Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Tour Eiffel

Tour Eiffel, dalla sua storia alle informazioni utili per visitarla

Pagina 1/2

L’icona più conosciuta di Parigi è la Tour Eiffel che, dopo essere stata inizialmente osteggiata dai parigini, ha fratto breccia anche nei loro cuori ed oggi è amatissima da tutti. L’intricata struttura d’acciaio si erge in tutta la sua imponenza a Champ de Mars, uno dei giardini più frequentati della capitale francese, un tempo recintato da vigne e utilizzato per la coltivare gli ortaggi. Nelle serate estive il prato è disseminato di ragazzi che si ritrovano per il picnic o semplicemente per chiacchierare al chiaro di luna, mentre tutt’intorno la vita scorre frenetica come sempre.

La Tour Eiffel porta il nome del suo progettista: Gustave Eiffel (1832-1923). L’ingegnere, natio di Digione e specialista in strutture metalliche, fu contattato dall’amministrazione in occasione dell’Esposizione Universale del 1889, organizzata a Parigi per celebrare il centenario della Rivoluzione francese. Al tempo, oltre alla torre, a Champ de Mars fu costruita anche la galerie des Machines, un’altra struttura di dimensioni colossali che con i suoi archi d’acciaio larghi 115 metri copriva una distanza di quasi mezzo chilometro. Quest’ultima fu demolita nel 1910, ma provate a immaginare cosa doveva significare addentrarsi in questo mondo d’acciaio in cui ogni riferimento alle dimensioni umane andava totalmente cancellato!

Durante la sua costruzione, la Tour Eiffel fu osteggiata con tutte le forze sia dagli abitanti del quartiere, che temevano di vederla crollare sulle proprie abitazioni, sia dagli artisti parigini, che pubblicarono un manifesto detto dei “Trois cents” in cui la descrissero come inutile e mostruosa, soprannominandola “asparago di metallo”. Nonostante le avversità e i pareri negativi, Eiffel portò a compimento l’opera in poco più di due anni, un tempo estremamente breve considerando anche le tecnologie dell’epoca. Era la torre più alta del mondo, e lo sarebbe stata per i 41 anni successivi. Col passare del tempo la torre cominciò a guadagnare consensi tra la cittadinanza e ben presto divenne il simbolo per eccellenza di Parigi, al punto da sopravvivere alle demolizioni che invece interessarono la galerie des Machines.

Dal punto di vista ingegneristico, la Tour Eiffel è organizzata su tre livelli: il primo a 57 m, il secondo a 115 ed il terzo a 276; tuttavia la cima è a 324 m per via dell’antenna radiofonica installata in sommità. La struttura concepisce un’oscillazione fino a 20 cm, variabili in relazione al vento e soprattutto all’esposizione ai raggi solari, che alterano i parametri di dilatazione dell’acciaio. Il peso complessivo della torre supera abbondantemente le 7.000 tonnellate, ma il dato impressionante è relativo al carico al suolo pari a soli 4 kg per cmq. A magnificare il monumento è il sistema di illuminazione notturna che da un lato gli conferisce ulteriore leggerezza, dall’altro lo rende visibile a chilometri di distanza accentuandone l’importanza all’interno dello skyline cittadino.
... Pagina 2/2 ...
I visitatori possono accedere ai primi tre livelli della torre, anche se l’ultimo viene chiuso nelle giornate di vento forte. Per salire si può prendere uno degli ascensori, alloggiati nei piloni nord, est e ovest, o cimentarsi con le scale che, arrampicandosi lungo il pilone sud, conducono fino alla seconda terrazza. Per evitare lunghe file in biglietteria il consiglio è di cautelarsi con il sistema di prenotazioni online disponibile sul sito www.toureiffel.paris oppure salite fino al primo piano a piedi, e poi lì fate il biglietto per la restante salita in ascensore!.
Dal 7 ottobre 2014. dopo un lavoro di circa 2 anni, e dal costo di 30 milioni di euro, il primo livello è stato dotato di una passerella trasparente in cristallo, capace di dare qualche brivido supplementare ai visitatori.

Tenete presente che il prezzo del biglietto varia a seconda del livello che si vuole raggiungere e della scelta del mezzo di risalita. Nello specifico, per arrivare in ascensore al secondo piano si pagano 9 (intero), 7.50 (ragazzi tra 12 e 24 anni) e 4.5 € (bambini tra 4 e 11 anni), per salire al terzo 15, 13.50 e 10.5 €. Con le scale il prezzo cala a 5, 4 e 3 €, ma ricordate che così facendo si arriva al massimo al secondo livello. Gli orari di apertura di ascensori e scale vanno dalle 9:00 alle 00:45 con ultima salita ascensore alle 23 ( le 24 per il secondo piano), e ultimo ingresso scale a mezzanotte, da metà giugno a metà settembre, mentre per il resto dell'anno l'orario di apertura va dalle 9:30 alle 18:30 per le scale, alle 23:45 per chi utilizza l'ascensore. In questo caso ricordatevi che l'ultimo ascensore per la cima parte alle 22:30.  Le fermate della metropolitana più vicine sono Champ de Mars-Tour Eiffel e Bir-Hakeim.

 Pubblicato da il 04/05/2012 - 11.961 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
01 Giugno 2017 In moto con Suzuki: itinerario dal Cilento ...

In viaggio con Suzuki, giorno 3: il Cilento si unisce alla Costiera Amalfitana! E ...

NOVITA' close