Cerca Hotel al miglior prezzo

Montecopiolo, sciare tra l'Eremo Monte Carpegna e Villagrande

Montecopiolo, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Il verde di abeti e pini è illuminato qua e là dalle rose canine e dal giglio selvatico, e tra la vegetazione folta si nascondono daini, lepri e qualche famiglia di lupi. Qui, lungo il primo tratto del fiume Conca, nella regione storica del Montefeltro, si lascia lambire da una natura incontaminata il centro di Montecopiolo, in provincia di Pesaro e Urbino. Montecopiolo è un paese marchigiano di circa 1260 abitanti, composto in realtà da una vera e propria costellazione di borgate più piccole, incastonato nel verde brillante del Parco Naturale Regionale del Sasso Simone e Simoncello. La grande riserva, insieme al Monte Capegna, attira ogni anno un elevato numero di visitatori grazie ai sentieri escursionistici e alle rinomate piste da sci.

La posizione geografica è a dir poco incantevole: Montecopiolo si trova infatti a metà strada tra mare e montagna, e unisce il sapore selvaggio dell’Appennino all’aria vacanziera che spira dalla costa adriatica, senza dimenticare una bella componente culturale ed artistica garantita dalle vicine San Marino, San Leo e Urbino. Durante la stagione invernale sono due le stazioni sciistiche del comprensorio, quella dell’Eremo Monte Carpegna e di Villagrande. Si tratta di aree sportive curate in ogni minimo dettaglio, ben attrezzate per dare ai turisti la possibilità di cimentarsi in qualunque disciplina desiderino: due sciovie e una modernissima seggiovia triposto accompagnano gli sciatori verso le piste, due delle quali piuttosto facili e tre di media difficoltà. A Montecopiolo, insomma, tanto i principianti quanto i professionisti trovano pane per i loro denti, e persino chi non ama sciare ma preferisce attività più rilassanti non resterà deluso.

Un innovativo e potente sistema di innevamento artificiale garantisce distese candide sempre impeccabili, regalando condizioni perfette a chi vuole scivolare con gli sci o con la tavola, e panorami sublimi per chi si limita a guardare. L’offerta di Montecopiolo prevede due nuovissimi battipista, di cui uno destinato alle piste da fondo, e una nuova motoslitta per il soccorso e il recupero degli infortunati in pista. Non manca poi uno spassosissimo snowpark, regno indiscusso degli snowboarder, e una scuola di sci efficiente, pronta ad accompagnare grandi e piccoli nella scoperta di uno sport emozionante. Se si sommano tutte queste componenti ci si rende conto di quanto Montecopiolo sia accogliente, nonostante le piccole dimensioni della località, ed è innegabile che le strutture adottate di recente possono competere con le migliori stazioni sciistiche dell’Appennino.

Oltre alla montagna innevata, merita una lode la montagna d’estate: quando le temperature si alzano e si scopre il manto erboso di queste alture, affiora dalle nevi un dedalo appassionante di sentieri e itinerari: attraverso pascoli e boschi, con il ristoro di qualche rifugio di tanto in tanto, ci si può avventurare alla scoperta di uno scenario magico, popolato da innumerevoli specie animali interessanti. A completare l’offerta ci sono la quiete dell’Appennino marchigiano, l’aria fresca e cristallina, l’acqua che zampilla generosa dalle sorgenti sparse nella regione, la gastronomia deliziosa e l’ospitalità insuperabile degli abitanti. Una menzione particolare la merita il Parco Archeologico del Castello di Montecopiolo: da qui si gode una notevola vista sul montefeltro, oltre che ammirare una costruzione medioevale recente ristrutturata e riportata agli antichi fasti. A testimonianza di tanto calore ci sono diverse manifestazioni popolari nel corso dell’anno, seguite da eventi culturali, feste tradizionali e occasioni più nuove di divertimento. Tra gli appuntamenti da non perdere c’è la millenaria Fiera di Pugliano, che si ripete di anno in anno tutti i lunedì di settembre, e la vivace Festa al Monte Eremo, che si svolge la prima domenica dopo il giorno di Ferragosto.

A rendere più piacevole tanto il soggiorno invernale quanto quello estivo, c’è il clima mite e piacevole di Montecopiolo, con valori medi che in gennaio vanno da un minimo di 0°C a un massimo di 7°C, e in luglio variano tra i 17°C e i 28°C. Le precipitazioni, quasi assenti in estate, si concentrano tra ottobre e novembre, quando cadono in media 73-77 mm di pioggia al mese.

Chi ha deciso di visitare il borgo qualunque stagione abbia scelto per la propria vacanza, non deve fare altro che pianificare il viaggio scegliendo tra le diverse possibilità disponibili. Chi viaggia in auto può percorrere l’Autostrada A14 e uscire a Rimini Nord, percorrere la Provinciale Marecchiese verso San Leo e seguire le indicazioni per Villagrande. In alternativa si può uscire a Cattolica e imboccare la Provinciale “La Conca”, da percorrere in direzione “Morciano di Romagna” e seguendo infine le indicazioni per Villagrande.

Come terza alternativa, si può uscire a Pesaro e Urbino, proseguire sulla Provinciale Montefeltresca in direzione Mercatale e continuare fino alla meta, sempre seguendo i cartelli.

Chi sceglie il treno può scendere alla stazione di Rimini (40 km), Cattolica (41 km), Riccione (42 km) o Pesaro (58 km), per poi proseguire in autobus, mentre gli aeroporti più vicini sono quelli di Rimini, Forlì e Ancona, rispettivamente a 43 km, 70 km e 110 km circa.
  •  

 Pubblicato da - 11 Febbraio 2010 - Riproduzione vietata

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close