Cerca Hotel al miglior prezzo

A Roma con bambini: cosa fare e cosa vedere

Pagina 1/2

Avete mai visitato le attrazioni di Roma con un bambino al seguito? Se la risposta è sì, sicuramente sarete al corrente di quanto possa diventare frustrante questa esperienza se non avete in mente un’alternativa “bimbo friendly” da proporre al piccolo quando si sarà stancato (e prima o poi capiterà) di girare per chiese, musei e siti archeologici.

Se la risposta è sì, è perché, come noi, avete più volte provato a "imporre" vacanze culturali dovendo, ogni volta, combattere con il disinteresse e il fastidio dei vostri bimbi.

Senza la pretesa, quindi, di esaurire qui l’argomento e senza alcun ordine di merito, ecco una lista di attrattive che possono andare bene per i più piccini e che, tutto sommato, possono incontrare anche il vostro favore.


1) 2 ORE A EXPLORA – IL MUSEO DEI BAMBINI

Polo di attrazione per tutte le famiglie romane (e non), Explora – Il museo dei bambini di Roma è il primo Children Museum no profit italiano. Situato in pieno centro, tra Villa Borghese e Piazza del Popolo, si estende su una superficie di 8.000mq in cui sorgono un padiglione espositivo, un’area verde attrezzata con giochi, una cucina per i laboratori di educazione alimentare, una libreria, uno shop, un bar, un ristorante e un parcheggio riservato ai visitatori. Innumerevoli le possibilità di visita, tra mostre temporanee, laboratori didattici, exhibit e animazioni (anche per piccolissimi). Qui è possibile anche organizzare feste di compleanno e prendere parte ai campus estivi.
L’accesso al museo è a numero chiuso e organizzato su turni di 1h e 45 minuti ciascuno.
A noi piace perché: è un museo davvero interattivo, è pensato per bambini di tutte le età e, tutto sommato, siamo riusciti a divertirci anche noi adulti.


2) ALLA SCOPERTA DELLE NOVITÁ DEL BIOPARCO

Tra mammiferi, rettili, anfibi e uccelli, il Bioparco ospita circa 200 specie provenienti da tutti i continenti. Tra le ultime novità, l’Area della Tigre di Sumatra, inaugurata a giugno 2015 e l’Area che ospita i rapaci notturni. Ci sono, poi, l’Area dei Pesci Alieni, l’Area degli Oranghi, dei Draghi di Komodo, delle Scimmie più piccole del mondo, degli Orsi, il Rettilario e la Voliera, la Casa delle Giraffe, l’Area dei Lemuri…
Il Bioparco è anche il teatro di numerosi eventi e appuntamenti pensati per le famiglie, in particolare nel weekend. Tra laboratori, percorsi didattici finalizzati a far conoscere meglio il parco e i suoi abitanti, feste… non c’è davvero di che annoiarsi.
Il parco, nel periodo primaverile ed estivo, è aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.00. In autunno e inverno, l’accesso è consentito dalle 9.30 alle 17.00.
A noi piace perché: va oltre l'idea tradizonale di zoo e i laboratori didattici rendono ancora più interessante la visita.

3) UN POMERIGGIO NEI PARCHI DIVERTIMENTO

Due i parchi divertimento più interessanti a Roma: Rainbow Magic Land e Cinecittà World.
Il Rainbow Magic Land è il parco divertimento più grande di Roma e sicuramente saprà come attirare a sé i più piccoli. 38 le attrazioni presenti, suddivise in tre categorie: per coraggiosi, per bambini e per tutti. L’offerta prevede anche una programmazione giornaliera di spettacoli, la presenza di un playground riscaldato e coperto per i piccolissimi, una serie di eventi organizzati all’interno dell’area (la programmazione completa per i mesi di maggio e giugno sul sito), diversi punti ristoro situati in location strategiche del parco (Castello, Belvedere, Domus Aurea, Boccondivino), negozi e shop a tema, un parcheggio per 3500 auto e il Pluviometro Gattobalento, uno strumento particolare che, in caso di pioggia, misura la quantità di acqua caduta e, se supera un certo limite, offre a coloro che si trovano all’interno del parco in quel momento un buono di ingresso valido fino all’8/01/2017.
Orari di apertura sul sito. Nei mesi di luglio e agosto il parco rimarrà aperto fino alle 23.00.
A noi piace perché: l'idea del Pluviometro Gattobaleno è davvero fantastica e permette di programmare la visita anche qualora il cielo fosse particolarmente plumbeo.

... Pagina 2/2 ...
Cinecittà World è il parco romano dedicato al cinema e alla storia del cinema cittadino. Concepito come un vero e proprio parco divertimenti, presenta numerose attrazioni adatte a un pubblico di tutte le età, la ricostruzione di veri e propri set cinematografici per vivere in prima persona le avventure più note raccontate al cinema, una programmazione ricca di eventi che si susseguono durante tutta la giornata, numerosi punti ristoro e diversi negozi per fare incetta di gadget.
A noi piace perché: beh... a noi piace ancora più che ai bambini, essendo appassionati di cinema da sempre!

