Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Pesaro

Pesaro cosa vedere: tra mare, arte e storia delle Marche

Pagina 1/2

Terra di confine tra Romagna e Marche, la dove l’entroterra genera una sottoregione nobile e misteriosa come il montefeltro, Pesaro sintetizza le anime più tipiche di questi territori confinanti, proponendosi come luogo ideale di vacanza che possa cogliere in un solo sguardo la dolcezza dei paesaggi collinari marchigiani, quel senso tipico di ospitalità della vicina Romagna, e quel fascino che pervade le valli appenniniche, da cui scende il fiume Foglia, e dove il tempo sembra essersi fermato al tempo dei duchi del Montefeltro.

Dal punto di vista storico l’antica Piscurum nasce in epoca romana, e la città portava lo stesso nome del fiume che l’attraversava, il Piscurus appunto che corrisponde all’attuale Foglia. Furono però i periodi medioevale e rinascimentale a plasmare la città di Pesaro, dapprima sotto la dominazione estense, poi sotto l’ala protettiva dei Malatesta di Rimini, per poi passare sotto l’egemonia degli Sforza prima che Pesaro venisse consegnata ai duchi di Urbino (Della Rovere) che dettero una svolta culturale ed artistica alla città che ne conserva ancora la memoria nella struttura urbanistica odierna.

Il centro storico di Pesaro si snoda in destra Foglia e verte tutto incentrato sul Palazzo Ducale, una elegante costruzione rinascimentale che fa da fulcro architettonico a tutto il resto della città.
In origine l’edificio fu eretto della famiglia degli Sforza, ma le forme che si possono ammirare oggi risalgono alla lungimiranza dei Della Rovere di Urbino, che chiamarono i Genga a rinnovare le forme del palazzo dandogli l’attuale eleganza rinascimentale.
Un'altra costruzione interessante è l’imponente costruzione della Rocca Costanza, che si trova ad est del Palazzo Ducale e si presenta bene conservata con i suoi quattro torrioni di forma cilindrica che chiudono un pianta quadrata, a sua volta circondata da un profondo fossato.

Piazza del Popolo si apre a fianco del Palazzo Ducale ed è il centro vibrante di Pesaro, rimane abbellito da una fontana del 17° secolo, in cui sono rappresentati tritoni e cavalli. Altri eleganti palazzi ed una chiesa del ‘600 (S. Ubaldo) completano l’armonico insieme.
... Pagina 2/2 ... Altri luoghi degni di una visita sono la chiesa di S. Agostino, in Corso XI Settembre, con un bel portale che risale ai primi anni del ‘400 ed interni interessanti.
La Cattedrale rimane invece lungo la Via Rossigni. In direzione mare partendo da Piazza del Popolo. Poco prima della chiesa si trova la casa natale di Gioacchino Rossigni, con annesso piccolo museo del grande musicista che ivi nacque nel 1792.

In estate si anima il Viale Trieste, il lungomare di Pesaro che si estende dal Porto, fino al confine sud orientale della città, chiuso dal percorso della linea ferroviaria. La parte della spiaggia lato Porto, detta anche di ponente, è quella più ampia e che ha meno problemi di erosione, visto la presenza della corrente lungo costa che lascia il suo carico di sabbia per l’azione del molo meridionale del porto. Il piazzale della Libertà divie in due il litorale, e a sud di esso si apre un lungo tratto di spiaggia, protetto da una serie di scogli contro la erosione del mare. Il piazzale è dominato dal Villino Ruggeri, un bel esempio di architettura Liberty, mentre al centro si trova una grande sfera di metallo, opera del grande Arnaldo Pomodoro.
La costa diventa molto spettacolare a nord di Pesaro, in quel tratto roccioso che va da Pesaro a Gabicce. Località come Firenzuola di Focara e Casteldimezzo mettono d’accordo appassionati di montagna e di mare, con un tratto di costa che sembra lontano anni luce dalle chiassose spiagge romagnole e da quelle trafficate di Pesaro città.

Pesaro è una meta tipicamente estiva, con la possibilità di offrire in questa stagione un mare pulito e ben organizzato ed un interno ricco di attrazioni naturali, oltre che spunti storico artistici di primo ordine. Aggiungiamo che ad agosto si tiene il Rossigni Opera Festival, un appuntamento classico da non perdere, e che celebra il grande musicista che è nato proprio a Pesaro. Le temperature massime che si raggiungono nelle estati pesaresi sono comprese tra i 28-30 °C, ma le punte possono raggiungere i 35-37 °C quando il garbino, il vento caldo da ovest-sud-ovest scende a raffiche dall’Appennino. Le estati sono genere soleggiate, con rari episodi temporaleschi . Il periodo più piovoso dell’anno è l’autunno, mentre in inverno la neve può imbiancare la costa, anche se in genere l’influsso del mare rende abbastanza miti le temperature. La primavera è un ottimo periodo per visitare Pesaro, le zone interne si accendono dei colori delle fioriture, il clima è mite e gradevole, anche se tendenzialmente più variabile e dinamico. In giugno si tiene la Mostra internazionale del nuovo cinema, ed un motivo in più per venire a Pesaro.
loading...
07 Agosto 2017 Cinecittą World: biglietti per ingresso ...

Il parco divertimenti di Cinecittà World ha appena iniziato la ...

NOVITA' close