Cerca Hotel al miglior prezzo

Rapallo (Liguria): vacanze nel mare del Golfo del Tigullio

Rapallo, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Occupa una conca stretta tra mare e collina la città di Rapallo, rinomato centro vacanziero sulla costa ligure di circa 30.000 abitanti situato a 30 km da Genova. Le case del porto e gli alberi delle navi ferme si allineano con eleganza e semplicità nell’angolo occidentale del Golfo del Tigullio, mentre il territorio cittadino è solcato da una fitta rete di corsi d’acqua e si sviluppa tra i due fiumi principali, il Boate e il San Francesco. Adagiato in una campagna collinare, dai pendii dolci e la natura rigogliosa traboccante di sole, il paese di Rapallo è separato dal mare da un litorale affascinante, dove le costruzioni a picco sull’acqua si specchiano tra le onde e si fondono con le rocce e gli scogli.

Il territorio su cui sorge la Rapallo odierna è abitato almeno dal VII secolo a.C.
A quest'epoca sono infatti riconducibili i resti di una tomba rinvenuta all'inizio del Novecento durante alcuni scavi. Nei secoli Rapallo – apparsa per la prima volta con questo nome su un documento dell'anno 964 d.C. – è cresciuta ed è stata al centro di importanti eventi storici, fino a quando, sul finire dell'Ottocento, l'arrivo della ferrovia determinò la nascita del fenomeno turistico su questo tratto della riviera ligure.

Fiero e forse un po’ vanitoso, certamente innamorato dei tramonti di cui gode, il Castello sul Mare è oggi il simbolo della città per eccellenza, che dal lungomare Vittorio Veneto gode di una posizione privilegiata, a picco sulle acque del golfo. Chiamato anche Castello Medievale, il maniero è in realtà una costruzione più recente di ciò che normalmente chiamiamo medioevo, poiché è stato eretto soltanto nella seconda metà del XVI secolo. Oggi è comunque dichiarato monumento nazionale italiano dal Ministero dei Beni Culturali.

Del 1688 è invece la piccola cappella dedicata a San Gaetano custodita all’interno della fortezza, che lascia intravedere dall’esterno soltanto la graziosa cupoletta con campana. Se il castello è il simbolo e l’orgoglio di Rapallo e dei suoi abitanti, la Torre Civica del XV secolo è invece simbolo della rinascita della città: costruita nel 1473, la più grande e importante tra le torri d’avvistamento costiere doveva sancire la pace tra la gente del borgo, dopo un secolo di lotte intestine e contese di potere. Costruzione di età medievale è il cosiddetto Ponte d’Annibale, benché lo stile sia quello tipicamente romano. Considerato uno dei monumenti più famosi di Rapallo, il ponte ha un nome singolare che mette in difficoltà gli storici, non avendo alcuna testimonianza fondata di un passaggio del condottiero Annibale per queste terre.

Dopo aver ammirato i migliori edifici civili della città, varrà la pena di visitare le costruzioni sacre di Rapallo: prima fra tutte la Basilica dei Santi Gervasio e Protasio, che segna proprio il cuore del centro storico e svetta sugli edifici adiacenti sin dal lontano XVII secolo, affiancata dal suggestivo campanile pendente del 1753.

Merita l’attenzione dei visitatori anche il Santuario di Nostra Signora di Montallegro, che si eleva alla sommità di un colle e dai suoi 612 metri s.l.m. lancia lo sguardo sul panorama splendido del litorale ligure. Costruito in seguito a un’apparizione della Vergine raccontata da un contadino del luogo nel luglio del 1557, l’edificio è uno dei più importanti santuari mariani della zona ed è tuttora meta di grandi pellegrinaggi, specialmente nel periodo delle festività patronali, i primi giorni di luglio.

La città offre ai visitatori un'ampia scelta di musei e gallerie espositive per poter apprezzare l’arte locale o conoscere meglio la storia di Rapallo e del suo popolo. Uno dei musei più singolari e interessanti è senza dubbio il Museo del Merletto, allestito nelle eleganti sale di Villa Tigullio, situata all'interno del Parco Casale. Aperto ufficialmente al pubblico nel 1990, il museo è stato ampliato nel 1997 sino a raggiungere la ricchezza attuale: oggi sono circa 1400 i manufatti in pizzo realizzati tra il XVI secolo e la fine del XX, a cui si aggiungono vari capi di abbigliamento, pezzi d’arredamento e oltre 5000 disegni che illustrano l’arte della lavorazione del pizzo.

Dopo un giro turistico della città, in estate molti visitatori scelgono di rilassarsi in riva al mare: Rapallo dispone di una sola spiaggia naturale nei pressi del porto, ma esistono tanti stabilimenti dotati di pontili dove prendere il sole. Uscendo dalla città in direzione Zoagli esistono alcune spiagge un po' più grandi, ma sempre molto frequentate: tra queste ricordiamo la spiaggia del Pozzetto.

Eventi
Per calarsi davvero nelle atmosfere della Rapallo più autentica, fatta di tradizioni genuine e voglia di stare insieme, l’occasione migliore saranno le numerose feste paesane e le manifestazioni che vi si organizzano nel corso dell’anno. Il 2 di luglio, ad esempio, si svolge la Festa della Madonna di Montallegro, con un mercatino che si estende lungo il lungomare e le vie del centro; chi capita in città in inverno – e precisamente a dicembre – potrà fare una passeggiata tra i mercatini di Natale al Castello, mentre a gennaio, potrà assistere alla suggestiva Fiera di San Sebastiano, con le sue 500 bancarelle colme di dolciumi, oggetti artigianali, capi d’abbigliamento e ogni sorta di prodotto locale. In più, ogni ultima domenica del mese, gli appassionati di antiquariato e oggettistica d’epoca troveranno pane per i loro denti nel mercatino che occupa il centro storico della città.

Clima
A completare l’atmosfera accogliente e familiare di questa solare città contribuisce il clima, di tipo mediterraneo, caratterizzato da estati calde e inverni miti, reso ancor più piacevole dalla benefica azione del mare. Luglio e agosto sono i mesi più caldi e meno piovoso, infatti registrano temperature medie che vanno dai 21°C di minima ai 27°C di massima, e sono colpiti dalle precipitazioni soltanto per pochi giorni. Il mese più freddo è invece gennaio, con valori medi compresi tra i 5°C e gli 11°C, e le stagioni più piovose sono la primavera e l’autunno, quando piove in media per una settimana al mese.

Come arrivare
Raggiungere Rapallo è semplice, qualunque sia il mezzo utilizzato e la provenienza. Chi si sposta in macchina da Milano può utilizzare l’autostrada A7 Milano-Genova, immettersi nell’allacciamento A12 verso La Spezia e uscire al casello di Rapallo; chi viene dalla Francia può percorrere la A10 Genova-Ventimiglia per poi continuare sull’allacciamento A7 e la diramazione A12 fino a destinazione; infine, a chi viene dal sud consigliamo di percorrere la A12 Genova-Rosignano sino all’uscita Rapallo. Dotata di un’efficiente stazione ferroviaria che la connette alle principali città della regione e oltre, Rapallo si trova a soli 38 km dall’Aeroporto di Genova, servito da numerosi voli di collegamento a molte mete europee.

Foto cortesia: Sito del Comune
  •  
close