Cerca Hotel al miglior prezzo

Cazzago San Martino (Lombardia): visita alla cittą della Franciacorta

Cazzago San Martino, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Cazzago fino al 1863, Cazzago San Martino s’inserisce insieme a tanti altri comuni nella zona collinare Franciacorta, che in provincia di Brescia è sinonimo di buona agricoltura e tradizione vinicola (si produce il famoso Franciacorta DOC) legata alla fecondità delle terre dell’alta pianura padana in Lombardia.

Storia ed origine del nome

Nato Casiago in epoca medievale, il borgo è ormai una bella realtà cittadina da oltre 10.000 abitanti eppure nel 1050 esso era soltanto un piccolo nucleo rurale organizzato intorno al classico castrum feudale sorto intorno al X secolo ma ricostruito nel 1312. Allora ci pensavano guelfi e ghibellini a darsi battaglia, mentre a ‘300 inoltrato e per tutto il ‘400 fu la volta dei Visconti in lotta contro la Repubblica di Venezia. Inscritto nella Quadra di Rovato, Cazzago finì poi nel distretto del Sabino nell’ambito del riassetto politico legato alla Repubblica Cisalpina e proprio in questo periodo si cominciò a parlare di municipalità, ancora in fase ibrida data l’intromissione occupazionale austriaca. La definitiva identità comunale si affermò in seguito all’annessione al Regno d’Italia e anche il nome venne implementato, sicché come detto, Cazzago divenne Cazzago San Martino.

Cosa vedere a Cazzago San Martino

Dei mutamenti politici passati e delle turbolenze amministrative conserviamo nitidamente la memoria grazie alla sopravvivenza di edifici simbolo dello sviluppo urbano, la seicentesca Villa Bettoni-Cazzago, il coevo Palazzo Oldofredi e Villa Guarneri, tutte strutture d’innominata eleganza che in qualche modo arrivarono a soppiantare per lustro e funzionalità il vecchio Castello caduto in disuso ed evidenziato solo da alcuni ruderi.

Il parterre di edifici religiosi esige un discorso approfondito, lungo come lo è la fila di chiese che rende Cazzago un paese satollo in merito alla presenza di luoghi sacri. La Chiesa della Natività di Maria Vergine è trecentesca, possiede un alto campanile con orologio a numeri romani e un impianto tanto solido quanto esteticamente appagante, come l’interno dove trionfano affreschi, statue, un organo di fine settecento e l’altare maggiore con una pregevole pala realizzata presumibilmente (ma non lo si può affermare con certezza) da Jacopo Palma il Giovane. Il complesso ecclesiastico di San Michele Arcangelo si trova in frazione Calino, è datato 1768 e si colma di opere d’autori illustri, di cui ricordiamo un San Pietro dipinto da Tiziano. Sempre a Calino ecco sorprenderci la Chiesa di Santo Stefano, più precisamente un santuario nato come cappella privata e successivamente incrementata fino a renderla nel Cinquecento una struttura realizzata su dettami di San Carlo Borromeo e arricchita con elementi decorativi, arredi e molteplici affreschi più un dipinto il cui soggetto è Santo Stefano martirizzato.

Bornato: la Pieve ed il Castello

A Bornato, altra frazione di Cazzago San Martino, s’incastona la Parrocchiale di San Bartolomeo Apostolo successiva al 1630, dotata di unica navata ma con tre opere di pregio: la prima è il Martirio di San Bartolomeo Apostolo di Pietro Mango; la seconda, raffigurazione della Passione di Cristo, reca la firma di Gian Giacomo Barbello; terza e ultima è la tela che ha come oggetto il Battesimo di Gesù eseguito da Antonio Gandino.
Il Castello di Bornato risale inve alla metà del 13° secolo e possiede un'imponente cinta muraria che racchiude all'interno un palazzo di foggia rinascimentale, con gli interni affrescati.

Edifici di minor risalto ma degnissimi di essere visitati sono la Parrocchiale di San Francesco d’Assisi a Pedrocca, l’Oratorio di San Martino di Tours e il Santuario della Madonna della Zucchella, dove ogni quinquennio a settembre avvengono le celebrazioni della Festa della Madonna della Zucchella.

Altri eventi e manifestazioni

In materia di eventi, a Cazzago San Martino è prevista ogni anno la rassegna Franciacorta in Fiore, una grande esposizione con protagoniste le rose e tantissime piante perenni: il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il FAI sono gli enti che la promuovono con regolarità.

Come arrivare Cazzago San Martino

Dall’Autostrada A4 Milano – Venezia si esce a Rovato e si prosegue fino al paese; la stazione di Bornato – Calino si trova sulla linea ferroviaria Brescia – Iseo - Edolo; i tre aeroporti sfruttabili sono Orio al Serio di Bergamo, il Brescia Montichiari e il Verona Villafranca, relativamente vicini al paese.

  •  

News più lette