Cerca Hotel al miglior prezzo

Colonia (Germania): capitale economica e culturale della Renania

Colonia, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Colonia (Köln, in tedesco) è una delle città più antiche della Germania e, con una popolazione di otre un milione di abitanti (quasi 1.800.000 se si considera l'intero agglomerato urbano), è anche la quarta per dimensioni del paese.

Siamo nella Germania occidentale, quasi al confine con l'Olanda, lungo il corso del fiume Reno.
Colonia è anche una delle più interessanti e vivaci città da visitare: è infatti il cuore economico, politico e culturale del Land della Renania Settentrionale-Vestfalia (Nordrhein-Westfalen), ben più importante del capoluogo Düsseldorf. La rivalità tra le due città è data anche dalla birra: se a Düsseldorf si produce e si beve la Altbier, a Colonia la bevanda per eccellenza è la Kölsch, una birra tradizionale con una bassa gradazione alcoolica (4,8%), vero marcatore d'identità culturale per la regione.

Storia

Fondata dai Romani col nome di Colonia Claudia Ara Agrippinensium, a partire dal V secolo fu governata dai Franchi. Carlo Magno e il Sacro romano Impero ne fecero la sede dell'arcivescovado: divenne così un prestigioso centro ecclesiastico, fatto che si deduce anche dalla presenza, tra le altre, di numerose chiese romaniche, oltre all'imponente Duomo.

Già in epoca medievale, e nei secoli successivi, divenne un ricco centro mercantile, mantenendo questa forte vocazione nel settore terziario fino ad oggi, come dimostra la folta presenza di aziende e agenzie di assicurazioni e media. Tra le altre, anche la principale compagnia aerea tedesca – la Lufthansa – ha sede proprio qui.

La città fu quasi completamente rasa al suolo durante la seconda guerra mondiale a causa dei massicci bombardamenti inglesi. Anche il famoso duomo fu colpito ripetutamente, ma non venne distrutto per intero: ci vollero undici anni di lavori di restauro, al termine del conflitto, per riportarlo all'antico splendore.

Cosa vedere a Colonia

Il cuore di Colonia è l'Altstadt, la città vecchia, che si estende lungo la sponda occidentale del Reno nel tratto compreso tra lo Hohenzollernbrücke (famoso, tra l'altro, per i suoi lucchetti dell'amore) e il Deutzer Brücke.

L'edifico simbolo del centro storico è il Kölner Dom, il Duomo, costruito a partire dal XIII secolo e consacrato nel 1322: i lavori di costruzione terminarono ufficialmente, però, solo nel 1880.
Prima che fosse costruita la Torre Eiffel di Parigi, il Kölner Dom era l'edificio più alto d'Europa. Oggi è la seconda cattedrale più alta della Germania, nonché la terza in assoluto al mondo: raggiunge infatti i 157 metri all'estremità delle sue torri.

Si tratta di una chiesa in stile gotico progettata dall'architetto Mastro Gerardus nella prima metà del XIII secolo: è qui che sarebbe ospitato, secondo la tradizione, il reliquiario dei Re Magi, alle spalle dell'altare.
Il Dom merita senza dubbio una visita approfondita: se avete la possibilità partecipate anche a una visita guidata, altrimenti concedetevi almeno una salita alla piattaforma panoramica, posta a 95 metri d'altezza, per ammirare lo spettacolo della città vista da quassù. Salendo noterete anche la più grande campana funzionante al mondo, detta Campana di San Pietro, del peso di 24 tonnellate.

Colonia, come detto, ama l'arte: musei e gallerie costellano non solo l'Altstadt, ma tutta la città.
Tra i principali segnaliamo il Museum Schnütgen (arte sacra medievale) e il Rautenstrauch-Joest-Museum (Museo delle Culture del Mondo), all'interno del medesimo complesso in Cacilienstrasse, o ancora, per chi ama la storia, il Kölnisches Stadtmuseum (Museco Civico, in Zehausstrasse). A a pochi passi dal Dom merita una visita il Römisch-Germanisches Museum (Roncalliplatz n°4) che ospita reperti, rovine di edifici e manufatti risalenti all'epoca della Colona Romana. L'NS Dokumentationszentrum, infine, è un suggestivo centro di documentazione sul nazismo nell'edificio in Appellhofplatz che ospitava la prigione della Gestapo.

Meno impegnativi sono l'Imhoff-Schokoladenmuseum (Museo del Cioccolato Imhoff), affacciato sul Reno, che propone anche laboratori e degustazioni, il Museo del Profumo (immancabile, nella città dell'Acqua di Colonia) e il Deutsches Sport und Olympia Museum, che dedica il percorso espositivo allo sport tedesco e alle Olimpiadi.

