Cerca Hotel al miglior prezzo

Cambridge (Inghilterra): la CittÓ, la prestigiosa UniversitÓ e i suoi Colleges

Sulle rive del fiume Cam, nella parte orientale dell’Inghilterra, sorge Cambridge, il capoluogo della contea del Cambridgeshire, con i suoi storici college , le chiese medievali custodi di antiche storie, i musei, le gallerie e le ampie aree verdi.

Fu l’invasione romana della Gran Bretagna, nel 40 d.C., a determinare il primo importante periodo di sviluppo per la cittadina, dapprima piazzaforte militare da cui vegliare sul fiume, dalla postazione privilegiata della cima della collina di Castle Hill. A quest’altezza il Cam era tagliato dalla Via Decana, che legava Colchester, nell’Essex, alle guarnigioni di Lincoln e al nord dell’Inghilterra. L’insediamento romano, probabilmente chiamato Durolipons, rimase un fondamentale centro regionale per circa 350 anni dopo il periodo dell'occupazione romana, sino al 400. Le vie romane e i possenti muri di cinta sono ancora visibili.

Fondata nel 1200, la Scuola di Pitagora fu tra i primi centri d’istruzione della città, nell’edificio che oggi appartiene al St. John's College. La prima università, invece, venne fondata secondo la tradizione 9 anni dopo, quando alcuni studenti fuggirono da Oxford, in seguito ad alcuni contrasti con la gente del luogo, e si rifugiarono a Cambridge. Nel 1284, poi, nacque il primo vero e proprio college, il Peterhouse.

Sin dall’età medievale, quindi, la zona di Cambridge ha sempre goduto di uno stretto legame con l’università, e oltre alla Cambridge University hanno sede in città, attualmente, l’Anglia Ruskin University e la Open University dell’East Anglia. Seconda per anzianità, tra le università anglosassoni, dopo quella di Oxford, è considerata, con essa, tra i migliori centri universitari britannici. oggi Cambridge è anche meta delle vacanze studio di migliaia di studenti che arrivano da ogni parte del mondo, anche dall'Italia

Molti sono i personaggi, celebri nel mondo della cultura e della scienza, che hanno frequentato il prestigioso istituto, e ad oggi i ricercatori di Cambridge che hanno ricevuto il premio Nobel sono ben 90 (2015). I college disseminati per le vie cittadine sono invece 31, e i più eleganti da un punto di vista architettonico fanno bella mostra di sé dalle rive del Cam, nelle cui acque si specchiano fieri e un po’ vanitosi.

Malgrado la presenza dell’università, Cambridge guadagnò lo status di city soltanto nel 1951, e tutt’ora non possiede cattedrale, tradizionalmente considerata un prerequisito fondamentale per essere considerata una vera città. Oggi, oltre all’importanza nell’ambito dell’istruzione, la zona della città viene anche detta “Silicon Fen”, grazie alla nascita sempre più frequente di imprese ad alta tecnologia, specialmente nelle aree periferiche della città.

Percorrere la città è comodo e semplice, piacevole anche in bicicletta o a piedi. Passeggiando o pedalando con calma e gli occhi ben aperti, sarà ancora più sorprendente scoprire gli angoli più incantevoli di Cambridge. Le bellezze architettoniche sono innumerevoli, a partire dl vecchio ponte Magdalene Bridge, o dalla Round Church, una delle quattro chiese medievali sopravvissute attraverso i secoli, testimone della storia sin dal lontano 1100.

Tra i college che meritano l’ammirazione dei visitatori ci sono sicuramente il St.John’s College e il Trinity College, quest’ultimo voluto da Enrico VIII nel 1546. A dimostrazione della nobile origine, la magnifica porta d’ingresso è sormontata da una nicchia che ospita la statua del sovrano. Costeggiato da splendidi edifici del XV secolo è il Great Court, il più vasto cortile di Cambridge, poco distante dal Trinity. Subito dopo ci si imbatte nel Neville’s Court, un cortile di dimensioni più ridotte ma non meno grazioso, e nella bellissima Wren Library, eretta da Christopher Wren, da cui il nome, alla fine del 600.

