Cerca Hotel al miglior prezzo

Tour tra i palazzi pił belli di Lisbona e dintorni

Pagina 1/2

Lisbona è una città ricca di imponenti palazzi, spesso si pensa esclusivamente al Castello di São Jorge e il Palazzo presidenziale di Belém, ma la città offre molte sorprese, spesso sconosciute. Se volessimo fare un salto nel passato, dovremmo sicuramente visitare questi frammenti di storia dell’epoca monarchica che il terremoto ha risparmiato.

Palacio Foz

Cominciamo questo viaggio virtuale tra antichi palazzi e sfarzose corti dal Palàcio Foz, in pieno centro cittadino (Praça Restauradores). Il palazzo è uno degli esempi architettonici post terremoto del centro città. Purtroppo non è aperto per visite ma se avrete fortuna, potrete ammirarlo durante gli eventi che spesso si organizzano al suo interno, come concerti, esposizioni, fiere di vini, ecc.
Fu fatto costruire nel 1777 ed ebbe vari proprietari che mescolarono gli stili, dal roccocò al neo-manuelino. Le sue grandiose sale servirono come scenario del film "Mistérios de Lisboa" (Misteri di Lisbona) di Raul Ruiz e la sua antica biblioteca oggi è adibita a Museo Nazionale dello Sport.

Palacio da Ajuda

Proseguendo verso occidente arriveremo al quartiere di Ajuda, dove fu costruita la residenza reale dopo il terremoto del 1755, il Palàcio da Ajuda. Tra queste mura costruite sull’omonima collina, i monarchi trovarono tranquillità dopo la tremenda calamità naturale che distrusse la città. Con l’invasione francese e la fine della monarchia, il palazzo fu quasi completamente costruito, parliamo di appena un quinto del piano originale. Quello che impressiona visitandolo è la grande collezione decorativa della famiglia reale.

Palacio dos Marqueses da Fronteira

Prima di allontanarci verso Belém, potremmo visitare il Palacio dos Marqueses da Fronteira. Residenza di una famiglia nobile del XVII secolo, all’epoca questa zona della città era aperta campagna. Il palazzo sopravvisse ma fu soffocato dal quartiere e dai suoi imponenti condomini e uffici. Un vero e proprio tesoro sconosciuto spesso anche dagli stessi cittadini. Di grande rilievo la collezione di azulejos decorativi del giardino.

Palacio de Belem

A questo punto non ci resta che prendere il tram o il bus ed arrivare a Belém, famoso quartiere conosciuto per i pasticcini alla crema, pastéis de Belém, e la torre difensiva nel fiume. Appena giunti a Belém troviamo situato il Palacio de Belem, oggi residenza ufficiale del Presidente della Repubblica. Originariamente costruito nel XVI fu in seguito modificato nel XIX secolo fino ad avere l’aspetto attuale. Al suo interno è possibile visitare il museo dedicato ai presidenti che si sono successi nel Paese.

Palacio Quinta da Regaleira

Volendoci allontanare ora dalla città, a pochi minuti di macchina, troviamo altre perle architettoniche del Paese. Prima tappa la cittadina di Sintra, qui è possibile visitare il Pàlacio Quinta da Regaleira conosciuto anche con il nome di “Palácio dos Milhões”.
Il palazzo, come l’intero parco, fu la creazione della mente eccentrica del suo proprietario. Imperdibile per chi si reca a Sintra, il palazzo è un antro mistico da cui si esce trasformati proprio come se fossimo stati catapultati nel mondo degli alchimisti. I disegni e i progetti sono stati realizzati dal Luigi Manini, architetto italiano che disegnò anche la Scala di Milano.

... Pagina 2/2 ...
Palacio da Pena a Sintra

Continuando la nostra visita a Sintra, consiglio di fare un salto al palazzo delle fiabe, come tutti lo definiscono, il Pàlacio da Pena. Un palazzo che esisteva già ben prima della mente fantasiosa di Neuschwanstein di Baviera. Costruito nella serra de Sintra, il palazzo è un vero gioiello architettonico, uno degli esempi più rappresentativi del romanticismo europeo.

Palacio Nacional de Sintra

Tornando in centro città possiamo visitare il Pàlacio Nacional de Sintra ed i suoi unici ed impressionanti camini. Fu anche per un breve periodo residenza di Infante D. Henrique. L’interno del palazzo merita una visita approfondita e non parlo solamente della maestosa cucina ma delle meravigliose pitture, dei tetti affrescati e dei pannelli di azulejos.

Palacio de Monserrate a Sintra

Il nostro viaggio a Sintra è terminato ma se avete ancora qualche giorno a disposizione, vi consiglio sicuramente una visita al Pàlacio de Monserrate, uno degli edifici più esotici del Paese. Passò di proprietà in proprietà e fu anche dimora dello scrittore inglese William Beckford. Oltre al palazzo una visita approfondita dovrebbe esser fatta al suo magnifico giardino botanico recentemente restaurato.

Palacio de Mafra

Terminerei il nostro viaggio virtuale per corti, con altre due perle portoghesi: il Pàlacio de Mafra e il Pàlacio de Queluz. Il primo è uno dei più grandi palazzi al mondo, la cui costruzione portò quasi alla rovina del Paese. Per fortuna fu utilizzato l’oro incontrato in Brasile. L’intera proprietà ospita un maestoso edificio barocco che fu adibito a palazzo reale e convento. Viene anche citato nell’opera di José Saramago, Memoriale del Convento.

Palacio de Queluz

Il secondo palazzo, a Queluz, è spesso chiamato la piccola Versailles portoghese per le sue somiglianze con la sorella maggiore francese. Utilizzato come residenza per le vacanze reali, in seguito fu utilizzato come palazzo ufficiale. Imperdibile una visita all’interno del palazzo e al suo giardino adornato da statue e fonti mitologiche.

 Pubblicato da il 28/12/2015 - 3.448 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close