Tra le dodici chiese romaniche che è possibile visitare a Colonia, una delle più interessanti è quella di Santa Maria in Campidoglio (Sankt Maria im Kapitol), costruita originariamente all'inizio dell'XI secolo e l'unica a Colonia con un chiostro.

La chiesa di St. Aposteln è una delle più caratteristiche nella regione del Reno, mentre St. Pantaleon, fondata nel 950 ed in passato abbazia benedettina, ha anche una cripta, dalla quale si può accedere ai resti di un'antica villa romana.
St. Gereon è un edificio insolito nel suo genere: la parte più antica (IV secolo) è a forma di ovale, successivamente racchiuso nel XIII secolo da una struttura decagonale a quattro piani in stile neogotico. Nella chiesa di St. Peter è visibile una crocifissione di Peter Paul Rubens, mentre del XII secolo è la chiesa Gross St. Martin fondata per l'ordine benedettino; nella cripta sono stati rinvenuti resti romani di un'arena sportiva con una piscina.
La Kirche Sankt Michael si trova invece a Brüsseler Platz, nella zona del Belgisches Vertel, un quartiere molto vivace dove è bello passeggiare, fare shopping e trascorrere un pomeriggio.

Tra le principali istituzioni, il Wallraf-Richartz Museum è una delle maggiori e più antiche pinacoteche della Germania e ospita la maggior collezione al mondo di dipinti medievali: oltre a questi, conserva anche opere del Rinascimento e del Barocco, da Rubens a Rembrant, oltre ad esempi di Impressionismo, Realismo e Simbolismo.

Nelle vicinanze del Duomo è possibile visitare il Museo Ludwig, dedicato all'arte moderna del Novecento, che racchiude un'interessante collezione con opere di Picasso, degli espressionisti tedeschi, dei surrealisti (tra cui Mirò, Dalì, Magritte), degli artisti della Pop Art americana e dell'avanguardia russa.

A sud dell'Altstadt, la zona del porto fluviale (la Rheinhaufen) è stata riqualificata negli ultimi anni dando vita a un quartiere molto vivace dove uffici, locali, ristoranti e appartamenti occupano antiche fabbriche , magazzini ed edifici ottocenteschi ristrutturati.

Eventi a Colonia

Il movimento LGBT di Colonia è uno dei più attivi della Germania. La zona più frequentata dalla comunità gay è quella attorno a Rudolfplatz e la Pipinstrasse; il Christopher Street Day, è uno dei più grandi eventi LGBT d'Europa e prevede feste di strada con una grande parata nel centro cittadino, concerti e rappresentazioni teatrali.

Non meno importante è la sfilata del Karneval, con le folli giornate del magnifico Carnevale di Colonia, che ha inizio con la Weiberfastnacht (giovedì grasso, giornata in cui le donne comandano) e culmina con la grande sfilata del lunedì delle rose (Rosenmontag).
Durante le cinque giornate di festeggiamenti, i cui modi furono stabiliti nel 1823, i folli assumono simbolicamente il potere; in ogni corteo, il principe, il contadino e la vergine – in realtà un uomo – lanciano alla folla caramelle e mazzetti di fiori.

Le esposizioni d’arte e gli avvenimenti musicali a Colonia sono di livello internazionale. Che si tratti dell’opera lirica, di musical o di concerti rock, la vita musicale di Colonia è tanto innovativa quanto ricca. La Kölner Philharmonie è una delle prime sale da concerto d’Europa, mentre la Kölnarena, con 19.000 posti, è una delle grandi strutture per rappresentazioni in Germania.

La fama mondiale di Colonia come città culturale è dovuta al suo panorama museale di prim’ordine: qui si trovano più di 30 musei, oltre 100 gallerie d’arte e la fiera Art Cologne.

Durante l'Avvento, infine, si svolgono i mercatini di Natale, considerati tra i più belli della Germania.

Come arrivare

La città è raggiungibile in auto, in treno e in aereo anche dall'Italia.
L'aeroporto di Colonia-Bonn "Konrad Adenauer", 18 km a sud-est del centro, è servito da numerose compagnie aree ed è collegato anche da voli diretti con l'Italia.
Dall'aeroporto, il treno S13 conduce alla stazione ferroviaria (e viceversa) con la frequenza di una corsa ogni 20 minuti, per un viaggio di 15 minuti.

La stazione (Hauptbahnhof) si trova in centro, molto vicina al Dom, ed è collegata dai treni alle principali città tedesche, ma anche a Parigi e Bruxelles.

La stazione degli autobus, infine, sorge proprio alle spalle di quella dei treni, in Breslauer Platz.
In città esiste la metropolitana, molto comoda per spostarsi rapidamente da una zona all'altra.
  •  
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close