Da visitare è poi il Fitzwilliam Museum di Trumpington Street, una raccolta strepitosa di pezzi d’arte greca e romana, oltre ad opere pittoriche di Cézanne, Ricasso, Rubens, Constable, Blake, Turner e Rembrandt. Anche qui, un cortile accogliente, all’interno della struttura stessa, si rivelerà ideale per ristorarsi e lasciar viaggiare la mente nella magia delle bellezze ammirate.

Vale la pena di fare un giro in barca sulle acque del Cam. Le “punts” sono caratteristiche chiatte a remi, pilotate puntando il lungo remo sul letto del fiume e direzionando la barca dove ci si vuole dirigere. Le imbarcazioni si possono noleggiare al Trinity Punt Hire a Garret Hotel Lane, ma la pratica di “guida” richiede una certa abilità, e chi non si sentisse sicuro potrà noleggiare anche un rematore esperto.

La cappella del college, un esempio di architettura tardogotica, fu costruita in tre fasi per periodo di circa 100 anni. Gran parte della pietra usata nella costruzione provenne dall'abbazia di Ramsey, nel Cambridgeshire. La cappella presenta la volta a ventaglio più grande del mondo, finestre con vetrate ed il dipinto "L'adorazione dei Magi" di Pieter Paul Rubens.

Uno degli edifici più importanti di Cambridge, divenuto col tempo vero simbolo della città, è la cappella del King’s College, attivamente utilizzata come luogo di culto ma anche per concerti e altre manifestazioni. Celebre è il coro, che canta alle messe durante i periodi di lezione, quasi tutti i giorni, e spesso si esibisce in spettacoli che vengono trasmessi alla radio e in televisione. La costruzione della cappella fu iniziata nel 1446 dal re Enrico VI, e ultimata durante il regno di Enrico VIII, nel 1515.

La ferrovia e la stazione di Cambridge furono costruite nel 1845, collocate un po’ fuori rispetto al centro cittadino. Secondo la leggenda la loro posizione fu stabilita dall'università: l’intento, a quanto pare, era di evitare che gli studenti si distraessero dalle loro occupazioni, grazie a un facile accesso a Londra.
Per arrivare a Cambridge conviene volare su Londra, possibilmente sull'aereoporto di Stansted, il più vicino e che quindi comporta i minori costi di trasferimento.

Tra gli eventi che attirano i turisti a Cambridge c’è il Cambridge Film Festival, uno dei più importanti festival cinematografici del Regno Unito, storicamente celebrato ogni anno a luglio. Fondato nel 1977 e ripreso nel 2001, oggi il festival offre una selezione di film internazionali, alla cui proiezione possono accedere tutti gli appassionati che lo desiderino. Il Cambridge Midsummer Fair è una delle festività più antiche della città e dell’intero Regno Unito, e oggi è costituita principalmente da un ricco mercatino molto frequentato.
Il Cambridge Folk Festival è una manifestazione musicale annuale, che si svolge a Cherry Hinton, uno dei villaggi compresi sotto la giurisdizione di Cambridge. La festa è conosciuta per il variegate mix di musica folk.

Il clima di Cambridge è quello tipico dell'Inghilterra orientale: gli inverni sono freddi, e la piovosità è piuttosto abbondante durante tutto l’anno: per questo motivo, una visita è consigliata nella stagione estiva, quando le vie cittadine e gli spazi verdi sono godibili al massimo. Chi cerca la pace il mese di agosto è il migliore, dato che è il momento in cui gli studenti tornano alle proprie case o vanno in vacanza e Cambridge si svuota. Per chi vuole vivere la città nella sua frizzante vita universitaria, allora settembre è il mese migliore in assoluto.

Nota per ilTurista: recentemente è stato osservato nel cielo di Cambridge un arcobaleno capovolto, una sorta di sorriso nell’aria limpida d’Inghilterra. Più luminoso degli arcobaleni normali, causato dalla interazione tra la luce e i cristalli di ghiaccio, che la indirizzano versol'alto. Un fenomeno simile è tipico delle zone molto fredde, e il fatto che sia stato osservato a Cambridge è piuttosto insolito, segno che la situazione climatica sta subendo degli sconvolgimenti.
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a CinecittÓ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close