Cerca Hotel al miglior prezzo

Grottaferrata (Lazio): la visita alla cittą sui Colli Albani

Appena fuori Roma, nella tranquillità dei Castelli Romani, sorge Grottaferrata, cittadina ridente e tranquilla immersa nel verde dal clima mite e dai paesaggi collinari incontaminati su cui si stagliano i colli Albani. Una cittadina ricca di storia e di cultura, che vanta una singolare fondazione.

Nel 1004 San Nilo, proveniente da Rossano Calabro nel cosentino, si fermò sotto una quercia e mentre dormiva udì la voce di Dio che gli disse di far realizzare in quel punto un'abbazia. I lavori iniziarono e proseguirono per mano del suo successore, San Bartolomeo.

Ed è proprio l'Abbazia di Santa Maria (nota anche come Abbazia di San Nilo) uno dei punti d'interesse più importante e significativo di Grottaferrata. E' sede particolare di rito orientale della Chiesa Cattolica conservando questa tradizione sin dagli albori poichè San Nilo proveniva dall'area della Calabria bizantina e qui introdusse il rito greco - bizantino che si è tramandato di generazione in generazione fino ai giorni nostri.

L'Abbazia di San Nilo conserva un grande mosaico di ispirazione bizantina, alcuni dipinti del Domenichino e del Carracci e un'interessante biblioteca che conserva antichi codici.
Qui la natura è incontaminata. I paesaggi sono spettacolari e sono espressione della vocazione agricola del territorio con i vigneti e gli oliveti che si perdono a vista d'occhio.

La ricchezza di biodiversità è tale che Grottaferrata, insieme al circondario di paesi a ridosso di Roma (tra cui Albano Laziale, Ariccia, Frascati, Genzano) fa parte del Parco Regionale Naturale dei Castelli Romani che offre un sistema di percorsi molto particolari e interessanti tra natura e archeologia, alla scoperta, tra l'altro dell'antica Tuscolo, la cui fondazione risale alla fine del VII sec. a.C.

Anche la gastronomia tipica è un vanto di questo territorio che conserva ricette tipiche tradizionali che raccontano la storia di una civiltà dedita prevalentemente all'agricoltura e dunque alla trasformazione dei prodotti della terra.

A San Giuseppe si usa preparare un tipico bignè a base di uova, burro e farina che viene poi fritto e spolverizzato con lo zucchero a velo. Le ciambelle ruzze, invece, sono piccole ciambelle a base di farina, olio, vino dall'inconfondibile profumo dato dai semi di anice.

In realtà tutto il territorio dei Castelli Romani è ricco di prodotti tipici molto rinomati e quindi un soggiorno a Grottaferrata può essere l'occasione per una full immersion enogastronomica alla scoperta della limitrofa porchetta d'Ariccia, il pane e i funghi di Lariano, il vino di Frascati e le fragole di Nemi.

Grottaferrata è anche rinomata per l'importante fiera nazionale d'artigianato, gastronomia, cultura che si tiene da sempre nel mese di marzo. Una fiera molto importante per il settore agricolo visto che qui si riuniscono i principali espositori internazionali di macchinari agricoli. Una tradizione che è ormai storia visto che la prima fiera risale al 1462 come attestato da Papa Pio II nei "Commentarii".

Moltissimi visitatori attrae anche la rievocazione storica dell'antica fiera di settembre, storicamente denominata Na vota c´era. E' la riproposizione storica della festa caratteristica, quella che si teneva sin dall'epoca medievale e che attraeva molti pellegrini all'Abbazia, in occasione della festività religiosa dell'8 Settembre dedicata alla nascita di Maria Santissima.

Come arrivare: a Grottaferrata si arriva in autobus con la compagnia COTRAL che eroga le principali autolinee interregionali. Roma con i mezzi pubblici, a Piazza di Spagna si prende la linea A della metropolitana e si scende al capolinea, Anagnina. Qui si trova la biglietteria COTRAL e si consultano gli orari per Grottaferrata.

Sul piazzale antistante la stazione ci sono le varie banchine organizzate per destinazione. Anche con il treno si può raggiungere Grottaferrata prendendo la corsa (Trenitalia) che collega Roma Termini con Frascati. Il tempo di percorrenza è di circa 30 minuti. Per chi viene in auto, immettersi sul Grande Raccordo Anulare (G.R.A.) in direzione ROMA SUD (seguendo le indicazioni per le Autostrade Roma-Napoli e Roma-L'Aquila) e proseguire fino all'uscita n. 21 - Grottaferrata, adiacente all'IKEA.

Per chi viene dall'aeroporto di Fiumicino, bisogna raggiungere con la navetta la stazione ferroviaria di Roma Termini; dall'aeroporto di Ciampino raggiungere con il bus navetta la stazione ferroviaria di Ciampino-Capannelle (e qui è possibile raggiungere Grottaferrata con il servizio ferroviario regionale di Trenitalia in direzione di Frascati.
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close