4) CON I PIÚ GRANDI A TECHNOTOWON

Nel cuore di Villa Torlonia, destinata a un pubblico di bambini dai 6 anni in su, Technotown è una ludoteca tecnologica pensata per consentire ai bimbi e ai loro genitori di sperimentare con le proprie mani la progettazione e creazione di oggetti tecnologici. Si potrà, dunque, giocare con strumenti hi-tech, divertirsi con la realtà virtuale, prendere parte a laboratori speciali e interattivi… Tra gli ambienti presenti, la Sala Cyberplant, il Planetario Gonfiabile, il Lego Education Innovation Studio, la Sala meteorologica, la Termocamera, la Sala Musica e il Virtual Set. A disposizione anche uno scanner 3D, una stampante 3D e lo ScultoRobot.
Numerosi i workshop e i laboratori a cui i bambini possono prendere parte, incentrati di volta in volta su un argomento diverso (la programmazione dettagliata sul sito).
Technotown è aperta da martedì a domenica dalle 9.30 alle 19.00.
A noi piace perché: strutture simili in Italia ce ne sono poche e questa è concepita per incuriosire davvero i bambini.

5) A VILLA BORGHESE, NELLA CASINA DI RAFFAELLO

Un classico delle mete turistiche romane, Villa Borghese permette di conciliare le esigenze dei grandi con quelle dei più piccini. All’interno del parco, infatti, in un edificio storico del ‘500 chiamato, appunto, la Casina di Raffaello, l’Amministrazione Comunale ha aperto, ormai da una decina d’anni, una ludoteca destinata ai bimbi dai 3 ai 10 anni.
La programmazione quotidiana è piuttosto densa di appuntamenti: dai laboratori didattici alle letture animate, dalle mostre periodiche agli eventi, ce n’è davvero per tutti i gusti. A questo proposito, segnaliamo il laboratorio di Manualità Creativa (fino al 30 giugno) e il laboratorio La fabbrica dei mostri (anch’esso fino al 30 giugno).
La Casina di Raffaello è chiusa il lunedì e rimane aperta tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00, il sabato, la domenica e nei festivi dalle 10.00 alle 19.00.
A noi piace perché: l'edificio è davvero bello e vale una visita. E il fatto che si trovi all'interno di Villa Borghese permette a noi grandi di programmare una visita alla Galleria di Villa Borghese con i bambini promettendo loro in cambio di qualche ora in ludoteca.

6) NEL WEEKEND AL MUSEO DI ZOOLOGIA

Un altro punto di riferimento e interesse per chi visita Roma con bambini al seguito è il Museo di Zoologia dove tutta l’attività didattica e la proposta cultura viene organizzata e gestita dalla cooperativa sociale Myosotis.
Il programma è ricchissimo di appuntamenti, concentrati soprattutto nel weekend. La proposta è rivolta sia ai piccolissimi, bambini dai 3 ai 4 anni accompagnati dai genitori; sia ai bambini più grandi (5-11 anni) coinvolti in laboratori scientifici tesi a stimolare il loro interesse, la loro fantasia e creatività. Per i ragazzi, invece, l’iniziativa Detective al Museo (si conclude, però, alla fine di maggio) che li vede impegnati in una vera e propria operazione di investigazione per scoprire i misteri che si nascondono all’interno del museo.
A noi piace perché: la proposta didattica coinvolge anche i piccolissimi, spesso scartati dalle iniziative rivolte all'infanzia.

7) ROMA IN BICICLETTA

Un modo diverso di visitare Roma è a cavallo delle due ruote, lungo uno dei percorsi ciclabili della città oppure alla scoperta degli innumerevoli parchi cittadini.
La pista ciclabile più lunga (15 km di cui 3 urbani e 12 totalmente immersi nel verde) parte da Castel Giubileo e arriva sino a Ponte Risorgimento da cui, poi, è possibile o deviare per tornare verso il centro (Villa Borghese, Villa Ada) o proseguire in direzione Trastevere.
Interessanti anche le piste ciclabili realizzate all’interno di Villa Pamphili e di Villa Ada e il percorso ciclabile dentro al Parco della Caffarella che si raggiunge partendo dal Colosseo e dirigendosi verso via San Giovanni in Laterano dove sorge l’omonima basilica.
Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito dell’Associazione Cicloambientalisti Romani Ruotalibera.
A noi piace perché: ci piace avere la possibilità di scoprire le città in modo alternativo e la bici è, da sempre, il modo migliore per conoscere un posto con un approccio lento e dettagliato.

8) NAVIGANDO LUNGO IL TEVERE

Come la bici, anche la navigazione lungo il Tevere consente di avere una prospettiva diversa sulla città. Battelli di Roma è il servizio di crociera turistica cittadina che, grazie anche alla formula Hop-on/Hop-off permette di godere a pieno del tour decidendo quando e dove fermarsi.
Tra i punti di maggior interesse della navigazione: Castel Sant’Angelo, la Basilica di San Pietro, gli innumerevoli ponti storici sul Tevere e l‘Isola Tiberina.
A noi piace perché: a chi non piace l'idea di starsene comodamente seduti su un battello godendosi la città che, come un quadro, ci si concretizza davanti?


 Pubblicato da il 02/06/2016 - 7.671 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close