Cerca Hotel al miglior prezzo

Curitiba (Brasile), viaggio nella Capitale del Paranà

Curitiba, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

La capitale dello stato del Paranà, (Brasile) è Curitiba, metropoli di quasi 1.800.000 abitanti situata ad oltre 900 metri di altitudine nel bel mezzo dell’altopiano del Paranà, sulla strada che da Rio Grande do Sul conduce a Sao Paulo, un centinaio di chilometri ad ovest della costa dell’Oceano Atlantico. Sostenuta da una vivace economia locale e statale, Curitiba è riuscita a compiere un efficace processo di modernizzazione secondo criteri che ne hanno salvaguardato per quanto possibile il volto originario, con numerosi edifici storici ottimamente conservati, diverse strade che sono state chiuse al traffico e tanti bei parchi che tutt’oggi costituiscono un ottimo polmone verde per la città.

La maggior parte dei “curitibanos” discende da immigrati di origine italiana, tedesca e polacca, anche se passeggiando per il centro si incontrano persone di diverse etnie per via della vasta popolazione universitaria che conferisce a Curitiba un’atmosfera giovane e vivace, grazie alla quale si è formato anche un interessante e ampio panorama musicale.

Fondata verso la fine del XIX secolo dai portoghesi, Curitiba prosperò in pochi anni come tappa per i gauchos e le loro mandrie grazie alla sua posizione strategica, fino a quando una strada migliore non fu costruita lungo un percorso alternativo. Rapidamente la città piombò nel dimenticatoio, riducendo sensibilmente le proprie dimensioni e ridimensionando la mole dei traffici commerciali con i porti del litorale atlantico; solo a partire dall’inizio del XX secolo ha cominciato a prendere forma la città moderna, con il formidabile boom delle piantagioni di caffè nella regione settentrionale del Paranà. Come i gauchos di un tempo, a molti turisti capita di trovarsi a Curitiba solo di passaggio, ma è piacevole soggiornarci per un paio di giorni durante i quali rilassarsi nei suoi tanti parchi, visitare alcuni dei suoi musei e dedicarsi allo shopping nei suoi animati viali centrali.

Conosciuta localmente come Rua das Flores dal 1720, ovvero da quando era già il principale viale commerciale del centro, Rua 15 de Novembro è l’ideale per cominciare a prendere atto della realtà di Curitiba, oltre che per fare shopping o sedersi a bere qualcosa in uno dei tanti bar. La zona preferita dai curitibanos per fare quattro passi è invece quella di Passeio Publico, accessibile da Avenida Presidente Carlos Cavalcanti, presso la quale si notano un lago e un piccolo zoo. Poco più a nord rispetto a Praca Tiradentes ed alla Catedral Metropolitana imboccate la galleria pedonale e vi ritroverete in Largo de Ordem, lo storico quartiere dalle strade acciottolate dove alcuni edifici storici sono stati restaurati con maestria e riportati all’antico splendore.

Particolarmente frequentato per i tanti bar e i ristoranti è invece Santa Felicidade, l’antico quartiere italiano di Curitiba, un’area non molto estesa distante 8 chilometri dal cuore del centro. Tra i principali poli attrattivi della città una citazione la merita l’Estacao Plaza Show, un enorme complesso situato in Avenida 7 de Setembro che ospita bar, ristoranti, una discoteca, sale per concerti, cinema ed il Museu Ferroviaria, la vecchia stazione ferroviaria restaurata di recente. Non male è anche Rua 24 Horas, una galleria lunga circa 100 metri all’interno della quale trovano posto negozi di articoli da regalo, ristoranti e bar che restano aperti 24 ore al giorno.

