Cerca Hotel al miglior prezzo

Buttigliera Alta (Piemonte): visita al comune della bassa Val di Susa

Buttigliera Alta, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Buttigliera Alta si trova a non più di 25 km di distanza da Torino, in quella bassa Val di Susa che annovera tante belle realtà comunali.

Storia

L’estrema vicinanza ad Avigliana ha storicamente dato non poche noie al borgo, infatti Buttigliera riuscì ad ottenere uno scampolo di autonomia soltanto nel 1604, indipendenza formalizzata in toto nel 1619, data a cui si può far risalire l’effettiva nascita del Comune, comunque soggetto all’infeudazione da parte del nobile Giovanni Carron, la cui casata si estinse nel 1912 con la dipartita di Clementina Carron. Allora la morfologia urbana ruotava tutta intorno a frazione Ferriera e alla sua fabbrica, fulcro dello sviluppo cittadino e della crescita demografica la cui entità portò la popolazione ad aumentare rapidamente fino agli odierni 6.800 abitanti equamente distribuiti fra Buttigliera e appunto Ferriera.

Cosa vedere a Buttigliera Alta

Il primo punto attrattivo del paese risale al ‘400 ed è la Torre della Bicocca, monumento medievale di 13 metri di altezza ch’è quanto resta di un elaborato sistema di fortificazioni a scopo difensivo. Più antica si configura la Casa Longobarda, edificio del XIV secolo esponente dello stile tardo gotico, dotato di scala esterna e unica finestra come sbocco visivo. L’interno si presenta raccolto e custodisce un affresco assai decorato che sfoggia tra gli altri un vecchio Stemma Sabaudo del Duecento.

La zona del borgo medievale è determinata dalla solenne presenza dell’Abbazia di Sant’Antonio di Ranverso, complesso monastico costruito secondo i canoni del gotico internazionale. La sua figura architettonica reca segni distinguibilissimi e tratti che insistono sulla chiesa, il monastero con annesso chiostro, l’ospedale e le cascine attigue. Il luogo di culto ecclesiale conserva un ciclo di affreschi quattrocentesco tornato alla luce nel 1914 grazie a un salvifico restauro. La facciata è un vivo vortice armonioso di ghimberghe ornate di foglie scolpite e natura morta, pinnacoli e aggiunte in cotto, materiale di cui si compone peraltro il campanile a tre ordini di bifore esaltate da lunette e bacini ceramici invetriati. A sovrastare l’altare maggiore c’è il polittico realizzato da Defendente Ferrari, sul quale sono raffigurati la Natività con San Rocco e San Bernardino da Siena, Sant’Antonio e San Sebastiano, e nella parte bassa Vita e miracoli di Sant’Antonio Abate. Notevoli anche i dipinti di Giacomo Jacquerio, tra i quali si distingue la Madonna in trono e i Santi Giovanni Battista, Antonio Abate, Marta, Margherita, Nicola e Martino e i Profeti.

Infine, la Parrocchiale di San Marco Evangelista risale al 1597 ed è contenitore di opere tutte da ammirare, l’Altare della Compagnia di Gesù, la Cappella monumentale dei Carron di San Tommaso, la stupenda pala d’altare dell’Immacolata Concezione e il settecentesco Crocifisso insito nella Cappella della famiglia Moijtre.

Eventi, sagre e manifestazioni

Ogni anno a inizio luglio la Pro Loco organizza Festival d’Estate, raccoglitore di eventi che si tengono nella stagione più calda e divertente.

Come arrivare a Buttigliera Alta

Da Torino si prende la tangenziale nord fino al raccordo di Torino – Bardonecchia e si esce al casello di Avigliana per poi seguire la SS 24; giunti alla stazione Porta Nuova di Torino, salire sul treno regionale FS della linea Torino – Susa e scendere ad Avigliana; previsti collegamenti in autobus da Torino; l’aeroporto “Sandro Pertini” di Caselle Torinese è quello di riferimento.

  •  

News più lette