Cerca Hotel al miglior prezzo

La mostra di Fernando Botero a Palermo, Palazzo Reale

Intimo, delicato ed elegante: Fernando Botero non è niente di tutto questo. La sua arte è conosciuta in tutto il mondo per un'abbondanza stilistica che ne ha decretato il successo, nonché per un'identità di maniera così ampia e riconoscibile che confonderlo è impossibile. Prossimamente una mostra, che si terrà dal 21 marzo al 21 giugno 2015, sarà esposta a Palermo, per la precisione a Palazzo Reale, (noto anche come Palazzo dei Normanni), con il titolo "Via Crucis. La Pasión de Cristo".

La mostra, dopo essere stata esposta nella metropoli di New York City, nella romantica Lisbona e l'estiva Panama, approda in Italia come unica tappa e la location scelta non poteva che trovarsi a Palermo, nelle sale di Duca di Montalto. L'esposizione propone più di 50 opere, si tratta di 30 disegni circa e 30 dipinti, volti a indagare il percorso dell'artista esuberante e dall'espressività tecnica decisamente copiosa. E' sicuramente un appuntamento importante nel panorama delle mostre d'arte del 2015 in Italia.

Il titolo della mostra sembra un paradosso poiché molti sanno che Botero non era per niente religioso (nonostante le sue origini colombiane), il che fa diventare alcune sue opere ancora più curiose. L'impavida Beatriz Manz nell'intervistarlo qualche anno fa, gli chiese il motivo della scelta sui temi sacri per alcuni suoi quadri e lui, in tutta la sua esuberanza e naturalezza, rispose che se un artista dipinge quello in cui crede, allora non può considerarsi del tutto un Artista.

Senza dubbio, una delle specialità del pittore colombiano risiede proprio nella sua capacità non solo di stravolgere la realtà, quanto nel raffigurarla con un criterio basato su un linguaggio completamente interpretativo. Nei suoi quadri trapelano forme eccessive, ridondanti, piene eppure riescono a non dar fastidio, al contrario risultano armoniche. Sempre profondi i temi dei suoi manufatti, Botero utilizza la realtà interpretandola come se fosse una sorta di Babilonia felice, dove i fatti diventano un pretesto per raccontare un sentimento.

All'interno della mostra "Via Crucis. La Pasión de Cristo" per esempio, viene raffigurato il dolore e la riflessione che nasce sulla sofferenza, che esula dal fatto che si stia raccontando di un episodio biblico ma diventa altro, poiché tramuta in immedesimazione dello spettatore (per dirla all'Aristotele), che non pensa più ai contenuti bensì alla sua agonia interiore e quindi crea una sorta di legame ancestrale con l'artista che gli ha permesso di provare una tale sensazione. In quest'esposizione palermitana sarà il dramma a essere protagonista in una chiave inedita, attraverso le mani di Botero che accompagneranno invisibilmente gli spettatori in un percorso unico ed emozionante.

Quando: dal 21 marzo al 21 giugno 2015
Dove: presso Palazzo Reale/Cappella Palatina di Palermo
Orari: tutti i giorni dalle ore 08:15 alle ore 17:40, domenica e festivi fino alle ore 13:00.
Prezzo: biglietto intero 12 euro, biglietto ridotto 10 euro.
Maggiori informazioni sul sito ufficiale.
  •  

 Pubblicato da il 16/03/2015 - 3.608 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close