Cerca Hotel al miglior prezzo

Sperlonga (Lazio): il mare le le spiagge del borgo di Tiberio

Sperlonga, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Dal mare è imponente e suggestiva la visione di Sperlonga, uno dei borghi più belli del Lazio, oggi affermato centro balneare sulla costa tra Terracina e Gaeta, preso d'assalto d'estate da villeggianti romani, napoletani e da tantissimi stranieri.

Cosa vedere a Sperlonga

L'antico borgo con le case dalle bianche facciate svetta su uno sperone, ultima propaggine dei monti Aurunci, a picco sul mare, in posizione dominante la spiaggia d'Angolo da cui si vede un ampio scorcio suggestivo.

Fiancheggiata da uliveti, Sperlonga conserva qualche ricordo delle antichi origini. Girare per le sue strette vie o discendere le ripide scalinate con archetti quasi da casbah, dà l'impressione di compiere un gran salto indietro nel tempo.

In riva al mare, a nord del porticciolo turistico, si staglia sul Capo di Sperlonga, l'antica torre di vedetta «Torre Truglia». E sempre a settentrione della Sperlonga vecchia sorge quella moderna, via via cresciuta sotto l'intenso sviluppo turistico.

Più dietro, tra il verde della campagna, inoltre, sono le ville in stile moresco. AI tempo dei romani Sperlonga rappresentava il luogo preferito di villeggiatura dell'imperatore Tiberio. Lo ricorda ai turisti di oggi la stupenda Villa e Grotta di Tiberio posta a venti minut a piedi dall'abitato, all'estremo limite della spiaggia dell'Angolo, ai piedi del monte Ciannito. Fu trasformata dallo stesso Tiberio in luogo di soggiorno esclusivo. Nell'antro si possono ancora vedere i resti di piscine comunicanti fra loro. La grotta ha restituito molte opere d'arte, fra cui l'imponente gruppo plastico di Scilla e della nave di Ulisse (firmato dai tre autori del Laocoonte), tutte razionalmente sistemate nel vicino Museo archeologico di Sperlonga.

Il mare e le spiagge di Sperlonga

Il borgo è bordato dalle acque limpide della costa sud del Lazio. Si tratta di una mare pulito, caratterizzato da estesi lidi sabbiosi con acque che si approfondiscono gradualmente, cosa che le rende adatte alle famiglie con bambini.

La spiaggià più famosa, ed anche la più vasta, è la spiaggia d'Angolo, chiamata così perche la parte più vicina al borgo forme una grande distesa trinagolare di arena chiara. Nel punto più profondo la spiaggia si estende per circa 120 metri, e cis sono bagni attrezzatti e zone dedicate alla spiaggia libera. Il fronte della spiaggia si distende verso sud-est per 1,3 km e la spiaggia termina in corrispondenza della Grotta di Sperlonga.

Proseguendo verso sud est, oltre il monte Ciannito troviamo altre spiagge: un arenile di una lunghezza di 900 metri rappresenta la Baia delle Sirene, chuisa ad est dal monte Piano, ed oltre il promontorio roccioso troviamo la Spiaggia delle Bambole, l'ultimo lembo di sabbia prima del lidi di Gaeta. Qui si trova la discoteca El Sombrero.

La spiaggia più lunga di Sperlonga è quella che si estende a nord-ovest del borgo. possiede un fronte di circa 3 km anche se non è così profonda come la spiaggia d'Angolo. Qui trovate lidi attrezzati e lunghi tratti di spiaggia libera. La spiaggia termina in corrispondenza del molo del canale di alimentazione del lago Lungo. Altri bagni si trovano al di là del canale e vanno poi a fondersi cone le spiagge di Fondi.

Eventi, sagre e manifestazioni

Uno dei momenti migliori per visitare Sperlonga è inizio di settembre, quando il borgo è animato dalla sua festa patronale che si svolge per celebrare le figure di San Rocco e San Leone. Particolarmente suggestiva e la Processione di San Rocco che si snoda per le vie del centro storico fin oal mare: qui si può assistere ad un intenso spettacolo pirotecnico dopo il quale la processione si muove nella suggestione del borgo illuminato come un piccolo presepe.

Clima e quando andare

Il periodo migliore per visitare la città bianca di Sperlonga è quello compreso tra fine maggio e fine settembre. Il periodo estivo è mitigato dall'influsso del mare, e le acque del Tirreno invitano a lunghi e rilassanti bagni. Durante i cinque mesi estivi piove raramente e le giornate trascorrono soleggiate. Eventualmente se si vuole cercare un po' di fresco, da Sperlonga si raggiungono con facilità le zone montuose dei monti Aurunci, dove godere del clima secco e ventilato dell'Appennino.

Come arrivare

Per arrivare a Sperlonga: da Roma si può seguire la SS148 (Pontina) in direzione di Latina. Superato il capoluogo di provincia si prosegue per Terracina, Fondi, fino ad arrivare a Sperlonga. In alternativa si può utilizzare l'Autostrada del sole Roma-Napoli e uscire a Frosinone o Ceprano.
Per chi arriva da sud, e cioè da Napoli, può utilizzare la costiera SS7 quater oppure uscire sulla A1 a Cassino seguendo poi per Gaeta e successivamente Sperlonga.

  •  

News più lette