Cerca Hotel al miglior prezzo

Rosolina (Veneto): vacanza tra il mare e il Delta del Po

Pagina 1/2

Città d’arte e di cultura come Padova, Venezia e Rovigo sorgono a poche manciate di chilometri, ma a fare da cornice alla città, prima di tanto splendore architettonico, ci sono le bellezze naturali e selvagge del Parco del Delta del Po: siamo a Rosolina, località veneta di circa 6.500 abitanti in provincia di Rovigo.

Qui la quotidianità, per certi aspetti, è rimasta simile a un tempo: ancora oggi l’agricoltura è l’attività economica principale, ed è portata avanti con dedizione e cura, così come la pesca, che prospera nel dedalo di lagune, di valli e di stagni; eppure, allo stesso tempo, il turismo sta diventando una risorsa sempre più importante, specialmente sull’Isola di Albarella e nella frazione di Rosolina Mare, dove confluiscono ogni anno sempre più appassionati delle vacanze balneari.

Interamente votata al turismo è l’isola di Albarella, un lembo di paradiso lungo 5 km e largo 1,5 km, che accoglie i visitatori con un bel porto turistico capace di ospitare fino a 500 imbarcazioni, e che regala subito un’atmosfera di quiete grazie alla limitazione del traffico e alla prevalenza di biciclette. L’intrecciarsi di esigenze turistiche e attenzione all’ambiente ha dato vita a un paesaggio accogliente, sorto recentemente con le alluvioni del Po e delimitato a nord e a sud dai rami di Caleri e della Barca o Bocchetta, a ovest dal canale Bozzattini e dalla palude omonima. Quest’ultima, in passato, era un’oasi selvatica di macchia, salici e pioppi bianchi, regno della caccia palustre dominato dal Palazzo Vianello. Il palazzo oggi è diventato Cà Tiepolo, ed è tuttora una sobria ed elegante residenza in stile Polesano, utilizzata spesso come centro congressi.

L’altro fulcro del turismo estivo è la località di Rosolina Mare, che occupa una penisola allungata di circa 8,5 km, lambita dalle acque dell’Adige, dal Mare Adriatico e dalle valli da pesca. Una coperta verde di pini domestici i pini marittimi ne occupa la superficie, agitando le chiome odorose nel vento, e non mancano i lecci e le roverelle, che ombreggiano il territorio e lo rinfrescano nelle giornate d’estate. Lungo la spiaggia si susseguono i moderni stabilimenti balneari, gli alberghi, i villaggi turistici e i campi da gioco di vario tipo, oltre al porto turistico di Porto Fossone. C’è un’ampia offerta di escursioni che si possono intraprendere via mare, si può praticare la pesca sportiva allo sgombro o semplicemente rilassarsi distendendosi sulla sabbia, godendosi la brezza leggera che spira sul litorale dall’Adriatico.

Il clima, in effetti, è l’ideale per i soggiorni estivi all’insegna della vita da spiaggia, ma rimane piuttosto piacevole anche in primavera e in autunno. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, qui vanno da una minima di -1°C a una massima di 6°C, mentre in luglio, il mese più caldo, si passa dai 18°C ai 28°C. Le precipitazioni, scarse nella stagione estiva, si concentrano in autunno e soprattutto in novembre, quando cadono in media 87 mm di pioggia.

... Pagina 2/2 ...E’ questo stesso clima piacevole ad ispirare le passeggiate e l’esplorazione del territorio, e a favorire la crescita rigogliosa del bel Giardino Litoraneo Botanico di Porto Caleri, che comprende praterie di posidonia, pinete e boschi di lecci e olmi, e anche infiorescenze rare come le splendide orchidee spontanee, scomparse quasi ovunque.

Infine, a Rosolina vengono organizzate ogni anno diverse manifestazioni all’insegna del divertimento, ideali per chi vuole svagarsi in compagnia della popolazione locale, scoprendo qualche curiosità sulle tradizioni del posto. E’ di recente ideazione la sagra del radicchio di inizio maggio, che desidera promuovere questo prodotto agricolo fondamentale per l’economia rosolinese, evidenziandone le virtù in cucina e suggerendo golose ricette. La sagra prevede la premiazione dei produttori partecipanti a una mostra tematica, la degustazione di piatti a base di radicchio, varie esposizioni e intrattenimenti musicali di vario tipo.

Vanta una tradizione più lunga la sagra del pesce, che da ormai una ventina d’anni si svolge nei fine settimana di giugno nei luoghi più suggestivi del Parco del Delta del Po. Negli stand gastronomici allestiti nel centro si possono assaporare deliziose ricette al profumo di mare.

Per arrivare a Rosolina si possono scegliere diverse possibilità e mezzi di trasporto. Chi viaggia in auto da Torino, Milano, Verona o Vicenza deve dirigersi verso Padova mediante l’autostrada A4, poi continuare sulla statale 516 fino alla statale 309 Romea; da qui si continua per Chioggia e Ravenna sino a raggiungere il bivio di Rosolina Mare o, poco dopo, di Albarella.
Solo nel periodo estivo si può usufruire di un servizio di autocorriere che collega la cittadina a Rovigo, Adria, Chioggia e Padova, mentre chi sceglie il treno può raggiungere Rosolina da Rovigo sulla linea Rovigo Chioggia. Dalla stazione di Rosolina si può continuare in autobus fino a Rosolina Mare. L’aeroporto di Venezia è a 72 km circa.

 Pubblicato da - 19 Luglio 2010 - Riproduzione vietata

loading...
27 Febbraio 2017 La Festa del maiale a Monghidoro

Del maiale non si butta via niente recita un vecchio detto che qui a Monghidoro, ...

NOVITA' close