Per quanto riguarda l’aspetto museale, il principale allestimento di Curitiba è il Museu Paranaense, ospitato da un edificio in stile Art Nouveau in Praca Generoso Marques. Nelle sale del palazzo che una volta accoglieva la sede dell’amministrazione comunale c’è oggi un’interessante esposizione che ripercorre le vicende storiche dello stato del Paranà attraverso una miscellanea di oggetti ed una collezione di manufatti realizzati dagli indios Guaranì e Caigangues. Un altro museo da visitare è il Museu de Arte Sacra, un allestimento che vanta decine di reperti religiosi situato presso la Igreja da Ordem.

Da non perdere poi il Metropolitan Art Museum (Vedi foto), progettato dall'Architetto Oscar Niemeyer con la sua forma futuristica è un'opera d'arte di suo.

I parchi sono una prerogativa fondamentale di Curitiba, ed in particolar modo quelli dedicati agli immigrati che si insediarono nelle diverse aree della città. Queste aree verdi sono costituite dalle ricostruzioni delle abitazioni e delle chiese che venivano utilizzate dai pionieri polacchi, ucraini, tedeschi e giapponesi, e rappresentano perciò una testimonianza importante e suggestiva del passato della città, contraddistinta da un panorama culturale alquanto eterogeneo. In tal senso è emblematico il fabbricato del Praca do Japao, il memoriale all’immigrazione giapponese in Brasile, innalzato su una modesta altura ai piedi dei grattacieli di downtown.

Più recente, dato che fu inaugurato nel 1991, ma assolutamente imperdibile è il Jardim Botânico de Curitiba, che è sicuramente una delle attrazioni principali della capitale del Paranà. Si sviluppa su una superficie di 278.000 metri quadri, con una design alla francese ricca di composizioni floreali, è dominato al centro da una grande serra in Art Noveau, con le forme ispirate al Crystal Palace di Londra. Al suo interno sono coltivate specie tropicali, mentre separato troviamo anche un Museo Botanico, molto intressante. Non dovete poi mancare la visita al più recente Giardino delle Sensazioni, aperto da qualche anno. Ricordiamo inoltre la grande passione per il Calcio di Curitiba, che verrà celebrata nel 2014 quando anch'essa diverrà una delle sedi del Mondiale di Calcio di Brasile 2014.

A causa dell’altitudine piuttosto elevata, il clima presenta sia caratteristiche di tipo subtropicale che altre più riconducibili a zone temperate, con estati miti, ma piuttosto piovose, ed inverni freddi e generalmente più secchi. I mesi più caldi sono gennaio e febbraio, durante i quali le temperature oscillano in media tra 26 e 17 gradi, mentre quelli più freddi sono giugno e luglio, quando le minime possono scendere fino a 0 gradi e le massime superano di poco i 10. Le precipitazioni sono abbondanti per tutti i dodici mesi dell’anno ed in particolar modo tra settembre e marzo. Un buon periodo per visitare Curitiba corrisponde all’autunno locale, ovvero la nostra primavera, dato che tra aprile e giungo le temperature sono gradevoli e le piogge un po’ meno frequenti.

Curitiba è servita dall’Alfonso Pena International Airport, uno scalo di notevoli dimensioni situato nella vicina località di Sao Josè dos Pinhais, 17 chilometri al di fuori del centro. Dalla rodoviaria partono tutti i giorni numerosi autobus diretti a Sao Paulo, raggiungibile in circa 6 ore, e Rio de Janeiro, distante 12 ore, oltre che a tutte le maggiori località del Sud; quotidianamente ci sono anche 13 collegamenti con Foz do Iguacu, e quasi altrettanti per Joinville e Florianopolis, mentre alcuni bus consentono di varcare i confini nazionali per dirigersi ad Asuncion, Buenos Aires e Santiago del Cile. Più discontinuo è il servizio offerto dai treni, anche se è particolarmente piacevole dirigersi a Lapa, una cittadina storica distante circa 70 chilometri, a bordo dei vecchi pittoreschi convogli a vapore.
  •  

 Pubblicato da - 13 Giugno 2013 - © Riproduzione vietata

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close