Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Massachusetts

Massachusetts, viaggio nello stato dei Padri Pellegrini

Pagina 1/2

Il Massachusetts, il cui nome ufficiale è Commonwealth del Massachusetts, è uno degli stati del New England situato sulla costa atlantica, e confinante con il New Hampshire ed il Vermont a nord, con il New York ad ovest, con il Connecticut ed il Rhode Island a sud. L’origine del nome è probabilmente collegata all’antico termine gergale indiano “Massachusets”, traducibile come “vicino alla grande collina”, intendendo con questo termine le Blue Hills, le colline che sorgono a sud di Boston.

La geografia del territorio è molto varia, con montagne, spiagge, metropoli e grandi boschi di pini ed abeti rossi che si rincorrono per tutti i 21.000 chilometri quadrati di estensione dello stato, originando un paesaggio toccante, ulteriormente nobilitato se si pensa che qui anche i sassi sono intrisi di storia, una storia cominciata prima che in qualsiasi altro stato, quando il 21 dicembre 1620, scendendo dalla Mayflower, sbarcarono i 102, tra uomini, donne e bambini, padri fondatori degli Stati Uniti. Tornando alla morfologia del territorio, la cima più alta è il Monte Greylock, 1064 metri appartenenti al sistema degli Appalachi, e sono molti i fiumi che attraversano campagne e città, come il Taunton, il Connecticut, il Charles ed il Merrimac, per poi sfociare sulle pianeggianti coste atlantiche, fronteggiate da parecchie isole quali Martha’s Vineyard e Nantucket. L’economia si basa principalmente sull’industria, in particolare tessile, cartaria, elettronica, meccanica e navale, mentre diversamente da buona parte degli altri stati del New England, sono poco diffuse l’agricoltura e l’allevamento, sostituite nell’approvvigionamento alimentare dalla pesca.

Prima dell’arrivo dei coloni inglesi, la regione era abitata dalla tribù indiana degli Algonquini, soggiogata e messa in schiavitù già dal 1524 quando Giovanni da Varrazzano attraccò su queste coste per conto del re francese Francesco I. Il 1620 è come detto l’anno dello sbarco dei cosiddetti Padri Pellegrini, i Pilgrim Fathers, fondatori della prima colonia inglese nel Nuovo Mondo, e primi celebranti della festa del ringraziamento, il Thanksgivingday, nel 1621. Dal 1629 in poi furono molti altri i Puritani che decisero di lasciare le coste della Gran Bretagna per raggiungere i capostipiti in America, creando una comunità protestante d’oltreoceano numerosa e forte, impegnatasi nella costruzione di molte nuove città, tra cui anche Massachusetts Bay Colony, ma dimostratasi assolutamente intollerante nei confronti delle altre religioni, bandite e segregate al di fuori dei confini statali. Il riconoscimento ufficiale delle stato avvenne nel 1776, attirando da quel momento in poi indipendentisti da ogni parte del paese, che ottennero la ratificazione dell’Unione il 6 febbraio 1788, data in cui il Massachusetts divenne il sesto Stato federato degli Stati Uniti.

La capitale è Boston, la più grande e popolosa delle città dello stato coi suoi 3 milioni di abitanti, un centro che non può non piacere per come riesce a riunire il fascino del vecchio mondo e gli aspetti della modernità delle metropoli americane. Da sempre Boston occupa un ruolo di primissimo piano per quel che riguarda il panorama culturale e scientifico del paese, con oltre 50 sedi tra college ed università, tra cui ricordiamo il Massachusetts Institute of Technology (MIT) e la Boston University, e centinaia di edifici da non perdere, tra i quali risaltano: lo State Capitol, la chiesa di Brimstone Corner, il Granary Burying Ground, la King’s Chapel, la statua di Benjamin Franklin, la Faneuil Hall, l’Old North Curch e l’obelisco di Bunker Hill. Per approfondire la storia del più famoso tra i Bostonians di tutti i tempi, John Fitzgerald Kennedy, ci si deve recare al Museum at the John Fitzgerald Kennedy Library, qualche chilometro fuori dal centro urbano.

Altre città del Massachusetts importanti per diversi motivi sono: Cambridge, centro di 95.000 abitanti preceduto dalla sua stessa fama per via della presenza della Harvard University, la più celebre università degli USA e forse del mondo; Salem, 38.000 abitanti e nota come la città delle streghe, luogo di nascita del famoso scrittore Nathaniel Hawthorne, autore de “La lettera scarlatta”, in cui vedere la Witch House, la casa dove il giudice Corwin processava le donne accusate di stregoneria, ed il Salem Witch Museum, il museo delle streghe aperto in Washington Square; e Lowell, un insediamento di 103.000 abitanti che ha dato i natali il 12 marzo 1922 a Jack Kerouac, uno dei padri della “beat generation”, ed autore del celeberrimo “On the Road”, ricordato ogni anno ad ottobre con la celebrazione del festival “Lowell celebrates Kerouac!”.
... Pagina 2/2 ...
Terminate le visite alle città restano ancora da vedere Cape Cod, la zona di villeggiatura più nota del Massachusetts, che si estende su una lunghezza di quasi 140 chilometri, caratterizzata da isole, spiagge sabbiose, mare calmo, all’interno di pittoreschi villaggi di pescatori ma anche di cittadine alla moda, e Nantucked Island, un'isola abitata stabilmente da 6.000 persone, tragicamente nota poiché base principale della caccia alle balene, ma anche e soprattutto musa ispiratrice di Herman Melville nello scrivere il suo più noto romanzo, “Moby Dick”. Alcune mete da non lasciarsi sfuggire sono il Whaling Museum, dedicato alla caccia delle balene, ed i negozi affacciati su Centre street.

Il clima è soggetto a grandi sbalzi di temperatura tra estate ed inverno, così da passare dal caldo umido spesso insopportabile della costa nei mesi di luglio ed agosto, quando si possono raggiungere anche i 35/36 gradi, al freddo pungente sovente accompagnato da vere e proprie bufere di neve di gennaio e febbraio, accentuato man mano che si procede all’interno, in cui le minime sono stabilmente al di sotto dello zero. Le precipitazioni sono in media abbondanti, nell’ordine dei 1300 mm di pioggia all’anno, e raggiungono l’apice nel mese di novembre. La stagione forse più suggestiva è l’autunno, quando il clima è accettabile e si verifica il fenomeno del “foliage”, che accende di calde tonalità pastello i boschi e le campagne, dipingendo scenari da lasciare a bocca aperta.

Il maggior aeroporto dello stato è il Logan International Airport, situato alla periferia di Boston e servito da tutte le più grandi compagnie aeree nazionali ed internazionali, con milioni un traffico di decine di milioni di passeggeri ogni anno, mentre per muoversi a terra sono molte i tratti autostradali percorsi anche dai mezzi della Massachusetts Bay Transportation Authority (MBTA), l’azienda dei trasporti pubblici, i cui mezzi vanno dagli autobus ai treni, fino alle carrozze della metropolitana di Boston.

Fonte foto, cortesia: Massachusetts Office of Travel and Tourism
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close