Cerca Hotel al miglior prezzo

Bressanone (Brixen): cosa vedere nella cittą pił antica del Tirolo

Bressanone, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Bressanone (Brixen in tedesco e Persenon in ladino), in provincia di Bolzano, in Trentino Alto Adige, vanta la nomina di capoluogo storico, culturale, artistico, sociale, economico e amministrativo della Valle del fiume Isarco. La posizione in fondovalle, alla confluenza della Rienza nell’Isarco, fa sì che passeggiando per le suggestive e raccolte vie del borgo lo sguardo si perda tra le vette imponenti delle montagne, che cingono la città come un anello innevato.

È la città più antica del Tirolo, essendo stata fondata nel lontano 901, e sin dalle origini ha sempre avuto a che fare con le figure dei Papi: a partire dal vescovo Poppone di Bressanone, eletto Papa nel 1048 con il nome di Damaso II; senza dimenticare Papa Pio VI, fermatosi a Bressanone nel 1782, o l’attuale Papa Benedetto XVI, in visita presso il seminario nell’estate 2008. Bressanone, poi, è città universitaria e costituisce la sede distaccata di Scienze della Formazione della Libera Università di Bolzano, oltre ad ospitare la sede estiva dell’Università degli Studi di Padova.

Se l’inverno a Bressanone si rivela particolarmente suggestivo, grazie all’atmosfera tirolese e alle bancarelle caratteristiche, l’estate è resa piacevole dalle temperature: la media del mese più caldo, luglio, non sale oltre i 19°C, anche se bisogna fare i conti con i frequenti temporali, favoriti dalla vicina catena alpina. In gennaio, invece, il mese più rigido, la temperatura media si aggira intorno a -2°C, e si ha un picco di precipitazioni sotto forma di neve.

Da vedere, a 10 km a nord della città, è il Forte di Fortezza: si tratta di un forte austriaco risalente alla Prima Guerra Mondiale. Ma soprattutto è il cuore di Bressanone ad offrire molte attrattive: ad esempio il Palazzo vescovile, che presenta due facciate decorate da splendide logge rinascimentali, e le facciate restanti in un superbo stile barocco. All’interno si cela un importante museo di ben 70 sale, che nel periodo natalizio diventa sede della mostra di presepi. Inoltre, affascinante è il Giardino dei Signori: un bellissimo giardino floreale, custodito entro quattro mura, che nella stagione calda fiorisce di colori e profumi e ospita al centro una statua bronzea recentemente restaurata.

Al lato della Piazza del Duomo (Brixen Domplatz) si trova la Colonna Millenaria, una grande colonna marmorea eretta in occasione dei festeggiamenti per i primi mille anni della città vescovile. Sulla cima è rappresentato l’agnello, simbolo della città, mentre alla base si trova il vescovo Zaccaria, oltre alle incisioni di alcuni avvenimenti storici rilevanti. Costruito pochi anni fa, il nuovo Museo della Farmacia di Bressanone dà interessanti notizie sul modo di considerare e di gestire la farmacia in Tirolo nel passato; in un passato buio e spaventoso ci riporta invece la Mostra permanente della tortura, che offre al visitatore la possibilità di percorrere la storia della tortura dal 1499 al 1771, in base all’Ordinamento penale della Contea Principesca del Tirolo. Infine, merita l’attenzione di turisti il Palazzo municipale, al centro del paese, con la facciata di tipo rinascimentale, la torre di impronta medievale e le pitture all’interno del XX secolo. Oggi il palazzo ospita ancora la sala consigliare e gli uffici del sindaco e degli assessori.

Particolarmente bella è la Cattedrale di Bressanone, che imponente sovrasta la piazza centrale, attirando gli sguardi con le preziose decorazioni barocche. Accanto ad essa si trova l’antico chiostro di architettura romanica, del XIV secolo, custode di particolarissime volte a crociera, oltre alle tombe delle persone importanti di un tempo e un’antica cappella affrescata.

Molte sono le occasioni di festa che vedono le viuzze di Bressanone brulicanti di visitatori, specialmente in inverno: il Filasprint è una conosciuta manifestazione sportiva, mentre all’inizio di dicembre si tiene la tradizionale sfilata dei Krampus, i “diavoli” della città. Tuttavia l’evento più atteso sono sicuramente i mercatini natalizi, che vengono allestiti nel periodo dell’Avvento e attirano ogni anno moltissimi turisti amanti del Natale: l’atmosfera che si respira è unica, tra gli stands ricchi di dolci deliziosi e di oggetti artigianali, il tutto accompagnato dalle esibizioni di gruppi musicali, cori, suonatori di organetto, mostre a tema. È inoltre possibile usufruire di visite guidate nel Duomo e nel Chiostro, o fare un giro della città in carrozza, oltre a visitare il celebre museo dei presepi nel Palazzo Vescovile.

La posizione strategica di Bressanone, lungo le vie di comunicazione tra il Brennero e Dobbiaco, consente di raggiungerla agevolmente con ogni mezzo: in auto, bisogna percorrere l’autostrada A22 fino all’uscita di Chiusa - Val Gardena sud o Bressanone - Varna nord, seguendo poi le indicazioni stradali. Per chi sceglie di viaggiare in aereo, ci sono voli da Roma Fiumicino e Milano Malpensa fino all’aeroporto di Bolzano o di Verona Villafranca, da cui sarà possibile prendere il treno. La stazione ferroviaria di arrivo si trova proprio all’interno di Bressanone.
  •  
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close