Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a San Bernardino

San Bernardino (California), cosa vedere e cosa sapere

Pagina 1/2

San Bernardino è una città di quasi 200.000 abitanti situata nella parte meridionale della California, ad appena 80 chilometri di distanza dal centro di Los Angeles, all’interno dell’omonima Contea di San Bernardino. L’insediamento, che sorge ad una quota di poco superiore ai 300 metri all’interno della San Bernardino Valley, ha conosciuto una crescita esponenziale negli ultimi anni, tanto che, specialmente nella parte settentrionale dell’abitato, la densità demografica ha ormai ampiamente superato la massima capacità recettiva delle strutture, generando qualche problema di traffico e sovrappopolamento. Benché il rapido sviluppo residenziale stia trasformando San Bernardino in una mera “dependance” di Los Angeles, la città mantiene ancora una posizione rilevante all’interno dello scacchiere industriale e manifatturiero della zona, presentando un’economia particolarmente florida.

Abitata da secoli da diverse tribù di indigeni, la San Bernardino Valley fu così nominata il 20 maggio 1810, quando il governo locale decise di intitolarla alla memoria dell’affascinante Santo senese. La vocazione religiosa della zona venne ulteriormente sottolineata nel 1857, quando The Church of Jesus Christ of Latter-day Saints, un movimento religioso di origine mormone, fondò l’abitato San Bernardino. Quest’ultimo, grazie all’operosità dei fedeli che lo fondarono, crebbe considerevolmente in pochi anni, inserendosi con un ruolo predominante all’interno delle più importanti rotte commerciali della regione.

I principali pregi di San Bernardino sono legati alla bellezza del territorio che la circonda. Il centro sorge infatti in un’area a forte caratterizzazione boschiva, con le San Bernardino Mountains e la San Bernardino National Forest che costituiscono attrattive molto stuzzicanti per coloro che, stanchi dello stress e del caos della città, abbiano intenzione di concedersi qualche giorno, o semplicemente qualche ora, di assoluto relax. A dire il vero, la crescita urbana smodata degli ultimi anni sta rappresentando un pericolo per il già fragile ecosistema della zona, ormai saturata metro quadrato dopo metro quadrato dall’edilizia residenziale. Tra i luoghi che ancora meritano di essere visitati ricordiamo: City Creek, Lytle Creek, San Timoteo Creek, Twin Creek, Warm Creek, oltre al bellissimo Cajon Pass, situato ad una quota superiore ai 1200 metri. In città si incontrano numerosi parchi, come ad esempio il Perris Hill Park o il Blair Park, mentre a breve distanza dal centro si estende il Glen Helen Regional Park.

Nel centro cittadino si distinguono alcuni bei musei, come: il Robert V. Fullerton Museum of Art, situato all’interno del campus della California State University, che contiene la più importante collezione di reperti relativi all’antico Egitto ad ovest del Mississippi River; la San Bernardino Historic and Pioneer Society, ospitata dall’Heritage House; il San Bernardino Railroad & History Museum, inaugurato nei saloni del Santa Fe Depot; il Route 66 Museum, originale in quanto ricavato all’interno del primo edificio della rinomata catena di fast-food McDonald’s; ed il San Bernardino County Museum, una mostra riguardante la storia della regione.

Per chi se lo può permettere, il consiglio è quello di sistemarsi presso il lussuoso Arrowhead Springs Hotel and Spa, un complesso residenziale situato proprio sotto il monumento geologico Arrowhead che guarda su tutta la San Bernardino Valley.
... Pagina 2/2 ...
Ogni anno San Bernardino ospita eventi e manifestazioni di una certa importanza. Tra queste ricordiamo: il Route 66 Rendez-vous, in programma per settembre, ovvero quattro giorni di celebrazioni in nome della strada più nota d’America; il Berdoo Bikes & Blues Rendezvous, che si tiene in primavera; il National Orange Show, un’esposizione di agrumi battezzata nel lontano 1911 che si tiene verso la fine dell’inverno; ed il Western Regional Little League Championships.

Il clima è continentale per certi aspetti, mediterraneo per altri, con inverni umidi, ma non troppo freddi, ed estati generalmente molto calde e secche. A prescindere dalla stagione, le temperature fanno registrare una notevole escursione termica tra il giorno e la notte, durante la quale l’umidità contribuisce ad acuire la sensazione di freddo. In gennaio, le temperature tendono ad oscillare tra 16 e 1 grado, anche se occasionalmente le minime notturne possono scendere al di sotto dello zero. In luglio, invece, i valori crescono sensibilmente, con massime diurne abbondantemente superiori ai 34/35 gradi e minime che difficilmente scendono al di sotto dei 18 gradi. Le precipitazioni sono quasi esclusivamente concentrate tra ottobre ed aprile, mentre giugno e luglio sono praticamente a piovosità zero.

Essendo situata in una delle aree metropolitane più importanti di tutti gli Stati Uniti, San Bernardino è facilmente raggiungibile, sia in aereo che in automobile. Nel 1995 è stato inaugurato il moderno San Bernardino International Airport, situato ad appena 3 chilometri di distanza dal centro, che ha consentito di alleggerire il traffico sui già congestionati scali della vicina Los Angeles. L’aeroporto è comodamente servito dalle tre arterie stradali più importanti della zona: le autostrade interstatali I-10 e I-215, e la SR 210. Per muoversi nella zona, si può contare sull’efficiente servizio ferroviario garantito dalla Metrolink, ovvero dalla Southern California Regional Rail Authority.

Cortesia foto: zIDEAz, sito ufficiale
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close