Foto 9 di 10

I monasteri pił remoti del mondo

4 Vota   

Monastero di Phugtal (o Puktal) in India - Ancora India e ancora Himalaya, questa volta per visitare il monastero buddista di Phuktal Gonpa, nella remota Valle Lungnak, regione di Ladakh. Il complesso attuale risale all’inizio del XIV secolo, quando venne fondato da Jangsem Sherap Zangpo, ma già intorno a 2.500 anni fa si ritiene che importanti personaggi della cultura indiana, saggi e maestri, visitassero questi luoghi e si fermassero a pregare nelle caverne naturali. Ancora oggi si può visitare la grotta sulle cui pareti sono ritratti i 16 “Arhats”, i leggendari seguaci del Buddha, e dove pare abbia vissuto per un periodo il maestro Lama Marpa. Tutt’intorno alla grotta si è poi sviluppato il complesso monastico, rappresentato da un tempio principale, stanze di preghiera, una biblioteca, numerosi appartamenti, sale dove avvengono gli insegnamenti della tradizione buddista tibetana, e ovviamente le cucine… perché anche i più saggi devono pur mangiare. Nonostante l’aspetto eremitico, incastonato com’è tra le rocce, il monastero è aperto al resto del mondo e ha un efficiente sito internet contenente informazioni di vario genere. Periodicamente vi si svolgono cerimonie e “festival” a cui possono prendere parte anche ospiti esterni, per tramandare le antiche usanze e permettere ai monaci e ai visitatori di “accumulare karma positivo” per le prossime vite attraverso la preghiera o le donazioni. Non importa però che crediate alla reincarnazione: un soggiorno al Monastero di Phuktal è prima di tutto un’occasione per conoscere dei veri monaci tibetani (attualmente ce ne sono una settantina), condividere con loro un pezzo di vita, e contemplare indisturbati scenari decisamente fuori dall’ordinario.
Come arrivare? Il Phuktal Gompa è raggiungibile soltanto a piedi, quindi preparatevi a un percorso avventuroso! Atterrati a Delhi si può prendere un volo interno per Leh, capitale del Ladakh, e proseguire all’esplorazione dello Zanskar prenotando le solite jeep. C’è una mulattiera, sempre percorribile in jeep, che risale il fiume Tsarap fino al villaggio di Ichar, oltre la città di Mune: da qui comincia il sentiero per Phuktal, da percorrere a piedi (occorrono un paio di giorni) oppure a cavallo. Panorami mozzafiato e qualche vertigine sono assicurati - © Shakti, CC BY-SA 3.0 / wikipedia.org