Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Villafranca di Verona

Villafranca di Verona, la cittą e il Castello Scaligero

Pagina 1/2

La città di Villafranca di Verona è il comune più popoloso della provincia scaligera. Nota per il Museo Nicolis, è caratterizzata da sette frazioni (Rosegaferro, Caluri, Alpo, Rizza, Quaderni, Pizzoletta e Dossobuono), e si trova a sud ovest di Verona.

Storia e origine del nome

Nata come un accampamento romano, anche in virtù della posizione sull'antica via Postumia, la località ha conosciuto un importante sviluppo in epoca medievale, dopo la fondazione del Consiglio dei Rettori di Verona del 1185; in principio si chiamava Burgus Liber, perché si trattava di un borgo di confine libero dagli oneri fiscali, per poi diventare Villa Libera e, infine, Villa Franca.

Nel 1202, in seguito alla battaglia di Ponte dei Molini, venne completato il castello, mentre successivamente l'epoca di Ezzelino da Romano fu contraddistinta da distruzioni e assedi. Con l'ascesa dei Della Scala, Villafranca entrà sotto l'ala della dinastia scaligera: nel 1285, quindi, fu ufficialmente rinnovato l'atto di fondazione della località.

Qualche secolo più tardi, la cittadina divenne quartier generale di Napoleone in occasione della campagna d'Italia, mentre in epoca risorgimentale fu spesso al centro di avvenimenti importanti, come nel 1848, durante la Prima Guerra di Indipendenza, quando fu scelta come sede del quartier generale delle milizie piemontesi. Da non dimenticare, poi, la Pace di Villafranca, che fu siglata tra Napoleone III e Francesco Giuseppe e che pose fine alla Seconda Guerra di Indipendenza.

Cosa vedere a Villafranca di Verona

Il simboli cittadini si trovano a sud del centro: Dal punto di vista storico, meritano di essere menzionati il bene conservato Castello scaligero, situato a nord del fiume Tione e risalente al Duecento, e il complesso del Serraglio scaligero, del secolo successivo, nato per proteggere il territorio.

In particolare il maniero vanta una storia di oltre 800 anni, e vanta una torre maggiore (dotata di orologio) e 9 torri minori di cui due a tre lati e sette invece chiamate torresine

Nell'ambito di un tour turistico, comunque, vale la pena di cisitare anche l'Oratorio del Cristo e la Chiesa della Disciplina o della Visitazione.

... Pagina 2/2 ... Molto celebre, inoltre, è il Caffè Fantoni, che venne fondato negli anni Quaranta del XIX secolo da Giovanni Fantoni.

Gli appassionati di arte e architettura possono lasciarsi conquistare, infine, dal Palazzo Bottagisio, che per altro vide Francesco Giuseppe e Napoleone III firmare l'armistizio, ma anche il Duomo di Ss. Pietro e Paolo, che è considerato il monumento religioso più importante della città: si trova in mezzo al corso Vittorio Emanuele, e per costruirlo ci fu bisogno di quasi un secolo, a partire dal 1786 e fino al 1882.

Il Museo Nicolis

Il Museo Nicolis è senza dubbio una delle attrazioni più interessanti e più importanti di Villafranca di Verona: si tratta di un museo privato che accoglie, tra l'altro, macchine fotografiche e auto d'epoca, ma anche macchine da scrivere, velivoli di piccole dimensioni, strumenti musicali, biciclette e moto d'epoca. Nato nel 2000, si trova in un edificio in acciaio e vetro dalla conformazione moderna, e include una delle librerie più fornite di tutto il territorio italiano per quel che riguarda la storia dell'automobile. Vi si possono ammirare, inoltre, motori statici, i prototipi dei primi scooter, grammofoni, piani melodici, motori di aviazione, cordofoni, radio d'epoca, scatole musicali e automi.

Eventi, sagre e fiere a Villafranca di Verona

Tanti sono gli eventi che punteggiano la cultura e le tradizioni del posto: in Corso Vittorio Emanuele II, per esempio, ogni seconda domenica del mese va in scena un mercato dell'antiquariato.

Da segnalare in agenda, nel mese di agosto, che nel rione di San Rocco si svolge la sagra omonima.

Ha origini decisamente antiche, risalenti addirittura ai primi anni del XVIII secolo, la fiera dei Santi Pietri e Paolo, ma l'agenda dei villafranchesi include anche la sagra della parrocchia della Madonna del Popolo, che viene organizzata in occasione della celebrazione della Natività di Maria all'inizio di settembre (l'8), e le manifestazioni che hanno luogo nel castello, con concerti, cineforum all'aperto e la Giornata dell'Arte Studentesca.

Come arrivare

Per arrivare a Villafranca in auto, è necessario - provenendo da Verona - percorrere per circa quindici chilometri la SR 62, che porta direttamente al centro della città. Nel caso in cui si arrivi da Milano o da Venezia, invece, è necessario prendere l'uscita di Sommacampagna, che si trova a pochi chilometri di distanza. Infine, se si giunge da Modena, da Bologna o da Firenze, bisogna uscire a Nogarole Rocca.
loading...
01 Giugno 2017 In moto con Suzuki: itinerario dal Cilento ...

In viaggio con Suzuki, giorno 3: il Cilento si unisce alla Costiera Amalfitana! E ...

NOVITA' close