Cerca Hotel al miglior prezzo

Zoagli (Liguria), estate sulle spiagge del Golfo ligure del Tigullio

Pagina 1/2

Se la costa Ligure fosse una collana, Zoagli sarebbe una delle perle più discrete ma anche più preziose, modellata dal vento e dal mare e custode di tradizioni genuine che altrove si sono perdute. Incastonato tra i comuni di Rapallo e Chiavari, nel Golfo ligure del Tigullio, Zoagli è una cittadina costiera in provincia di Genova, distante quasi 40 km dal capoluogo e conosciuta in particolare per le vacanze balneari. Una popolazione di soli 3 mila abitanti, la famosa scogliera pedonale a ridosso sul mare, e una cornice boschiva ricamata di sentieri e mulattiere, sono i punti di forza di questo piccolo paradiso.

Ma Zoagli è anche famosa per la produzione della seta, che fa riecheggiare il suo nome in tutto il mondo, ed è soprattutto uno scrigno ricco di tesori artistici e architettonici. Il territorio comunale è una vera e propria costellazione composta da numerose borgate, caratterizzate da tratti, sapori e colori sempre differenti. Tra gli edifici più interessanti del territorio ci sono diverse chiese, come la parrocchiale di San Martino del Settecento, la chiesa di San Giovanni Battista in frazione Semorile, la parrocchiale di San Pietro in Rovereto e quella di Sant’Ambrogio, che si affaccia su un piccolo piazzale da cui si gode di una vista magnifica sul golfo del Tigullio.

Da vedere anche la chiesa di San Pantaleo, eretta nel XII secolo in stile romanico, affacciata alla Via Romana e citata per la prima volta in un documento del maggio 1484. Nella chiesa si conserva tuttora il bicchiere nel quale, secondo la leggenda, sarebbe stato offerto da bere al papa Pio VII ritornato dalla Francia dopo il periodo di carcerazione.

A Zoagli ci sono poi diverse strutture militari che meritano un po’ di attenzione. Da non perdere la residenza del castello di Sem Benelli, che svetta sulla cima di uno sperone roccioso a picco sul mare, presso la località di Monteprato, eretta per volere di Sem Benelli in persona nel 1914 su progetto dello scenografo teatrale Mancini. Lo stile, nonostante la fondazione recente, è tipicamente medievale gotico.

Risale invece al Cinquecento la costruzione del castello dei Conti Canevaro, anche se subì diberse modifiche nei secoli successivi, e dello stesso periodo sono le torri saracene di Levante e di Ponente, veri simboli del paese rivierasco, rappresentate anche nello stemma comunale di Zoagli. Un tempo dovevano proteggere il litorale dagli attacchi dei pirati; oggi la torre di Levante è sede di eventi culturali e convegni, mentre quella di Ponente è stata inglobata all’area del Castello dei Canevaro. Passeggiando per le vive di Zoagli non è possibile vedere la “Madonna del Mare”, una statua bronzea posizionata in mare di fronte al molo levantino nel 1997, a circa 9 metri di profondità. Nascosta dai flutti, si tratta di una scultura di grande pregio realizzata dalla scultrice Marian Hastianatte, zoagliese di adozione, per ricordare gli abitanti di Zoagli che con le antiche imbarcazioni sfidarono gli oceani e i marinai che da sempre combatterono in difesa della loro terra.
... Pagina 2/2 ...
Ma le vacanze a Zoagli offrono soprattutto tanto sole, mare, percorsi naturalistici e occasioni di festa. Tra le passeggiate che si possono fare lungo la costa c’è un sentiero molto suggestivo, detto “dei cinque campanili”, che collega le antiche chiese delle frazioni di San Pietro di Rovereto, Semorile, San Pantaleo, Sant’Ambrogio e San Martino, per un totale di circa 12 km.

Tra le occasioni di festa, invece, si ricordano il Palio Marinaro del Tigullio, la festa di Nostra Signora del Carmine la seconda domenica di luglio, la festa della Madonna del Mare il 6 agosto con la deposizione della corona d’alloro ai piedi della statua, la festa di San Rocco del 16 agosto e infine la festa della Madonna del Rosario, la prima domenica di ottobre.

Se avete deciso di raggiungere Zoagli e scoprire le sue meraviglie architettoniche e paesaggistiche non vi resta che scegliere il mezzo di trasporto più indicato per voi e pianificare il viaggio. Zoagli si trova sulla Strada Provinciale 1 Aurelia e non è raggiungibile direttamente mediante autostrada, per cui dalla A12 si può uscire a Rapallo o a Chiavari e continuare secondo le indicazioni stradali. La stazione ferroviaria di Zoagli si trova lungo la linea Pisa-La Spezia-Genova nel tratto locale compreso tra Genova e La Spezia, mentre gli aeroporti più vicini sono quelli di Genova e di Pisa.

Il clima è tipicamente mediterraneo, generalmente piacevole. Le estati sono calde e soleggiate ma addolcite dall’influsso del mare, e anche gli inverni si mantengono miti: le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di 5°C a una massima di 11°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 21°C ai 27°C. Le precipitazioni, scarse in estate, si concentrano in autunno e toccano il picco massimo in ottobre, con una media di 153 mm di pioggia.

 Pubblicato da - 03 Giugno 2010 - © Riproduzione vietata

loading...
close