di temporali fugaci che lasciano presto spazio all’azzurro intenso.

Come arrivare a Friedrichshafen

L’aeroporto di Friedrichshafen è servito da numerose compagnie internazionali, tra cui alcuni vettori low cost, e offre un numero sempre maggiore di collegamenti da/per tutta Europa.
Per chi preferisce l’auto all’aereo, la città è raggiunta dalle autostrade A81, A98 e A96, mentre per chi viaggia in autobus esistono numerosi collegamenti quotidiani con Costanza e Ravensburg.

Chi viaggia in treno può scendere alla stazione cittadina, posta sulla linea che corre lungo la costa settentrionale del Lago di Costanza.
Esiste un servizio di traghetti molto efficiente, che collega la città agli altri centri che sorgono intorno al lago, sia in Germania che in Svizzera.
  •  
10 Luglio 2020 La Zipline di Sauris, la pił lunga d'Europa ...

È tutto pronto ormai per l’inaugurazione della zipline più ...

NOVITA' close