Cerca Hotel al miglior prezzo

Castellina in Chianti, soggiorno tra colli toscani e agriturismi

Castellina in Chianti, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Il nome fa pensare immediatamente a un territorio ricco, dal clima mite e dalla campagna fertile, famoso in Italia e oltre per i vini prelibati e l’olio di qualità: siamo a Castellina in Chianti, un piccolo borgo toscano di quasi tremila abitanti in provincia di Siena, che si estende sui morbidi colli a cavallo tra la Val d’Elsa, la Val di Pesa e la Valle del Fiume Arbia.

Incastonata tra Greve in Chianti, Radda in Chianti, Gaiole in Chianti, Castelnuovo Berardenga, Monteriggioni, Poggibonsi, Barberino Val d’Elsa e Tavarnelle Val di Pesa, Castellina è agghindata da una collana di borghi e paesi affascinanti, tutti immersi in una natura generosa. Qui i girasoli, come grandi occhi dorati spalancati sulla campagna, seguono il sole e si lasciano accarezzare da una brezza dolce, affiancati dalle chiome argentee degli ulivi nodosi.

Entrando nel cuore di Castellina in Chianti, dove la natura incontaminata lascia spazio all’opera dell’uomo, si scopre un dedalo di stradicciole antiche, costellate di monumenti interessanti, dove ogni pietra ha una storia da raccontare. Numerose e affascinanti sono le chiese, tra cui spiccano la Chiesa di San Salvatore, un originale connubio di stile medievale e neoromanico, la Chiesa di San Martino a Cispiano, la chiesa di San Giorgio alla Piazza con la sua facciata a capanna in stile romanico e la Pieve di San Leonino in Conio, restaurata nell’Ottocento secondo lo stile medievale. A queste si aggiungono altre belle architetture religiose, come la Pieve di Santa Cristina a Ligliano o la Pieve di Sant’Agnese.

Ma non sono da meno neppure le architetture civili di Castellina in Chianti, il cui centro è stato completamente restaurato nell’ultimo periodo grazie al turismo crescente: affinché i visitatori potessero essere accolti al meglio e trovassero un’atmosfera ospitale e gradevole, sono stati valorizzati alcuni palazzi tardo-rinascimentali come il Palazzo Ugolini-Squarcialupi e il Palazzo Bianciardi. Tra le costruzioni militari si distingue invece la rocca, una massiccia struttura affacciata sulla piazza principale, resa ancor più imponente da un torrione merlato: salendo alla sommità del torrione si può godere di uno splendido panorama sulle colline del Chianti. A partire dal 2006 la rocca è sede del Museo Archeologico del Chianti Senese, che ripercorre la storia degli antichi villaggi della zona.

Da vedere anche le antiche mura di cinta, quasi completamente distrutte nel corso dei secoli ma ancora ben visibili sul versante nord, dove si può ammirare il camminamento seminterrato. Per un tuffo in una storia ancora più lontana, si possono visitare i siti archeologici presenti nel territorio circostante il paese, come il Tumulo di Montecalvario. A pochi chilometri dall’abitato ci si imbatte in questo famoso monumento etrusco, una tomba a tumulo di dimensioni sorprendenti, costituita dall’unione di quattro tombe ipogee del VII-VI secolo a.C. disposte secondo i quattro punti cardinali.

Visitate anche la Necropoli del Poggino, non lontano dalla località Fonterutoli, anch’essa costituita da quattro tombe a camera dello stesso periodo.

Tornando ai giorni nostri, nel cuore di Castellina in Chianti, si potrà avere la fortuna di partecipa e a uno dei tanti eventi che vengono organizzati in paese nell’arco dell’anno: dalle manifestazioni eno-gastronomiche ai concerti, dalle rassegne culturali alle feste legate alla tradizione, la cittadina offre una grande varietà di proposte. Facilitata dal territorio ricco e fertile, Castellina regala ai visitatori una vasta gamma di prodotti di qualità, che si ritrovano sulle tavole imbandite nel corso delle manifestazioni.

Tra le tante occasioni di festa va segnalato soprattutto il Chianti Festival, che per ben due settimane nella prima metà di luglio porta in paese concerti, spettacoli teatrali, stand gastronomici, giocolieri e mercatini tradizionali.

A completare l’immagine serena del luogo c’è un clima mite, piacevole in ogni stagione, pronto a regalare in ogni momento dell’anno colori e luci suggestive. Il mese più freddo è gennaio, con temperature medie comprese tra i 2°C e gli 11°C, mentre quello più caldo è agosto, con valori medi che vanno dai 17°C ai 29°C. Le precipitazioni sono praticamente assenti in estate, mentre si concentrano soprattutto in primavera e autunno, quando piove per una media di 10 giorni al mese.

Raggiungere Castellina in Chianti non è difficile, qualunque mezzo si sia scelto per gli spostamenti. Chi viaggia in auto e viene da nord deve prendere l’Autostrada A1 e uscire a Firenze-Certosa, quindi imboccare la superstrada Siena-Firenze in direzione Siena e uscire a San Donato. Chi arriva da nord, sempre dalla A1, dovrà uscire a Valdichiana e percorrere la S.S. 326 Siena-Bettolle in direzione Siena. Chi sceglie il treno può raggiungere la stazione di Castelline Scalo, a circa 11 km da Casyellina in Chianti, partendo da Firenze o da Siena. Gli aeroporti più vicini sono invece quello di Firenze Peretola e quello di Pisa, rispettivamente a 53 km e a 141 km.
  •  

 Pubblicato da - 21 Settembre 2009 - © Riproduzione vietata

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close