Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Fossalto

Fossalto (Campobasso): visita al borgo del Molise

Terra natale dell'intellettuale futurista Giuseppe Folchi e del poeta Eugenio Cirese, Fossalto è un piccolo paese di poco più di mille abitanti che si trova a nord-ovest di Campobasso, in Molise.

Cenni di storia

La sua storia è piuttosto recente: Fossalto, infatti, è nato come borgo di piccole dimensioni solo nel Medio Evo. In questa epoca erano due i nuclei che costituivano il paese, Castelluccio e Fossaceca, e tutti e due dipendevano da Limosano. Fossalto era circondato da mura e torri fortificate in funzione protettiva, che però sono state smantellate nel Settecento: in quel periodo il feudo è stato di proprietà prima dei Di Capua e poi dei Mascione.

Cosa vedere a Fossalto

Sono le architetture religiose i principali punti di interesse di Fossalto di Campobasso: la più importante è la chiesa di San Nicola, situata accanto a un campanile realizzato nella seconda metà del XIX secolo. La chiesa, con pianta longitudinale e navata unica, rispecchia uno stile barocco e conserva un dipinto di San Nicola risalente al XVII secolo.

In più, meritano di essere conosciute la Chiesa di Sant'Antonio di Padova (contiene uno dei più importanti altari del Molise, essendo stato dichiarato privilegiato nel 1825 da Papa Leone XIII), che mostra uno stile semplice e che è stata costruita nel 1675, e la Chiesa di Santa Maria Assunta, restaurata negli anni '80 del secolo scorso: a tre navate, è dotata di un portale settecentesco e di un presbiterio che ospita quattro opere del Gamba. Sul soffitto si possono osservare rappresentazioni del Sacrificio di Isacco, di Caino e Abele, del Sacrificio di Melchisedec e del Trasporto dell'Arca.

Degna di interesse è anche la Torre Ciarlitto, che è stata costruita nel Trecento: oggi è una residenza signorile, ma è stata creata in origine con lo scopo di difendere il palazzo baronale. Caratterizzata da una pianta circolare, contiene un'edicola votiva dedicata a San Nicola.

In generale, Fossalto è un paese che merita di essere esplorato da cima a fondo, anche perché permette di ammirare panorami straordinari e paesaggi unici, complice il fatto di essere un borgo che si eleva su un promontorio tufaceo. La qualità della vita e la quiete sono i punti di forza di questa località, il cui borgo antico si sviluppa intorno alle due chiese e al palazzo baronale, con una struttura architettonica che nel corso dei secoli si è mantenuta pressoché identica rispetto a quella originale. Il Palazzo Mascione è un altro degli edifici di interesse storico e artistico di cui tenere conto.

Eventi, sagre e manifestazioni

La tradizione culturale più importante di Fossalto è rappresentata dalla Pagliara Maje Maje, che va in scena tutti gli anni il 1° maggio ("Maje" significa, appunto, "maggio"): si tratta dell'eredità di un rito che affonda le radici in un passato molto lontano e che intende celebrare la stagione primaverile (proprio per questo c'è chi la chiama anche Festa di Primavera). Il fulcro dell'evento è una composizione a forma di piramide con in cima una croce floreale e rivestita tutto intorno di piante, fronde di alberi e fiori: tale composizione viene portata in giro per le strade della città e salutata dagli abitanti con auguri e secchiate d'acqua, volte a scongiurare il rischio di siccità, accompagnata da un suonatore della scupina, una specie di zampogna tipica del posto. Molto sentita è anche la festa di San Nicola, il patrono del paese che si celebra il 9 maggio: qui la devozione religiosa è davvero forte.

Come arrivare a Fossalto

Per giungere in auto è necessario prendere l'autostrada Adriatica A14, in direzione Pescara: se si proviene da sud bisogna uscire a Termoli, mentre se si proviene da nord bisogna uscire a Montenero di Bisaccia / Vasto Sud / San Salvo. Da Termoli, poi, basta seguire le indicazioni per Campobasso, e dopo aver percorso la strada statale Bifernina si giunge sulla SS 647; quindi si gira sulla SP 139. Chi preferisce usare i mezzi pubblici deve sapere che la stazione ferroviaria più vicina è quella di Campobasso, che si trova a più di venti chilometri di distanza, mentre le linee di autobus che si possono utilizzare sono quelle di Molise Trasporti e di Lariviera.
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close