Cerca Hotel al miglior prezzo

Boa Vista (Boavista), l'isola delle tartarughe, Capo Verde

Boa Vista, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Boa Vista (altrimenti nota come Boavista) è la più orientale delle isole dell'arcipelago di Capo Verde. Il confine che separa il Senegal dalla Mauritania, sul continente africano, dista 450 km in linea d'aria, ed effettivamente questa vicinanza al Sahara si può percepire piuttosto nettamente anche si siamo su un'isoletta nel mezzo dell'Oceano Atlantico.

Le dune, a loro modo sensuali, ricordano l'enorme deserto africano e probabilmente ne sono una propaggine geologica. Boa Vista, assieme a Santo Antão, São Vicente, Santa Luzia, São Nicolau e Sal, è parte del gruppo delle cosiddette isole di Barlavento capoverdiane.
Con poco più di 600 km² di superficie, Boa Vista è la terza maggiore isola del paese; la sua popolazione si attesta sui 5000 abitanti, che popolano principalmente le zone costiere e vivono di pesca, agricoltura e turismo.

Cosa vedere
La cittadina di Sal Rei, nel nord-ovest dell'isola, deve il suo sviluppo al commercio del sale ricavato dalle saline create dagli inglesi sull'isola alcuni secoli fa. E' la maggiore località, nonché il porto principale, di Boa Vista; in paese vivono circa 2500 persone; non vi troverete grosse attrazioni turistiche, ma è un'ottima base logistica per escursioni sulle spiagge e nell'entroterra dell'isola. Il tempo qui sembra essersi fermato e il ritmo della vita procede lento, anche se negli ultimi anni il crescente interesse suscitato tra gli appassionati di sport acquatici ha fatto spuntare qualche albergo e bar sullo stile occidentale.
Di fronte alla cittadina, nelle acque della baia, si trova un'isoletta (Ilhéu de Sal-Rei) sulla quale sorge il Forte Duque de Bragança, antico complesso difensivo costruito nel 1820 per respingere i continui attacchi dei pirati. La sua situazione odierna, in rovina, ha fatto sì che alcuni archeologi dell'Università di Cambridge si interessassero all'edificio.

Le spiagge di Sal Rei, e più in generale quelle di Boa Vista, sono famose per essere grandi e spettacolari. Le dune, oltre a richiamare il deserto, conferiscono all'isola l'immagine di un paesaggio lunare, che diventa sempre più aspro mano a mano che ci si inoltra nell'entroterra.
Le decine di km di spiagge di sabbia bianca o dorata sono lambite dalle acque dell'Atlantico e sferzate da venti che sono ormai divenuti un vero must per gli appassionati di windsurf e kitesurf. La gigantesca Praia de Chaves, ad esempio, vanta dune bianche che si innalzano lievi di fronte all'oceano, mentre la spiaggia di Curralinho, detta anche Praia da Santa Mónica, si trova nei pressi dell'abitato di Povoação Velha ed è la più lunga e probabilmente la più bella di Boa Vista; siamo circa 25 km a sud di Sal Rei e per raggiungere questa enorme distesa di sabbia occorre muoversi con un quad o un fuoristrada, magari partecipando a un'escursione organizzata. In alcuni tratti è fatto divieto di girare con i mezzi a motore poiché le tartarughe vi depongono le uova; a questo proposito segnaliamo l'esistenza di diversi pacchetti turistici che permettono di compiere uscite in mare per avvistare le tartarughe e le balene che transitano in queste acque.

Alle spalle della spiaggia di Chaves sorge il paese di Rabil, dove si può visitare la Igreja de São Roque e una fabbrica di ceramica, ma è ad est di Rabil che si apre agli occhi dei visitatori uno degli spettacoli più impressionanti che si possano vedere a Boa Vista: è il Deserto de Viana, largo 5 km e lungo appena 1 km, è caratterizzato da sabbia bianca a cui si mescolano, in alcuni tratti, rocce vulcaniche nere. Si è formato per l'azione del vento che soffia dal Sahara, portando con sé la sabbia del deserto; questa, depositandosi tra la vegetazione, ha creato nel corso degli anni questo luogo che sembra incantato.

Nella zona nord-orientale dell'isola si trovano tre piccoli centri abitati – rispettivamente João Galego, Cabeço dos Tarafes e Fundo de Figueiras – che possono essere attraversati prima di raggiungere il faro di Morro Negro, corrispondente al punto più orientale non solo di Boa Vista, ma di tutto Capo Verde.

A nord di Sal Rei, inoltre, segnaliamo la presenza del relitto di una nave – la Santa Maria – che giace sulla spiaggia costantemente battuta dal vento e raggiungibile anche a piedi dal paese; nell'estremo sud dell'isola, infine, i più avventurosi possono percorrere la strada che attraversa Boa Vista partendo da Rabil fino ad arrivare a Curral Velho, un antico villaggio abbandonato sulla costa.

Clima
La stagione delle piogge a Capo Verde si concentra soprattutto tra metà agosto e ottobre, ma in generale Capo Verde, e così Boa Vista, godono di un clima generalmente piacevole con basse escursioni termiche. I mesi invernali sono più freschi e alla sera serve sicuramente avere con sé un maglione pesante; è sempre in questo periodo che soffiano i venti più forti che portano la sabbia del Sahara. Le temperature massime, anche nei mesi più caldi, difficilmente superano i 30°C.
Per maggiori informazioni rimandiamo al nostro articolo sul clima di Capo Verde.

Come arrivare
Boa Vista è servita dell'Aeroporto Internacional Aristides Pereira, che si trova nei pressi di Rabil (8 km da Sal Rei). L'aeroporto sta contribuendo allo sviluppo turistico della località, benché questa non raggiunga ancora la fama di altre mete capoverdiane, a cui è comunque collegato da voli giornalieri (soprattutto a Sal, Santiago e São Vicente).
Dall'Europa esistono voli diretti per Boa Vista da Lisbona.

Si può raggiungere Boa Vista anche in traghetto dalle altre isole di Capo Verde: per informazioni sugli orari e i giorni in cui le imbarcazioni offrono i servizi conviene informarsi in loco.

  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close