Cerca Hotel al miglior prezzo

Cardedu, spiagge e sole nella regione di Ogliastra, Sardegna

Pagina 1/2

Lungo la costa orientale della Sardegna il paesaggio conserva un fascino antico, che solo la Sardegna prima del boom turistico sapeva dare. La costa dell’Ogliastra mantiene questo aspetto primitivo, fatto da montagne che scendono verso il mare, con promontori aspri e selvaggi che s’alternano a spiagge da favola. La zona di Cardedu non fa eccezione, e la presenza di numerose vestigia del passato come quelle dei nuraghi e delle domus de jana, indicano che la regione aveva già catturato l’attenzione delle popolazioni preistoriche per la bellezza e conformazione dei paesaggi.

Per arrivare a Cardedu da Olbia si deve percorrere la superstrada (SS 131) in direzione sud, verso Nuoro. Subito dopo il capoluogo di provincia si piega a sud sulla SS 389, una strada a scorrimento veloce che s’inerpica sui contrafforti del Gennargentu in direzione di Lanusei. Attraversato lo spartiacque in galleria, la strada scende velocemente verso il lago di Flumendosa, e diventa la SS 390 poco prima di raggiungere la città di Lanusei. Qui inizia il tratto un po’ tortuoso ma spettacolare che scende verso il mare in direzione di Bari Sardo da dove lungo la SS 125 in 5 km si raggiunge Cardedu dopo circa due ore e quaranta dalla partenza (188 km). In alternativa Cardedu si raggiunge da Olbia sempre rimanendo sulla SS 125, che si sviluppa seguendo il profilo della costa, ma che risulta più lenta in totale di una quindicina di minuti, a causa delle numerose curve tra Orosei e Tortoli.
Per chi arriva da sud, e cioè dalla zona di Cagliari, bisogna seguire le indicazioni per la SS 125 che si segue in direzione nord, attraverso le montagne del Sarrabus. Si oltrepassano le città di Muravera, Villaputzu, Tertenia fino a raggiungere Cardedu posta a circa 114 km da Cagliari, poco meno di 2 ore di strada.

Il clima dell’Ogliastra è perfetto per godere del mare nella stagione estiva, quando il caldo diventa intenso, con temperature che di media superano i 30-32 °C nei valori massimi nelle zone di pianura ma reso sopportabile dalle brezze che soffiano nelle valli che scendono dal Gennargentu. In autunno il clima è ancora tiepido e le escursioni nell’interno sono rese spettacolari dai colori delle foglie caduche.

... Pagina 2/2 ... Cosa fare e cosa vedere a Cardedu?
Il mare che si trova a circa 4 km ad est di Cardudu v’attende con le sue spiagge splendide, mai tremendamente affollate e che sono ideali per una vacanza tranquilla, specie per le famiglie con bambini. Partendo da sud, e cioè dalla zona di Marina di Geiro, s’incontrano gli arenili di La Spiaggetta, Perda e Pera, Museddu e Foddini.
Cardedu offre anche monumenti e storia nel suo territorio. La chiesa della Madonna del buon cammino ha origini antiche, ma quella che vediamo oggi non è la sua posizione primitiva, Fu spostata per renderla più sicura alle incursioni dei pirati.
In località Baccu e Ludu si trova un notevole esempio di pozzo sacro, probabilmente vecchio di 4000 anni. Sono anche presenti otto nuraghi, di cui ricordiamo quello di De Perdu, Genna Masoni, Cardedu e quello di Tronconi.
Tra gli eventi che animano il centro di Cardedu segnaliamo la festa del patrono San Paolo, che si tiene il 29 giugno, la manifestazione denominata “Insieme a Cardedu” che allieta le serate dei weekend estivi (luglio e agosto), la festa della Madonna degli Angeli alla prima domenica di agosto, la festa della Madonna di Buon cammino (3° domenica di settembre) con una bella processione.

loading...
close