Cerca Hotel al miglior prezzo

Frontone (Marche): la visita al borgo e il castello sotto il Monte Catria

Frontone, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Lo sconfinato territorio marchigiano custodisce un'autentica chicca della regione, Frontone. Comune di 1.367 abitanti inscritto nella provincia di Pesaro e Urbino, ospita una stazione meteorologica riconosciuta ufficialmente dall'Organizzazione meteorologica mondiale. E' situato in un crogiuolo di antichi centri sotto l'imponente Monte Catria, che rispondono ai nomi di Cagli, Luceoli, la famosa Gubbio (location della fiction Don Matteo), Sentino e Suasa. L'intero territorio è stato calcato e abitato da popolazioni antiche - Longobardi, Franchi, Galli e Romani - e questo rende l'idea del bagaglio storico di cui si ammanta questa meravigliosa porzione di terra, con reperti archeologici risalenti al 295 a.C. Nel 1530 Frontone diviene contea del Ducato di Urbino, prima di tornare pienamente autonomo nel 1808, anno dell'annessione del Regno d'Italia napoleonico.

Il paese vanta un glorioso castello, per anni al centro di contese fra principi e guerrieri per il dominio dei feudi limitrofi. Oggi il maniero costituisce un evidente esempio di architettura militare risalente all'XI secolo. Abbandonato per anni, negli anni '60 torna a nuova vita e nel 1985 diventa a tutti gli effetti proprietà del comune di Frontone. Completamente restaurato e gestito dalla Pro Loco, si presta oggi a visite guidate, convegni, unioni civili, banchetti e mostre.

L'aspetto architettonico viene messo considerevolmente in risalto da edifici di culto pregevoli come il dittico di chiese della Madonna del Soccorso e di Santa Maria Assunta, compreso il Santuario della Madonna dell'Acquanera. Si organizzano percorsi e tour culturali per visitare anche l'Eremo di Fonte Avellana, vecchia abbazia risalente all'anno 1000 che si dice abbia ospitato niente meno che Dante Alighieri, data la menzione della struttura religiosa nel XXI canto del Paradiso incluso nella Divina Commedia.

Il relax per bambini, adulti, anziani o nuclei famigliari è garantito, così come un'offerta ricettiva alquanto generosa che include alberghi, agriturismi, rifugi in quota, villette, Bed and Breakfast, aree di sosta per camper e campeggiatori in tenda. Il gusto per l'ospitalità si estende poi a quello culinario, con uno stuolo di ristoranti e trattorie in grado di presentare piatti tipici della cucina locale: tagliatelle fatte a mano al ragù bianco di porcini o ragù all'anatra, verdure cotte di campo, funghi, crescie (simili alla piadina), formaggi, insaccati e carni bianche e rosse.

Frontone è meta ambita di turisti di vario genere, attratti dal bel panorama, dal sapore antico e dai non pochi intrattenimenti. Fioccano infatti i viottoli di montagna percorribili a piedi in solitaria o con guide specializzate. Il Monte Catria Ski & Natural Park s'erge come comprensorio sciistico suggestivo e incorniciato da un paesaggio mozzafiato, oltre a 4 diversi impianti e un'area sciabile di ca. 12 km. La Kinder Land s'impone in qualità di zona esclusiva riservata ai bambini, la prima allestita nel centro Italia. Si pratica anche il Nordic Walking, disciplina adatta a tutti. Molte le attrezzature messe a disposizione dei visitatori, dalla funivia del Monte Acuto alle piste Down-Hill e Free-Ride per Mountain Bike. E' persino possibile una bella nuotata con vista montana grazie all'impianto sportivo "M. Fiorani" in via Del Mare dotato di piscina, campi da calcio in erba naturale e sintetica, campi da tennis, bocce e beach volley. La sua inclinazione sportiva rende la cittadina appetibile per ritiri di compagini impegnate in varie discipline. E' presente anche un centro ippico, "Il Posto delle Viole", nel quale si organizzano escursioni a cavallo e dimostrazioni al trotto.

Il folclore autoctono si esprime attraverso una molteplicità di occasioni aggregative e manifestazioni da vivere appassionatamente. L'edizione di Sapori e Profumi di Primavera si svolge a maggio e catalizza l'attenzione sulla Festa del Fungo Spignolo, delizia che trova posto nelle tavole locali; a luglio la Disputa tra gli arcieri di Fano, Cagli, Urbino e delegazione FITAST catapulta gli spettatori nella storia; agosto è il mese delle feste di San Lorenzo e del Cacciatore, a presagire la Fiera di Ferragosto; il giorno dopo è tempo della Sagra del Coniglio in Porchetta e a fine agosto ecco la Festa paesana di San Savino; fra novembre e dicembre è di scena il più che decennale mercatino di Natale denominato "Nel castello di Babbo Natale" poiché all'interno del maniero di Frontone, con espositori provenienti da tutto l'hinterland.
  •  

 Pubblicato da - 25 Ottobre 2015 - © Riproduzione vietata

close