Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Campo Felice

Campo Felice (Abruzzo), settimana bianca nel comprensorio delle Tre Nevi

Pagina 1/2

Il territorio spettacolare delle montagne abruzzesi è il regalo inestimabile che i millenni ci hanno concesso: vette sublimi dal fascino drammatico, vedute vertiginose che tolgono il fiato e cime aguzze, frutto di movimenti impercettibili durati un tempo infinito, come in un minuzioso lavoro di scultura monumentale. Qui, nella bellezza antica degli Appennini, si inserisce il giovane borgo di Campo Felice.

Campo Felice non è una località come tutte le altre, ma una stazione sciistica all’avanguardia in provincia dell’Aquila, nel cuore montuoso dell’Abruzzo. Collocata sul lembo meridionale dell’omonimo altopiano naturale, la Piana di Campo Felice, la stazione è abbracciata dal Parco Regionale Naturale del Sirente-Velino, e la facile accessibilità fa gioire gli appassionati sciatori dell’Italia centrale. Il paese, che con la vicina Ovindoli forma il comprensorio delle Tre Nevi, diventa sempre più famoso tra gli sportivi della zona e non solo.

Come già accennato, Campo Felice è una località giovane, la cui storia si lega strettamente a quella dei comuni dei dintorni, come Lucoli, Rocca di Cambio e Rocca di Mezzo. Ad ideare la stazione sciistica, negli anni Sessanta, fu il sindaco di Rocca di Cambio d’allora, Aldo Jacovitti, che nel 1966 diede le dimissioni e si prese cura dell’ambizioso progetto, con lo scopo di favorire lo sviluppo turistico dell’area prendendo spunto dai comprensori moderni dell’arco alpino.

Il risultato è Campo Felice, così come oggi possiamo apprezzarla, frutto dell’impegno di personaggi di spicco: alla sua realizzazione parteciparono lo sciatore Émile Allais, il progettista francese Jean Cognet, la guida abruzzese Gigi Panei, e altre figure autorevoli nel campo del turismo invernale. Per questo Campo Felice è oggi una delle stazioni più note dell’Appennino Centrale, amata specialmente dai cittadini romani alla ricerca di pace e divertimento. Il paesaggio l’accoglie come una conchiglia fa con la sua perla, in un abbraccio protettivo e avvolgente, e a disegnare i limiti della zona c’è una corona di cinque montagne, tutte più alte di 2000 metri e glassate di neve da novembre ad aprile. Tra le vette più suggestive c’è quella di Monte Rotondo, che nelle giornate più limpide regala una visuale eccezionale sui monti più alti della regione: il Gran Sasso, il Sirente, il Velino e la Duchessa di Maiella sono gli eleganti colossi che si allungano fino alle nuvole.

Qui, a un balzo dal cielo, si estende un parco impianti divertente e suggestivo, composto da otto seggiovie, uno skilift, due manovie e due tapis roulant, tutti moderni e di ultima generazione. Si accede così a una ventina di piste, ciascuna dotata della sua bellezza speciale, per un totale di circa 30 km che tolgono il fiato. Le discese sono più o meno adrenaliniche, adatte agli sportivi esperti ma anche a chi muove i primi passi sulla neve: tra le piste nere c’è quella Delle Aquile, che dalla cima di Monte Rotondo scivola a valle in un turbinio di emozioni, coprendo un dislivello di oltre 600 metri. Non è da meno la pista Del Falco, che dallo stesso Monte Rotondo si tuffa verso la base della seggiovia Brecciara, in località Caporitorto, coprendo un dislivello di 654 metri e con una pendenza del 27%.

Dove sciare?

Da Campo Felice sono raggiungibili, nel raggio di 30km, 4 comprensori sciistici: il comprensorio sciistico Campo Felice Fine stagione (a 3 Km), il comprensorio sciistico Ovindoli Fine stagione (a 10 Km), il comprensorio sciistico Cappadocia - Campo Rotondo Fine stagione (a 27 Km) e il comprensorio sciistico Campo Imperatore Fine stagione (a 28 Km).

Per le nevicate previste e l'innevamento delle piste consultate:
» il Bollettino neve Campo Felice.
» il Bollettino neve Ovindoli.
» il Bollettino neve Cappadocia - Campo Rotondo.
» il Bollettino neve Campo Imperatore.
... Pagina 2/2 ...Chi cerca emozioni più gentili, e non disprezza le discese tranquille che consentono di godere il panorama, trova tante belle piste di minore difficoltà, e per i bambini sono disponibili un campo scuola e una pista da snow tubing. Gli snowboarder e i freeskier potranno dare sfogo alla fantasia nell’attrezzatissimo snowpark, dove sono concesse le evoluzioni più bizzarre, e non manca l’habitat perfetto per gli amanti dello sci nordico. A Campo Felice si snoda infatti un anello splendido per lo sci di fondo, lungo una decina di chilometri, che si sviluppa sull’altopiano, e non mancano gli scenari idilliaci per lo sci escursionismo e lo sci alpinismo, come il bacino naturale dei Piani di Pezza o il giro del Monte Puzzillo e del Monte Ocre.

La ciliegina sulla torta, che va a completare l’offerta sorprendente del comprensorio Tre Nevi, è costituita dalla pista per le ore notturne, che grazie all’illuminazione delle torri-faro consente di sciare anche dopo il tramonto, e dall’efficiente impianto di innevamento artificiale, che con i suoi 250 cannoni può innevare oltre 16 km di piste e consente di sciare anche nei periodi più poveri di precipitazioni.

Benché l’aspetto più noto di Campo Felice sia quello invernale, sarebbe un peccato trascurare la località nella bella stagione, quando l’estate solleva la coltre di neve che copriva la zona e sfodera una tavolozza di verdi che incantano. Si scopre così un paradiso di sentieri da percorrere a piedi, a cavallo o in mountain bike, respirando a pieni polmoni l’aria fresca e pura che accarezza il territorio montano.

Tutto ciò non sarebbe possibile senza il clima mite di Campo Felice, gradevole in ogni periodo dell’anno, con inverni dolci ma allo stesso tempo frizzanti, pronti a concedere qualche nevicata sulle piste. Le estati, calde ma non afose, sono sempre accarezzate da un sole tiepido. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di 3°C a una massima di 9°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 18°C ai 28°C. Le precipitazioni, quasi assenti nel periodo estivo, si concedono più spesso tra novembre e dicembre, quando piove in media per 9 giorni al mese.

Per raggiungere Campo Felice e il comprensorio Tre Nevi potrete scegliere tra varie opzioni. La zona è facilmente accessibile dall’autostrada Roma-L’Aquila: chi viene da Roma o da Pescara può percorrere l’autostrada A24 e uscire a Tornimparte, per poi imboccare la bretella di collegamento con Campo Felice; chi viene invece da Napoli deve percorrere la A1, uscire a Cassino, prendere la Superstrada Sora-Cassino. Si imbocca poi l’innesto sulla A25 entrando ad Avezzano, si prende la A24 e si esce ancora una volta a Tornimparte. Chi preferisce il treno trova le stazioni di Avezzano o Celano sulla linea Roma-Pescara, mentre sulla tratta Terni-Sulmona-Pescara c’è la stazione ferroviaria de L’Aquila. L’aeroporto di Pescara è a circa 94 km, mentre quello di Roma Ciampino si trova a 145 km di distanza.
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close