Foto 2 di 10

Le strade del vino (wine roads) pił famose del mondo

5 Vota   

La Strada del Vino dell'Alto Adige
Alla dolcezza dei colli toscani si contrappone la bellezza drammatica delle Alpi. Anche il nord d’Italia, tra vette grandiose e paesaggi dal fascino ostile, vanta uve di qualità e etichette pregiate. La Strada del Vino dell’Alto Adige si snoda tra Nalles e Salorno, nella provincia autonoma di Bolzano, passando per l’Oltradige e la Bassa Atesina e abbracciando un totale di sedici località. La tappa principale del viaggio è il capoluogo, Bolzano, antica città commerciale dal centro storico caldo, familiare, rassicurante di fronte all’imponenza incombente delle cime innevate. La Piazza delle Erbe, la Via dei Portici e Piazza Walter sono vivaci punti d’incontro, e il Chiostro Domenicano, impreziosito dagli affreschi di Giotto, è una testimonianza storica che aggiunge valore al soggiorno. Nei dintorni, in quanto a località d’arte e di cultura, c’è l’imbarazzo della scelta: basti pensare al Lago di Garda, più a sud, e allo splendore delle Dolomiti, in direzione nord, ma anche alla vicina Merano e a Innsbruck, in Austria.

Se amate l’attività all’aria aperta percorrete la Strada del Vino dell’Alto Adige pedalando, sfruttando il servizio “Vino&Bici”. L’area è attraversata da tre piste ciclabili - fra castelli, villaggi e aziende vinicole – che potrete godere in completo relax: il vostro mezzo sarà sempre ben custodito, avrete sconti e offerte speciali sui prodotti enogastronomici, e potrete persino fare shopping, senza dover sovraccaricare il cestino, perché con un piccolo contributo spese le cantine invieranno il vino al vostro alloggio.

Per una vera full immersion nel mondo del vino prenotate un Vino Safari. Ogni primo venerdì del mese potrete trascorrere un’intera giornata, dalle 8.30 alle 19.30, in compagnia di esperti enologi, produttori di vino, sommelier e ristoratori, assaporando le delizie dell’Alto Adige in gruppi di 10/20 persone. Per informazioni e prenotazioni chiamate il numero +39 0471 860 659 o scrivete a info@suedtiroler-weinstrasse.it.
A Caldaro troverete un vero e proprio Museo del Vino, custode degli attrezzi per la viticoltura, aperto da aprile a novembre con possibilità di visite guidate, oltre all’Accademia del Vino, che nell’arco dell’anno propone eventi, laboratori e degustazioni (www.suedtiroler-weinakademie.it). Foto © Henry Czauderna