Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Castello di São Jorge

Visita al Castello di San Giorgio a Lisbona

Pagina 1/2

Il Castello di S. Jorge è uno dei monumenti nazionali di Lisbona. L’area che occupa si trova nella zona dell’antica cittadella medievale – alcazaba – costituita in origine dal castello, dalle rovine dell’antico palazzo reale e da parte del quartiere delle élites. La fortificazione giunta in parte fino a noi, è stata costruita dai mori a metà dell’XI secolo. Lo scopo era ovviamente di tipo difensivo visto che rappresentava l’ultima, in ordine progressivo, delle roccaforti di difesa per proteggere l’amministrazione ed i ceti più elevati della città. Dopo la conquista di Lisbona da parte di Afonso Henriques, primo re del Portogallo, nel lontano 1147, e fino al XVI secolo, il castello ha vissuto il suo periodo più bello come spazio di corte. Gli antichi edifici dell’epoca islamica furono trasformati nelle residenze del Re, della Corte e del Vescovo. L’archivio reale venne collocato in una delle torri.

Dal XIII secolo in poi divenne il luogo prescelto per ricevere i personaggi illustri nazionali e stranieri, realizzare feste e proclamare i sovrani fino a quando la corona portoghese non venne integrata con quella di Spagna. Dal 1580 in poi venne maggiormente valorizzata l’importanza militare del Castello mantenuta fino all’inizio del XX secolo. Dopo il terremoto che devastò la città nel 1755, la roccaforte fu rinnovata. Nuove costruzioni di carattere militare vennero edificate sulle rovine di quelle più antiche. L’originaria vocazione difensiva e militare riprese in modo ancor più pressante fino a mortificarne i segni del passato riportato in auge in seguito, sul finire degli anni 1930, quando partirono gli imponenti lavori di restauro. Le demolizioni realizzate in quel periodo permisero di recuperare le antiche costruzioni e quindi le rovine dell’antico palazzo reale. Il castello riacquistò l’imponenza di un tempo e venne restituito ai cittadini. Altre ricerche continuate in seguito ed i sondaggi effettuati hanno permesso di valorizzare l’antichità dell’insediamento originale e di classificare il Castello come Monumento Nazionale con Decreto Regio del 1910. Oggi tutto questo si può ammirare non solo nell’ambito dell’Esposizione Permanente ma anche direttamente attraverso le testimonianze portate alla luce dal Sito Archeologico.

Da visitare
La fortificazione nata a scopo difensivo non aveva la funzione di residenza. Al suo interno si ergeva la cittadella, la alcazaba, dove le élites della città si potevano rifugiare in caso di assedio. Il restante spazio era riservato alla guarnigione militare che si riuniva per combattere. A noi sono giunte 11 delle torri che la completavano fra cui il Mastio, la torre dell’Avere o torre do Tombo, la torre del Palazzo, la torre della Cisterna e la torre di San Lorenzo situata su uno dei versanti della collina sui cui sorge il Castello. Nella seconda piazza si trovano ancora le rovine di antiche costruzioni ed una cisterna. Inoltre nella muraglia Nord di questo atrio è visibile una piccola porta chiamata “del Tradimento” da cui entravano ed uscivano i messaggeri segreti in caso di pericolo. Al cammino di ronda e alle torri è possibile accedere attraverso le rampe di scale addossate alla muraglia. Alcuni degli elementi architettonici che costituivano l’antica residenza reale, distrutta nel terremoto del 1755, si possono distinguere nella zona del Giardino Romantico e sulle terrazze. Il sito archeologico che occupa buona parte dell’area offre significative testimonianze dei periodi più importanti della storia di Lisbona, dalle prime occupazioni di cui si ha notizia risalenti al VII secolo, alle rovine della zona residenziale di epoca islamica a metà dell’XI secolo ai resti dell’ultimo palazzo dell’antica cittadella distrutta dal terremoto. L’esposizione permanente ospitata all’interno del complesso di edifici in cui si trovano attualmente anche il bar ed un ristorante, costruiti nel sito che un tempo apparteneva alla residenza reale, mostra gli oggetti rivenuti nel sito durante gli scavi. Dal Castello è possibile ammirare anche vedute inedite della città, dal monumentale Belvedere dal quale si possono godere meravigliosi tramonti alla visione globale offerta dalla cosiddetta “Camera obscura”, collocata in una delle torri, dove un sistema ottico di lenti e specchi consente di osservare a 360° la città in tempo reale.

Il Castelo de São Jorge è visitabile dalle 9 alle 21 da marzo a ottobre e dalle 9 alle 18 da novembre a febbraio. L’ultima visita è permessa 30 minuti prima dell’ora di chiusura. Le giornate in cui l’area non è aperta alle visite son il 1° gennaio, il 1° maggio ed il 25 dicembre. Il biglietto costa 7,50 euro con lo sconto del 20% se ci si avvale della Lisboa card. Il Castello si può raggiungere con l’autobus 37 ei tram 12 e 28.
... Pagina 2/2 ...
Per contatti:
Castelo de S. Jorge, Rua de Sta Cruz, 1100 -129 Lisbona
+351218800620
info@castelodesaojorge.pt
www.castelodesaojorge.pt

 Pubblicato da il 13/08/2015 - 16.736 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close